Meditazione del giorno: FINIRE LA CORSA

di DAVID WILKERSON  – “Chi di voi infatti, volendo edificare una torre, non si siede prima a calcolarne il costo, per vedere se ha abbastanza per portarla a termine? Che talora, avendo posto il fondamento e non potendola finire, tutti coloro che la vedono non comincino a beffarsi di lui, dicendo: “Quest’uomo ha cominciato a costruire e non è stato capace di terminare” (Luca 14:28-30).

Gesù proferì queste parole verso il termine del Suo ministero sulla terra, allo scopo di avvertire i Suoi seguaci che le buone intenzioni non sarebbero state sufficienti per affrontare i loro momenti difficili. Molti seguaci non avrebbero avuto ciò che serviva per finire la corsa!

Credo che la più tragica condizione possibile sia iniziare con tutti gli intenti di afferrare Cristo e crescere in una disciplina di maturità, ma poi invece sviarsi lentamente, e diventare freddi e indifferenti nei Suoi confronti. Costui ha posto un fondamento ma non è riuscito a portare a termine il lavoro, perché non ha calcolato prima il costo. Ha esaurito le risorse; è andato lontano, ma poi ha abbandonato.

Dio, risvegliaci e facci capire che tutti noi stiamo cambiando. Non esiste lo stare fermi: o stai cambiando quotidianamente all’immagine di Cristo, oppure stai ritornando alle tue vecchie vie carnali. Per coloro che sono determinati ad afferrare Cristo ad ogni costo, che stanno prendendo la propria croce, rinnegando sé stessi e andando avanti con Lui, Paolo disse: “E noi tutti, contemplando a faccia scoperta come in uno specchio la gloria del Signore, siamo trasformati nella stessa immagine di gloria in gloria, come per lo Spirito del Signore” (2 Corinzi 3:18).

Quale gioia incontrare coloro che stanno finendo la corsa. Essi stanno crescendo nella sapienza e nella conoscenza di Cristo, divenendo sempre più distanti dal mondo e dai suoi piaceri, concentrandosi sempre più sul cielo. I loro sensi spirituali sono altamente esercitati, e il loro discernimento di cosa appartenga a Dio e cosa alla carne sta crescendo sempre di più. Più invecchiano, più hanno fame di Cristo. Hanno tagliato fuori dalla propria vita ogni attaccamento terreno, e con intensità crescente anelano stare con Lui nella Sua gloria. Per loro, il morire è guadagno, e il premio finale è di essere chiamati alla Sua presenza per stare al Suo fianco per sempre. Non è il cielo che cercano, ma Cristo nella gloria!

Puoi stare certo che quando Cristo ritornerà, Egli avrà una chiesa gloriosa che brama andare con Lui. Essa sarà composta da coloro che sono divenuti talmente distaccati dal mondo e così uniti a Lui che spostarsi dallo stato corruttibile all’incorruttibile non sarà altro che un ultimo passo d’amore verso la Sua presenza!

Forse sei caduto durante la corsa cristiana, ma puoi rialzarti e ricominciare a correre. Gesù non ti lascerà steso a terra sulla pista, esausto e zoppicante. Egli rialzerà le tue ginocchia deboli e ti darà una forza soprannaturale per finire la corsa.

Egli non ti deluderà. Per grazia, finirai la corsa e il Signore starà alla linea d’arrivo per dirti: “Ben fatto!”

I commenti sono chiusi.