E mi sarete testimoni. (Atti 1:8)

di Agostino Masdea  –   Viviamo in una nazione che si definisce cristiana. Le persone si sentono cristiani per il semplice fatto che vivono in questa nazione, o forse perché  frequentano una chiesa, o hanno una solida tradizione familiare religiosa. Ma tutto questo non è sufficiente per essere “veramente” un cristiano. Si può conoscere persino la Scrittura, la teologia, la dottrina eppure non essere cristiani, o almeno non esserlo in senso biblico. Le parole di Gesù nel versetto citato ci ricordano che c’è una caratteristica che identifica un Suo seguace, un Suo discepolo,  cioè un vero cristiano: essere un testimone!  
Un testimone di Gesù è un vero cristiano e un vero cristiano è un testimone di Gesù.

L’evento straordinario del giorno della Pentecoste non fu il “vento impetuoso”, le “lingue di fuoco”, o i 120 che parlavano in “altre lingue”, ma fu il fatto che un umile pescatore “testimoniò” ad una folla eterogenea (circa 15 nazioni erano rappresentate in quella piazza di Gerusalemme)  e quando finì il suo discorso tremila anime accettarono Cristo come loro Salvatore e furono battezzate.

La prima chiesa nasce “testimoniando”, e tutto ciò è la manifestazione della potenza di Dio attraverso la vita di quei discepoli che avevano ascoltato il comando di Gesù: “…e ordinò loro di non allontanarsi da Gerusalemme, ma di attendere l’attuazione della promessa del Padre, «la quale», egli disse, «avete udita da me».”

Di quella potenza abbiamo necessità oggi per ricevere “capacità” da Dio; quella capacità che supplisce ogni umana carenza di natura intellettuale, teologica o caratteriale, e ci consente di predicare l’Evangelo con zelo ed autorità.

E’ la potenza di Dio che ci consente di essere “vincitori” sulle tentazioni: “Gesù, pieno di Spirito Santo, ritornò dal Giordano, e fu condotto dallo Spirito nel deserto per quaranta giorni, dove era tentato dal diavolo.” (Luca 4:1)

E’ la potenza di Dio che ci rende capaci di vivere una vita santa: “infatti il peccato non avrà più potere su di voi; perché non siete sotto la legge ma sotto la grazia.” (Romani 6:14)

Ed è sempre per quella potenza che possiamo trionfare sulle circostanze avverse che il nemico userà per impedirci di essere testimoni di Gesù. Di fronte alle minacce del sommo sacerdote Pietro e Giovanni mostrano una “franchezza” che non possedevano naturalmente; era soprannaturale:«Bisogna ubbidire a Dio anziché agli uomini.”

Figure come Paolo, Stefano, Giovanni, si ergono imponenti dalle pagine della Scrittura per ricordarci che la potenza dello Spirito Santo non è un optional sostituibile con l’organizzazione, il talento o la capacità umana; è l’essenza e l’unica realtà necessaria nell’evangelizzazione.

Uomini come Wesley, Whitefield,  Finney, Booth, illuminano la storia più recente della chiesa e dimostrano che quando Dio si muove con la Sua potenza e usa servi disponibili e umili, allora il mondo viene scosso e le potenze  dell’inferno vengono sgominate. Il risultato è sempre lo stesso: i peccatori si convertono e l’Evangelo viene predicato con efficacia senza compromessi.

La testimonianza del cristiano deve andare al di là delle parole. In questi giorni molti parlano di Dio; alcuni lo fanno in maniera eloquente e in forma elegante, ineccepibili dal punto di vista della dialettica, e forse anche della dottrina.

Ma il mondo non li ascolta, perché ha bisogno di qualcosa di più che belle parole; ha bisogno della potenza di Dio. E un cristiano può testimoniare fedelmente ed efficacemente solo se ha realizzato ed esperimentato quella potenza che rigenera, trasforma e salva.

