Meditazione del giorno: L’immensa pietà di Dio

meyerfb

di F.B. Meyer  –  “Allora tolsero di mezzo a loro gli dei stranieri e servirono l’Eterno che si addolorò per la sofferenza d’Israele” (Giudici 10:16).  –  È senza dubbio il modo più intenso di esprimere la pietà di Dio, ossia, adoperando termini presi in prestito dalle nostre esperienze umane. In nessun altro modo potremmo realizzare l’amore e la compassione del nostro caro Padre celeste. Lo stato di miseria in cui si trovava Israele era dovuto ai peccati che avevano caratterizzato la sua storia, ma Dio nel Suo immenso amore aveva già meditato in merito alla loro sofferenza e bramava la liberazione del Suo popolo.

Questa è la spiegazione delle prime parole che Dio rivolse ad Adamo. Una delle versioni della Bibbia sostituisce le parole “Dove sei?” con “Sono addolorato per te!” come se Dio stesse cercando per i giardini dell’Eden con il cuore rotto, addolorato per la miseria dei Suoi figli.

Questo fu il lamento dello Spirito di Dio per tutto il Vecchio Testamento: “Come farei a lasciarti, o Efraim? Il mio cuore si commuove tutto dentro di me, tutte le mie compassioni si accendono”. “Tu sei distrutto, o Israele !” – Egli cercò e non vide nessuno, si meravigliò che non ci fosse nessuno da aiutare, allora il Suo stesso braccio lo salvò. Ciò portò all’incarnazione e Passione del nostro Signore. “Guardai, ma non c’era nessuno che mi aiutasse; rimasi stupito che nessuno mi sostenesse. Allora il mio stesso braccio mi ha salvato e il mio furore mi ha sostenuto” (Isaia 63:5).

Questo caratterizzò la vita terrena del nostro Signore. Quando guardò la città e previde tutto il male che gli sarebbe accaduto, Egli non riusci a trattenere le lacrime. “L‘Eterno che si addolorò”. Molto probabilmente, tu che stai leggendo, stai soffrendo a causa dei tuoi sbagli e dei peccati commessi in passato. I problemi che ti assillano sono il diretto risultato dell’aver abbandonato Dio. Egli poteva ed avrebbe voluto salvarti, ma hai reso vano ogni Suo intervento, perché hai rifiutato le Sue attenzioni. E adesso Egli soffre per te. Se solo riuscissi ad abbandonare i tuoi peccati e tornare a Lui, Egli manderebbe di certo un Jefte in tuo aiuto.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

ABBIAMO TROVATO IL MESSIA   -  UN EBREO INCONTRA GESÙ

P. GHENNASSIA  –  Cari fratelli, nell’Evangelo di Giovanni si legge questo passo: «Abbiamo trovato il Messia» (Giovanni 1:41). Con queste parole Andrea annuncia con gioia a suo fratello Simon Pietro la meravigliosa notizia. Ed è con non meno gioia che anche noi, mia moglie ed io, vogliamo dirvi: «Abbiamo infine trovato il Messia», perché, israeliti tutti e due e per di più molto religiosi e praticanti, eravamo di …
Leggi Tutto

PUNTI CONTROVERSI

di Roberto Bracco  Indice:   Introduzione  Faccia parte d’ogni suo bene Il carname e le aquile Verecondia e modestia Se hanno fatto queste cose al legno verde Pasti di carità Sarà salvata partorendo figli Culto cristiano La moglie di Caino Onora tuo padre e tua madre In man di Satana  Introduzione  Questo volumetto è dedicato a tutti coloro che fanno della Bibbia l’alimento e la gioia della loro anima …
Leggi Tutto

Chuck Norris, Walker Texas Ranger: È molto importante fare pace con Dio

Chuck Norris, ex campione di arte marziale ed attore di fama mondiale, ha girato più di 20 film e diverse serie televisive.  Chuck afferma che i veri uomini vivono per Cristo.  Nel suo ruolo di uomo di ferro nella nota serie televisiva “Walker Texas Ranger”, egli rappresenta colui che è pronto ad aiutare gli altri, ma nella sua vita privata sa di avere bisogno dell’aiuto che viene dall’alto.  In un’intervista alla …
Leggi Tutto

PIÙ VOLENTIERI AL MERCATO CHE NEL SANTUARIO

di Vance Havner  –  «A chi assomiglierò io questa generazione? Ella è simile ai fanciulli seduti nelle piazze che gridano ai loro compagni e dicono: Vi abbiamo suonato il flauto e voi non avete ballato» (Matteo 11:16,17). Oggi molti cristiani giocano alla religione. Essi si trovano perfettamente a loro agio in questo mondo: vivono serenamente, comprano, vendono, acquistano, guadagnano; la loro mente è tutta dedita ai profitti e …
Leggi Tutto

"Umiltà: il Cuore di un Servo"

AGOSTINO MASDEA: “Umiltà: il Cuore di un Servo” – Sermone sul testo di Filippesi 2:1-11  ” 1 Se dunque vi è qualche consolazione in Cristo, qualche conforto d’amore, qualche comunione di Spirito, qualche tenerezza e compassione, 2 rendete perfetta la mia gioia, avendo uno stesso modo di pensare, uno stesso amore, un solo accordo e una sola mente 3 non facendo nulla per rivalità o vanagloria, ma con umiltà, ciascuno di voi stimando …
Leggi Tutto

PERCHE’ PREDICHIAMO IL BATTESIMO NELLO SPIRITO SANTO

“Ragione storica“. – La cristianità della nostra generazione ha smarrito il significato del messaggio della Pentecoste. Le chiese non guardano più a questa data o a quest’avvenimento come ad una meta che, come è stata raggiunta ieri, deve essere raggiunta, nel succedersi dei secoli, da ogni nuova generazione. La potenza dello Spirito Santo, l’effusione del dono divino, il battesimo celeste promesso da Gesù… sono diventate espressioni teoriche e quindi …
Leggi Tutto

INGRATITUDINE

di FILIPPO WILES   –  Purtroppo l’ingratitudine è inerente alla nostra natura. Quando si tratta di bambini ci si può passare oltre, tal­volta, ma ciò non è il caso con gli adulti.  L’ingratitudine è stata causa di mol­te sofferenze e addirittura di conse­guenze fatali ed eterne. La storia del­l’uomo è iniziata con l’ingratitudine e terminerà con la medesima. Sta scrit­to, «…pur avendo conosciuto Iddio non l’hanno glorificato come …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti