Meditazione del giorno: LA PROMESSA DEL PADRE

di Gary Wilkerson  –  Dal capitolo 1 al capitolo 6 del libro degli Atti troviamo la descrizione di una delle opere più gloriose di Dio nella storia. È una sequenza meravigliosa di eventi pieni di azione: predicazioni potenti, conversioni di massa, guarigioni miracolose. Il tutto era l’adempimento di una promessa divina predetta da Gesù.  Prima della Sua resurrezione, Cristo istruì i Suoi discepoli dicendo loro di aspettare a Gerusalemme per ricevere la “promessa del Padre”. “Ed ecco, io mando su di voi la promessa del Padre mio; ma voi rimanete nella città di Gerusalemme, finché siate rivestiti di potenza dall’alto” (Luca 24:49).

Quella promessa iniziò il suo adempimento alla Pentecoste, la festa ebraica delle primizie. Il mondo stava per assistere alle primizie dell’opera di Cristo sulla croce per noi.  I discepoli non avrebbero mai potuto immaginare cosa Dio aveva in menteper loro. Forse pensarono, “Forte! Questa promessa significa che Dio sta per ristorare Israele. Egli ci libererà per sempre dalle catene della schiavitù romana e noi saremo di nuovo il Suo popolo”.Penso che oggi la chiesa avrebbe una reazione simile se ascoltassimo la stessa promessa di Gesù. Penseremmo, “Quando si adempirà la promessa di Dio, le nostre chiese saranno ripiene di zelo. Lo Spirito Santo si muoverà anche in altre città e le persone viaggeranno da ogni dove solo per un assaggio. Saremo benedetti come mai prima!”Dovremmo desiderare che lo Spirito Santo riempia le nostre chiese, che porti gioia e consolazione al popolo di Dio. Ma quando arriverà la gloria di Dio non sarà solo per un nostro beneficio. Gesù non ha detto, “Quando riceverete potenza dall’alto, sarete i miei frequentatori di chiesa, i miei studenti biblici, i miei frequentatori di culto”. Egli disse, “Voi sarete i Miei testimoni fino alle estremità della terra”.

Ed era solo l’inizio! Se l’opera dello Spirito si fosse fermata ad Atti 6, tutta la potenza di Dio sarebbe rimasta nelle mani dei dodici apostoli. Invece, si smosse una faglia tettonica. Dio disse, “Il Mio Spirito non si muoverà più soltanto attraverso pochi eletti. Darò potenza ad ogni uomo, donna e bambino che Mi invocherà”.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Promessa per oggi: Ti darò il manto della lode invece di uno spirito abbattuto.

“…per accordare gioia a quelli che fanno cordoglio in Sion, per dare loro un diadema invece della cenere, l’olio della gioia invece del lutto, il manto della lode invece di uno spirito abbattuto, affinché siano chiamati querce di giustizia, la piantagione dell’Eterno per manifestare la sua gloria.” (Isaia 61:3) Il capitolo 61 di Isaia è pieno di incredibili promesse di Dio, che sono state adempiute quando Gesù venne sulla …
Leggi Tutto

PENTECOSTALI: SIAMO UN MOVIMENTO, NON UNA DENOMINAZIONE RELIGIOSA

di J.M. MacKnight  –  La Pentecoste era la seconda festa importante dell’anno ebraico, quando si presentavano a Dio le primizie della raccolta del grano (Levitico 23:13). Analogamente, la Pentecoste simbolizza per la Chiesa l’inizio della raccolta di anime nel mondo da parte di Dio. INIZIO DI UN MOVIMENTO Il termine «movimento» significa semplicemente «muovere» o «essere mossi». Rappresenta un insieme di persone con un obiettivo comune; il loro fine …
Leggi Tutto

Amare il prossimo.

di Agostino Masdea  –  “E chi è il mio prossimo?” (Luca 10:27-29)  i) – Prossimo: dall’ebraico”rea” colui che è vicino, col quale stai trattando. Dal greco ” plesion”  –  avvicinarsi. a) Prima di Gesù, anche nel v. T., ” prossimo ” e un termine riservato ai “connazionali” ai “parenti” agli amici e ai compagni. Al massimo il termine si estende allo straniero che dimora in terra di Israele; …
Leggi Tutto

IL PERICOLO DELL’INSODDISFAZIONE

di AGOSTINO MASDEA  –   Infatti io so che in me, cioè nella mia carne, non abita alcun bene, poiché ben si trova in me la volontà di fare il bene, ma io non trovo il modo di compierlo. Infatti il bene che io voglio, non lo faccio; ma il male che non voglio, quello faccio… O miserabile uomo che sono! Chi mi libererà da questo corpo di morte? Io rendo grazie …
Leggi Tutto

IL BATTESIMO NELLO SPIRITO SANTO

di ROBERTO BRACCO  –  Ogni volta che il libro degli Atti si sofferma a descrivere il battesimo nello Spirito, la terminologia acquista accenti altamente vibranti. Questa celestiale esperienza cristiana viene costantemente presentata come una delle più genuine ed evidenti manifestazioni della gloria e della potenza di Dio. I credenti non vengono riscaldati da una sensazione passeggera o agitati da un’emozione  fugace,   ma   vengono   attraversati   e   riempiti   da   una   potenza …
Leggi Tutto

DAI NOSTRI CULTI

PASTORE AGOSTINO MASDEA: LA SOFFERENZA NEL CREDENTE  –  Sermone Domenica 7 Aprile 2013 …
Leggi Tutto

Dai nostri culti

Pastore AGOSTINO MASDEA “Ostacoli nella vita cristiana”  –  Salmo 27  …
Leggi Tutto

CHI E' COSTUI?

di ROBERTO BRACCO – Coloro che avevano risposto all’appello del Maestro divino, che lo avevano seguito, che erano entrati nelle file dei suoi discepoli, avevano avuta la possibilità più degli altri di vedere le opere, di udire le parole di Cristo. La potenza soprannaturale del Redentore era stata messa in azione davanti a loro attraverso molteplici circostanze ed essi avevano veduto miracoli, guarigioni, liberazioni. Erano passati di meraviglia …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti