Le dimensioni dell’amore di Dio.

di F. B. MEYER  –  “…perché Cristo abiti nei vostri cuori per mezzo della fede,  affinché, radicati e fondati nell’amore, possiate comprendere con tutti i santi quale sia la larghezza, la lunghezza, la profondità e l’altezza, e conoscere l’amore di Cristo che sopravanza ogni conoscenza, affinché siate ripieni di tutta la pienezza di Dio.” – (Efesi 3:17-19)

Le dimensioni dell’amore di Cristo! E’ vasto come l’umanità, “Dio ha tanto amato il mondo” ( Giov 3:16, cf 1 Giov 3:16 ), la lunghezza dell’amore  di Dio ha inizio, e non avrà mai fine. Dio è amore ( 1 Giov.  4:08,16 ), e il Suo amore rimane per sempre, indissolubile, immutabile, un continuo presente. La sua altezza – come le acque del Diluvio superarono le montagne più alte, così questo Amore copre tutti i nostri peccati, (Rom. 5:20). E’ alto quanto il cielo sopra la terra. La sua profondità – Cristo, il nostro Signore, è sceso nelle parti più basse,  prima di salire in alto. Ha toccato il pozzo profondo del nostro peccato e della nostra miseria, del nostro dolore e del nostro bisogno. Per quanto in basso tu possa essere caduto, o umile la tua sorte, le braccia eterne ( Deut. 33:27 ) del Suo amore sono sempre sotto di te.

L’ apostolo parla per iperbole, quando prega che  possiamo giungere a conoscere l’amore di Cristo che sopravanza  ogni conoscenza. Non possiamo misurare l’amore di Cristo, ma possiamo beneficiarne. Probabilmente l’unico modo per conoscere l’amore di Cristo è quello di cominciare a mostrarlo. L’emotivo che viene facilmente influenzato dal piacere dei sensi, non lo conosce, il teorico o colui che si entusiasma facilmente non lo conosce, ma l’anima che cerca di mostrare l’amore di Cristo, lo conosce. Più l’amore di Cristo attraverso di te si espande, si estende, aumenta, si accresce, più conoscerai questo amore, non intellettualmente, ma praticamente. ( 1Giov.  4:11-12; 1Giov. 4:20-21 ).

Ma tu dici: “Ci sono persone nella mia vita che non posso amare.”  E’ vero, ma devi distinguere tra l’amore e l’emozione o l’amore sentimentale. Potresti non essere in grado di sentire amore, inizialmente, ma puoi disporti  ad essere il canale dell’amore di Cristo. Non posso amare, ma Cristo è in me, ed Egli può. Sarebbe troppo chiedere che ciò avvenga in noi e negli altri? No, perché Dio è già all’opera in noi per mezzo dello Spirito Santo, ed Egli è in grado di fare infinitamente al di là di tutte le nostre richieste o dei pensieri più elevati.  Guarda più lontano che puoi, formula il tuo più elevato pensiero, e l’Amore Divino sarà sempre infinitamente in anticipo.

PREGHIERA :  Ti ringraziamo, o Dio, per l’infinito amore che ci hai dato in Gesù Cristo. Non abbiamo le misure della sua altezza e profondità, della larghezza e della sua lunghezza. Insegnaci con tutti i santi a conoscere di più perché possiamo amare di più. AMEN.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

PREGARE PER UN RISVEGLIO SPIRITUALE

di CARTER CONLON – La Parola di Dio ci fornisce numerosi esempi delle cose incredibili che accadono quando il popolo di Dio prega. Per esempio, nel II libro dei Re, il sovrano di Siria circondò le città in sui si trovava il popolo di Dio. Era un esercito così numeroso che il servo di Eliseo guardò oltre il muro della città e chiese, “Cosa faremo? Sono più numerosi …
Leggi Tutto

PAROLE E FATTI

Ogni cristiano deve desiderare ardentemente l’approvazione di Dio e per conseguirla deve essere risolutamente disposto a rinunciare alla purtroppo ambita approvazione umana. Se questo sano desiderio non giganteggia nel cuore, la vita del fedele sarà sempre un susseguirsi di mezze misure o di compromessi che ostacoleranno ogni progresso spirituale e ogni conquista cristiana …
Leggi Tutto

UNA PROMESSA PER OGGI: IL MIO AMORE PERFETTO CACCERÀ VIA LA PAURA DAL TUO CUORE. 

-Nell’amore non c’è paura; anzi, l’amore perfetto caccia via la paura. (1 Giovanni 4:18)  –  Secondo la Concordanza Biblica Strong, il significato della parola greca per “perfetto” è “completo”. Immaginate un amore completo in tutto. L’amore di un padre, l’amore di una madre, l’amore di un amico, l’amore di un fratello, l’amore di un coniuge, ecc. Qualunque tipo di amore abbiamo bisogno, la vera sorgente si trova nella completezza …
Leggi Tutto

UN MOTIVO PER RALLEGRARSI

di R. Carmicheal   –   Il Signore ha dei piani meravigliosi per il vostro futuro. Forse voi vi chiedete come io possa affermare una cosa del genere giacché probabilmente non ci siamo mai incontrati. Beh, quest’affermazione la poggio non tanto sulla conoscenza della vostra (o della mia) persona, ma sulla conoscenza del Signore. Non importa in quale situazione vi troviate – che sia meravigliosa o terribile. Il Signore ha …
Leggi Tutto

UN SEGRETO SULLA GRAZIA

di Max Lucado  –  Ecco un segreto sulla GRAZIA:  dieci piccole parole che spiegano tutto quello che c’è da sapere: “Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?” (Romani 8:28). Da un lato questo concetto può sembrare cosi semplice, in realtà, queste parole contengono un significato veramente profondo. Esaminiamo attentamente le quattro parole di questo versetto. Leggete lentamente la frase: “Dio è per noi”. Fate una …
Leggi Tutto

Grandi inni: Just as I am - (Così qual sono).

Questo famoso inno è stato composto da Charlotte Elliott.  Fin dalla sua giovane età Charlotte era consapevole della sua natura peccaminosa e della sua incapacità a resistere alle lusinghe del peccato. Crescendo, Charlotte si sentiva sempre più indegna della grazia di Dio e insufficiente  di fronte a un Dio perfetto e giusto. Chiese aiuto a molti pastori, i quali la consigliavano di pregare di più, di studiare la …
Leggi Tutto

L'Ammirabile

di BILLY SUNDAY    –   «Il Suo Nome sarà chiamato: L’Ammirabile».  Isaia 9:6  –   Anticamente ogni nome aveva un significato; ciò è ancora vero fra gl’india­ni e fra quei popoli che vivono tuttora in modo primitivo.  Ogni nome della Bibbia ha un signi­ficato, ed è di grande aiuto nella lettu­ra delle Scritture ricercare la definizio­ne propria di ogni nome. Vi sono nella Bibbia duecento cinquantasei nomi dati al Signore …
Leggi Tutto

Non siamo protestanti.

di ROBERTO BRACCO   –    –  Il 10 dicembre 1520 Martin Lutero, l’impetuoso agostiniano che ha legato il proprio nome a quel movimento di riforma religiosa che rappresenta l’avvenimento più sensazionale dello infuocato XVI secolo, bruciava pubblicamente la bolla papale che decretava la sua scomunica e protestava così, nel modo più audace contro la chiesa di Roma.     Il 19 aprile 1529 i Principi che avevano apertamente aderito al …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti