Meditazione del giorno: Anche nel riso c’è l’afflizione

di  William MacDonald   –  “Anche nel riso il cuore può essere nell’afflizione, e la gioia stessa può finire nel dolore”. (Proverbi 14:13) –  Niente è perfetto in questa vita. La gioia è mista col dolore. Ogni diamante ha un difetto. Ogni persona ha un carattere imperfetto. In tutte le realtà della vita, c’è il verme nella mela. E’ bello essere idealisti; Dio ha posto in noi un desiderio per la perfezione. Ma è anche bello essere realisti; non troveremo mai la perfezione assoluta sotto il sole.

E’ facile per i giovani pensare che solo la loro famiglia ha problemi. O che i loro genitori sono gli unici che non hanno la brillante personalità dei personaggi televisivi.  E’ facile restare delusi dalla nostra comunione nella chiesa locale, pensando sempre che è tutto roseo nella chiesa che sta dall’altro lato della strada. Oppure è facile essere sempre, nella vita alla ricerca di amicizie che sono puramente ideali. Ci aspettiamo la perfezione negli altri, anche se non possiamo produrla in noi stessi. Siamo difronte al fatto comunque che ognuno di noi ha difetti di personalità, alcuni di più, altri di meno. Spesso più eccezionale una persona è, e più evidenti sono i suoi difetti. Invece di restare delusi dai difetti, faremmo bene a sottolineare le buone qualità che ci sono negli altri credenti. Ognuno ne ha qualcuna. Ma solo una persona le possiede tutte, ed è il Signore Gesù.

Penso spesso che il Signore ci ha di proposito lasciati con un desiderio di insoddisfazione per la perfezione quaggiù, in modo che possiamo riguardare a Colui nel quale non c’è né difetto né macchia. Egli rappresenta la somma di tutte le bellezze morali. Non c’è delusione in Lui.

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Meditazione del giorno: Stabili e fermi
    In Devotional
    di  J. C. PHILPOT  –  “il Signor nostro Gesù Cristo… vi confermi in ogni buona parola ed opera.“ 2 Tessalonicesi 2:17  –   La famiglia vivente di Dio deve essere stabilita nella verità, per non essere mai come “bambini sballottati qua e là da qualsiasi vento di dottrina“. Non è sufficiente che un edificio sia edificato: deve essere anche reso stabile per essere certi che non crollerà. Il momento più ansioso per il costruttore è quello del collaudo finale, per vedere come l’edificio resterà stabile, come le pareti sosterranno il tetto, ed ogni parte dell’edificio non cederà, senza rigonfiamenti e senza [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • CHI, E COSA E’ DIO
    di BILLY GRAHAM  –  Nella Bibbia Dio si rivela in mille maniere e se noi la leggiamo con eguale attenzione e regolarità del nostro giornale quotidiano, saremo informati di Dio  come  del  nostro giocatore di calcio favorito! Come un diamante ha molteplici facce, così gli aspetti della rivelazione di Dio circa Se stesso, sono innumerevoli e riempirebbero degli interi volumi. Ne illustrerò quattro che sembrano i più significativi e che dovremo sempre ricordare. Primo: La Bibbia dichiara che Dio è Spirito. Gesù parlando alla donna del pozzo di Sichar dà questa penetrante definizione: “Iddio è Spirito” (Giov. 4:24). A che pensate quando dite le parole spirito? Quali immagini questa parola suscita in voi? Pensate ad una nube di vapore fluttuante nel cielo? Lo Spirito è uno […]
  • UNA CHIESA CONSCIA DI DIO
    di Donald Gee  –   Lo stesso Dio che è stato una realtà per i cristiani del primo secolo desidera esserlo per i cristiani della presente generazione.  –   Recentemente, mentre rileggevo in Atti 15 la cronistoria del concilio di Gerusalemme, fui colpito, come mai prima, dell’enfasi posta su DIO. Questa enfasi porta sostanzialmente all’affermazione conclusiva : “E’ parso bene allo Spirito Santo ed a noi” (v. 28). Tale linguaggio poteva sembrare originale o presuntuoso, oppure esprimeva la ferma convinzione che era proprio così. “ Dio elesse fra noi”, disse Pietro (v. 7) ; “Dio ha dato loro lo Spirito Santo, come a noi” (v. 8). Paolo e Barnaba narrarono loro “quali segni e prodigi Iddio aveva fatto per mezzo di loro fra i Gentili” (v. 12). In ogni riga si legge: “Dio – Dio […]
  • Come Dio ci guida.
    di  FRANCIS W. DIXON  –  «I passi dell’uomo dabbene con diretti dall’Eterno ed egli gradisce le vie di lui. Se cade, non è però atterrato, perché l’Eterno lo sostiene per la mano». (Salmo 37:23-24).  Per quanto m’è possibile ricordare, il Salmo 37 è stato sempre uno dei miei brani favoriti delle Scritture, e in particolare i versi 23 e 24. La ragione di ciò è che quand’ero bambino mio padre mi regalò una Bibbia, nella cui pagina interna di copertina erano scritte le parole : “A John da Mamma”. Quella Bibbia era stata regalata a mio padre da sua madre e, sotto la piccola dedica, ella aveva scritto: Salmo 37 :23, 24. Ricordo di aver chiesto a mio padre che cosa ciò […]
  • Il Battesimo nello Spirito Santo di Dwight L. Moody
    di S.B Shaw –   Ho visto per la prima volta il signor Moody nel 1876. Stava conducendo una riunione al Farewell Hall. Quando sono entrato nella sala, vidi un gran numero di pastori sulla piattaforma e ho detto a un fratello che era accanto a me: “Vedi quell’uomo vicino all’organo? E’ il signor Moody“.  Egli rispose: “Come fai a saperlo, l’hai mai visto prima d’ora?” Ho risposto, “No, ma posso dirlo; egli sembra che gioisca nella religione più di tutti gli altri”. Lui sorrise e disse: “Credo che tu abbia ragione.“ […]
  • LA LODE PORTA LA VITTORIA
    di Peter Scothem  – Ti senti solo, scoraggiato e impaurito? Allora alza il tuo cuore a lodare il Signore! Sei debole, ammalato e abbattuto? Allora alza la tua voce a lodare il Signore! La lode è il linguaggio della fede. Un cuore che loda è sempre un cuore che crede. La lode è la fede in azione! La lode ravviverà l’anima tua e farà suonare le campane della gioia nel tuo cuore.Sai tu che la mancanza di lode può ritardare un esaudimento delle tue preghiere?Quanti fra i figli di Dio passano delle ore a pregare e a supplicare, e poi vanno a mani vuote, perché hanno mancato di dare la risposta con la lode! La fede vuol dire ringraziare mentre la risposta sta ancora arrivando. La fede vuol dire lodare finché la benedizione di Dio divenga realtà. Paolo e Sila furono […]
  • UNA SANA FAMIGLIA
    di Philip Nunn  –  Studio sulla seconda lettera di Giovanni.  –  La seconda lettera di Giovanni è l’unica lettera apostolica indirizzata a una donna, “alla signora elette e ai suoi figli” (v.1). Alcuni commentatori suggeriscono che Giovanni stia usando un linguaggio simbolico dove “la signora eletta” si riferisce alla chiesa locale, e che quando alla fine scrive “ i figli della sorella eletta ti salutano” (v.13), si riferisce a un’altra chiesa locale. Le istruzioni utili e pratiche contenute in questa corta lettera sono importanti per il singolo individuo e anche per la chiesa locale, ma non c’è motivo per cui questa lettera non possa essere letta come un incoraggiamento e un avvertimento per una famiglia, forse per una famiglia monoparentale. Ci sono tre parole che vengono […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti