Meditazione del giorno: Consci di essere Suoi

di Vance Havner  –  Il Signore conosce quelli che sono suoi (2 Timoteo 2:19). Noi sappiamo che siamo da Dio (1 Giovanni 5:19). Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli, se avete amore gli uni per gli altri (Giovanni 13:35).  –   Dio conosce i suoi. È buono che Egli lo sappia, perché a volte sarebbe difficile per noi determinare chi sia Suo o meno! Il cielo ci sorprenderà in entrambi i casi.  Noi possiamo sapere che siamo Suoi. In 1 Giovanni troviamo tantissimi indizi sulla “consapevolezza” di far parte al popolo di Dio più che in altri libri della Bibbia.

E gli altri ci riconosceranno grazie all’amore, che sarà il nostro distintivo. Né lingua, né fede, né profezia, né conoscenza, né martirio, né filantropia solo l’amore sarà il
segno distintivo del Cristiano. Com’è possibile che si riesca a coltivare tutte queste cose ma fallire nell’amore!

Tutti potrebbero sapere che siamo Suoi. Dio lo sa, noi lo sappiamo e gli altri ci riconosceranno. È una fede cosciente.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Sei Cristiano?

 di  ROBERTO BRACCO INDICE –  Introduzione –  Conoscere Cristo –  Giustificazione –  Nuova nascita –  Pace e gioia –  Speranza e fede –  Amore –  Offerte –  Vita sociale e familiare –  Testimonianza Il nostro secolo è il secolo delle imitazioni e dei surrogati. Sembra che lo sforzo scientifico sia teso alla sostituzione dell’autentico con il falso, dell’originale con la copia. Questo programma di ampio respiro include, nel …
Leggi Tutto

Una Testimonianza

di ROBERTO BRACCO – Lettura biblica: 1 Timoteo 1:12-20 – La storia di Saulo da Tarso, persecutore della Chiesa cristiana, fariseo zelante, difensore della fede giudaica, è troppo nota per aver bisogno di essere ricordata, ma la testimonianza che egli rende, attraverso questa pagina della sua lettera a Timoteo, esprime un messaggio così vivo, così attuale, da non poter essere ignorato. In poche parole, l’apostolo mette a fuoco …
Leggi Tutto

PIÙ VOLENTIERI AL MERCATO CHE NEL SANTUARIO

di Vance Havner  –  «A chi assomiglierò io questa generazione? Ella è simile ai fanciulli seduti nelle piazze che gridano ai loro compagni e dicono: Vi abbiamo suonato il flauto e voi non avete ballato» (Matteo 11:16,17). Oggi molti cristiani giocano alla religione. Essi si trovano perfettamente a loro agio in questo mondo: vivono serenamente, comprano, vendono, acquistano, guadagnano; la loro mente è tutta dedita ai profitti e …
Leggi Tutto

CHIESI A DIO

Chiesi a Dio la forza Per compiere qualcosa; fui reso debole per ubbidire umilmente. Chiesi a Dio la salute per fare cose maggiori; ricevetti infermità per fare cose migliori. Chiesi la ricchezza per diventare felice; Ricevetti povertà per acquistare sapienza. Chiesi la potenza per essere onorato dagli uomini; Ricevetti debolezza per riconoscere la mia dipendenza da Dio. Chiesi ogni cosa per godere la vita; ricevetti la vita per …
Leggi Tutto

GEORGE VERWER: UNA GRANDE IMMAGINE

GEORGE VERWER – Domenica 27 Luglio 2014 – Chiesa Alfa Omega …
Leggi Tutto

UNA PROMESSA PER OGGI: IL MIO AMORE E’ ETERNO E LA MIA FEDELTÀ DURA PER SEMPRE!

Poiché l’Eterno è buono; la sua benignità dura in eterno e la sua fedeltà per ogni età. (Salmo 100:5)  –   Il nostro Dio e Padre è buono e la sua misericordia durerà per sempre. Più saremo convinti della Sua bontà, tanto più cederemo all’incredibile amore che Egli sparge su di noi ogni giorno. Il nemico della nostra anima a provato a raffigurarci Dio come un irraggiungibile, arrabbiato, religioso, …
Leggi Tutto

CONVERSIONE E CORAGGIO DEL VECCHIO  ZI PEPPE

Uno spaccato di testimonianza del clima religioso nell’immediato dopoguerra. La semplicità di un anziano credente vs. la prosopopea e la teologia di un vescovo cattolico.    (Da una lettera di un pastore battista, di Schiavi d’Abruzzo, a Stefano Testa, un ministro di Los Angeles, California.) Caro fratello Testa, il miglior lavoro in Italia viene fatto dai fratelli pentecostali. Essi prendono di mira una persona e non la lasciano …
Leggi Tutto

COME SUPERARE L’AUTOCOMMISERAZIONE

di  TIM LAHAYE  –  La pietà verso se stessi non è solo un peccato, è anche una cattiva abitudine. Più uno si lascia trasportare da essa e più sprofonda in un certo modo di pensare nel quale cercherà rifugio ogni volta che gli accadrà qualcosa di sgradevole. Nella maggior parte le nostre reazioni sono dettate dall’abitudine e sono messe in moto dai nostri istinti e dalle circostanze esterne …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti