E mi sarete testimoni. (Atti 1:8)

di Agostino Masdea  –   Viviamo in una nazione che si definisce cristiana. Le persone si sentono cristiani per il semplice fatto che vivono in questa nazione, o forse perché  frequentano una chiesa, o hanno una solida tradizione familiare religiosa. Ma tutto questo non è sufficiente per essere “veramente” un cristiano. Si può conoscere persino la Scrittura, la teologia, la dottrina eppure non essere cristiani, o almeno non esserlo in senso biblico. Le parole di Gesù nel versetto citato ci ricordano che c’è una caratteristica che identifica un Suo seguace, un Suo discepolo,  cioè un vero cristiano: essere un testimone!  
Un testimone di Gesù è un vero cristiano e un vero cristiano è un testimone di Gesù.

L’evento straordinario del giorno della Pentecoste non fu il “vento impetuoso”, le “lingue di fuoco”, o i 120 che parlavano in “altre lingue”, ma fu il fatto che un umile pescatore “testimoniò” ad una folla eterogenea (circa 15 nazioni erano rappresentate in quella piazza di Gerusalemme)  e quando finì il suo discorso tremila anime accettarono Cristo come loro Salvatore e furono battezzate.

La prima chiesa nasce “testimoniando”, e tutto ciò è la manifestazione della potenza di Dio attraverso la vita di quei discepoli che avevano ascoltato il comando di Gesù: “…e ordinò loro di non allontanarsi da Gerusalemme, ma di attendere l’attuazione della promessa del Padre, «la quale», egli disse, «avete udita da me».”

Di quella potenza abbiamo necessità oggi per ricevere “capacità” da Dio; quella capacità che supplisce ogni umana carenza di natura intellettuale, teologica o caratteriale, e ci consente di predicare l’Evangelo con zelo ed autorità.

E’ la potenza di Dio che ci consente di essere “vincitori” sulle tentazioni: “Gesù, pieno di Spirito Santo, ritornò dal Giordano, e fu condotto dallo Spirito nel deserto per quaranta giorni, dove era tentato dal diavolo.” (Luca 4:1)

E’ la potenza di Dio che ci rende capaci di vivere una vita santa: “infatti il peccato non avrà più potere su di voi; perché non siete sotto la legge ma sotto la grazia.” (Romani 6:14)

Ed è sempre per quella potenza che possiamo trionfare sulle circostanze avverse che il nemico userà per impedirci di essere testimoni di Gesù. Di fronte alle minacce del sommo sacerdote Pietro e Giovanni mostrano una “franchezza” che non possedevano naturalmente; era soprannaturale:«Bisogna ubbidire a Dio anziché agli uomini.”

Figure come Paolo, Stefano, Giovanni, si ergono imponenti dalle pagine della Scrittura per ricordarci che la potenza dello Spirito Santo non è un optional sostituibile con l’organizzazione, il talento o la capacità umana; è l’essenza e l’unica realtà necessaria nell’evangelizzazione.

Uomini come Wesley, Whitefield,  Finney, Booth, illuminano la storia più recente della chiesa e dimostrano che quando Dio si muove con la Sua potenza e usa servi disponibili e umili, allora il mondo viene scosso e le potenze  dell’inferno vengono sgominate. Il risultato è sempre lo stesso: i peccatori si convertono e l’Evangelo viene predicato con efficacia senza compromessi.

La testimonianza del cristiano deve andare al di là delle parole. In questi giorni molti parlano di Dio; alcuni lo fanno in maniera eloquente e in forma elegante, ineccepibili dal punto di vista della dialettica, e forse anche della dottrina.

Ma il mondo non li ascolta, perché ha bisogno di qualcosa di più che belle parole; ha bisogno della potenza di Dio. E un cristiano può testimoniare fedelmente ed efficacemente solo se ha realizzato ed esperimentato quella potenza che rigenera, trasforma e salva.