È necessario, urgente ed improrogabile il bisogno di testimoniare di Cristo. Facciamolo con tutti i mezzi: letteratura, bibbie, programmi radio, riunioni all’aperto… ma facciamolo soprattutto con la testimonianza della nostra vita, dimostrando che Cristo vive in noi e che quindi a ragione possiamo dire insieme all’Apostolo: quel che abbiamo visto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché voi pure siate in comunione con noi; e la nostra comunione è con il Padre e con il Figlio suo, Gesù Cristo. (1°Giovanni 1:3)

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

STORIA DI UN INNO: ABIDE WITH ME

Henry F. Lyte  ABIDE WITH ME (JESSY DIXON) Henry Francis Lyte  (1793-1847) nacque a Ednam, in Scozia e studiò alla Royal School di Enniskillen e al Trinity College, Dublino, dove conseguì la laurea in teologia.  Nel 1818 accadde qualcosa che nella sua vita ebbe un … Leggi Tutto

praise-Him-all-creatures

di Peter Scothem  – Ti senti solo, scoraggiato e impaurito? Allora alza il tuo cuore a lodare il Signore! Sei debole, ammalato e abbattuto? Allora alza la tua voce a lodare il Signore! La lode è il linguaggio della fede. Un cuore che loda è … Leggi Tutto

L'ORGOGLIO, IL GRANDE PECCATO

di C.S. Lewis   Tratto dal libro: Mere Christianity. Che posto occupa l’orgoglio nella nostra vita? Sappiamo che è il peccato più subdolo, spesso mascherato sotto forma di umiltà! É indispensabile che il cristiano autentico esamini se stesso e riconosca le proprie lacune prima di poter progredire … Leggi Tutto

EMOZIONI ARTIFICIALI

Qualche tempo fa un amico che guida la musica nella sua chiesa mi ha detto che il suo pastore chiedeva che le loro riunioni di culto fossero più emozionanti. Il dizionario dice che emozionante significa “che causa grande entusiasmo e fervore.” Certamente, nessuna cosa dovrebbe causare … Leggi Tutto

La Maddalena ai piedi di Gesù - Testimonianza di Rossana Montesi

Rossana Montesi,  dal cinema a Cristo. E’ stata membro della nostra comunità in Via Anacapri dalla conversione alla morte (2005). Una testimonianza toccante e straordinaria, di come Cristo si rivela e salva chiunque lo cerchi. E’ stata una fiaccola accesa dell’Evangelo portando la luce negli … Leggi Tutto

ONORIAMO IL SIGNORE

di Agostino Masdea  –  Malachia – Capitolo 1   –   Malachia significa “angelo” “messaggero”. Probabilmente questo non era il suo vero nome, ma questo era sicuramente il suo compito. Egli era “il messaggero di Dio”. Visse in un periodo particolare: il tempio era stato ricostruito (siamo … Leggi Tutto

Argomenti Biblici

CAMMINO' CON DIO

CAMMINO’ CON DIO

di DONALD GEE - La storia di Enoc, descritta per sommi capi in poche righe, ha sempre racchiuso un certo ...
Leggi Tutto
Ehi Dio! Ci sei?

Ehi Dio! Ci sei?

di Frank Foglio  -  Bellissima testimonianza di una famiglia italiana emigrata in America   -  Era 1925 la mia famiglia; la famiglia ...
Leggi Tutto
C'È POTENZA NELLA PAROLA DI DIO

C’È POTENZA NELLA PAROLA DI DIO

di BURKHARD VETSCH -  «Prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i ...
Leggi Tutto
Sermone: La Chiesa il Tempio di Dio

Sermone: La Chiesa il Tempio di Dio

​     Sermone di Agostino Masdea  -  1 Corinti 3  - "La Chiesa, il tempio di Dio". Da cosa ...
Leggi Tutto
LA FATALE RISPOSTA DI DIO

LA FATALE RISPOSTA DI DIO

di M. R. DeHaan -   “Ed egli dette loro quel che chiedevano, ma mandò la consunzione nelle loro persone.” Salmo ...
Leggi Tutto
SE DIO NON OPERA CI STIAMO SFORZANDO INVANO

SE DIO NON OPERA CI STIAMO SFORZANDO INVANO

di  Stephen Witmer  -  Riuscire a capire la relazione tra la sovranità di Dio e la responsabilità umana è sempre ...
Leggi Tutto

Dai nostri Culti