È necessario, urgente ed improrogabile il bisogno di testimoniare di Cristo. Facciamolo con tutti i mezzi: letteratura, bibbie, programmi radio, riunioni all’aperto… ma facciamolo soprattutto con la testimonianza della nostra vita, dimostrando che Cristo vive in noi e che quindi a ragione possiamo dire insieme all’Apostolo: quel che abbiamo visto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché voi pure siate in comunione con noi; e la nostra comunione è con il Padre e con il Figlio suo, Gesù Cristo. (1°Giovanni 1:3)

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

COME SPEZZARE LA NOSTRA RIBELLIONE:

La risposta di CRISTO all’autorità secolare.  –  di Don Basham –  Ogni autorità viene da Dio, e Dio ci chiede di sottometterci. L’autorità viene espressa con delle limitazioni della nostra volontà: –          “Potrai mangiare da tutti gli alberi, fuorché da quello della conoscenza del bene e del male.” –          E quell’albero non era relegato in un angolo, ma si trovava in mezzo al giardino dell’Eden, per ricordare di continuo quella …
Leggi Tutto

Jim Cymbala  -  1 Dicembre 2011

Giovedì 1 Dicembre 2011  –  JIM CYMBALA – Pastore BROOKLYN  TABERNACLE – N.Y …
Leggi Tutto

Ancora non hanno il fuoco.

di VANCE HAVNER   –   È vero che la Pentecoste, storicamente, ha avuto luogo una volta per tutte. Così è stato per  il Calvario. Ma ogni individuo deve personalmente appropriarsi del sangue per mezzo della fede e così ogni credente deve riceve per fede lo Spirito per avere potenza.  …
Leggi Tutto

17 Aprile 2011 - ZAC POONEN

Ospite il pastore ZAC POONEN della Christian Fellowship Church, Bangalore, India. Potete ascoltare la sua predicazione (Paul Schafer interprete) …
Leggi Tutto

LA FATALE RISPOSTA DI DIO

di M. R. DeHaan –   “Ed egli dette loro quel che chiedevano, ma mandò la consunzione nelle loro persone.” Salmo 106:15 I figli d’Israele non erano soddisfatti del cibo di Dio ma desideravano poter stabilire essi stessi la propria dieta. Non erano contenti della manna, al suo posto volevano carne. Dio esaudì la loro preghiera a loro proprio danno. Sarebbe stato molto meglio se Dio non li avesse …
Leggi Tutto

CORRIE TEN BOOM E IL RAPIMENTO

“Il mondo è insanabilmente malato e sul punto di morire. Il Medico per eccellenza ha già firmato il certificato di morte, ma ancora c’è molto da fare per i cristiani. Il loro compito è di essere fiumi d’acqua viva, canali di benedizione per coloro che sono ancora nel mondo e possono esserlo, perché sono dei Vincitori. I cristiani sono ambasciatori per Cristo, dei rappresentanti dei cieli per questa generazione …
Leggi Tutto

Argomenti Biblici

L’evangelizzazione comincia nella propria casa

L’evangelizzazione comincia nella propria casa

di Ruth Steelberg Carter  -  Qualcuno ha detto che «la sola religione che vale è quella praticata in casa» e questo è vero anche per l’evangelizzazione. Quando il Signor Gesù ...
Leggi Tutto
L'AMORE È BENIGNO

L’AMORE È BENIGNO

di DAVID SKELTON  -  L' amore è paziente, è benigno. 1 Corinzi 13:4   -   L’amore non è solo passivo che sopporta ogni attacco, ma è anche attivo e fa ...
Leggi Tutto
LA RISCOPERTA DELLO SPIRITO

LA RISCOPERTA DELLO SPIRITO

di JIM CYMBALA  -  Non mi aspettavo che lo Spirito Santo si unisse a me per pranzo, eppure è esattamente ciò che accadde.  Mia moglie Carol era fuori città, così ...
Leggi Tutto
La Maddalena ai piedi di Gesù - Testimonianza di Rossana Montesi

La Maddalena ai piedi di Gesù – Testimonianza di Rossana Montesi

Rossana Montesi,  dal cinema a Cristo. E' stata membro della nostra comunità in Via Anacapri dalla conversione alla morte (2005). Una testimonianza toccante e straordinaria, di come Cristo si rivela ...
Leggi Tutto
Heavy Metal satanista, redento da Cristo.

Heavy Metal satanista, redento da Cristo.

Se c’era un uomo che apparentemente sembrava irrecuperabile, Kirk Martin è la personificazione di quell’uomo. Pieno di violenza e di odio - dopo aver fatto un patto con il diavolo ...
Leggi Tutto
Meditazione del giorno: Gravati dallo Spirito Santo

Meditazione del giorno: Gravati dallo Spirito Santo

di Jim Cymbala  -   Paolo disse a Timoteo, che allora era pastore ad Efeso: "Fai l'opera di evangelista e adempi interamente il tuo ministero” (2Timoteo 4:5).   Dobbiamo ricordare che il motivo ...
Leggi Tutto

Dai nostri Culti