Meditazione del giorno: Diventa mio sacerdote…

di F. B. MEYER    –      Mikah gli disse: «Rimani con me, e sii per me padre e sacerdote”. (Giudici 17:10)  –   Gli uomini hanno sempre desiderato un sacerdote. In ogni epoca della storia del mondo, dove c’è stata una tenda che indicava la presenza di vita umana, c’è stato un altare che indicava la coscienza dell’uomo di Dio, e un sacerdote che indicava la sua consapevolezza di indegnità per entrare nella presenza Divina. L’uomo ha sempre preso uno dei suoi simili,  il cui carattere sembrava meno impuro di quello di altri, e dopo averlo esentato con riti speciali dagli ordinari impegni della vita, gli ha promesso sostegno ed onore, solo se accettasse di operare per lui come sacerdote.

Diventa mio sacerdote; di per me a Dio ciò che io non so dire. I sacrifici offerti dalle tue mani hanno più probabilità di essere da lui graditi di quanto lo siano se offerti dalle mie.

–          Guardiamoci della religione che ignora il desiderio dell’uomo per un sacerdote. – Il mondo abbonda di tentativi per avere sistemi religiosi, da cui la concezione del sacerdote è soppressa. Questi riducono il culto di Dio ad un sistema di alto-pensiero, ma falliscono nel trattare con la coscienza dell’uomo riguardo al peccato, e al suo desiderio di una pace consolidata.

–          Ricordiamo che tutti i sacerdoti alla fine falliscono. – Dio li ha messo tutti da parte, instaurando il perfetto Sacerdozio di Cristo. “Noi abbiamo un sommo sacerdote così grande, che si è posto a sedere alla destra del trono della Maestà nei cieli, ministro del santuario e del vero tabernacolo, che ha eretto il Signore e non un uomo.” (Ebrei 8:1-2)

Le stelle sono inutili quando sorge il sole. Il sacerdozio umano non è più necessario in quanto il Figlio di Dio è passato attraverso i cieli per essere un sacerdote in eterno secondo l’ordine di Melchisedec. Nessuno ha il diritto di porsi come sacerdote per gli altri, se non nel senso che tutti i cristiani sono tali.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Passione per le anime

by pastor J. D. Jones (definito: the man with the mouth of gold – l’uomo dalla bocca d’oro)   –  Quando studio le storie riportate dei vangeli, la mia attenzione è catturata e si sofferma su una importante caratteristica del carattere di Cristo –  il Suo amore smisurato per gli uomini, la sua passione per le anime. La motivazione suprema nella vita del nostro Signore era la Sua totale obbedienza alla …
Leggi Tutto

State andando troppo veloci

di WILLIAM BOOTH (Fondatore Esercito della Salvezza) (1829 – 1912) – Dicono che andiamo troppo veloce! Questa accusa ci viene mossa da tutte le direzioni. Ai nostri nemici non piace la nostra velocità e i nostri amici hanno paura di essa. Cosa intendono dire? Se si lamentassero del fatto che non siamo andati abbastanza veloci , li avrei potuto capire. Se i nostri nemici potessero sostenere che dopo …
Leggi Tutto

Io benedirò i costruttori di pace e li chiamo miei figli

Beati coloro che si adoperano per la pace, perché essi saranno chiamati figli di Dio. (Matteo 5:9) Come pensi si senta un padre nel vedere i suoi figli litigare in casa sua? Come padre io stesso so quanto dispiacere ho provato quando ho visto i miei figli non andare d’accordo. Il cuore di un padre è per la pace e l’armonia dei suoi figli. Quando penso a questa promessa, sono …
Leggi Tutto

"Umiltà: il Cuore di un Servo"

AGOSTINO MASDEA: “Umiltà: il Cuore di un Servo” – Sermone sul testo di Filippesi 2:1-11  ” 1 Se dunque vi è qualche consolazione in Cristo, qualche conforto d’amore, qualche comunione di Spirito, qualche tenerezza e compassione, 2 rendete perfetta la mia gioia, avendo uno stesso modo di pensare, uno stesso amore, un solo accordo e una sola mente 3 non facendo nulla per rivalità o vanagloria, ma con umiltà, ciascuno di voi stimando …
Leggi Tutto

IL BATTESIMO DELLO SPIRITO SANTO normale esperienza cristiana.

di LEWI PETHRUS   –    «Or gli apostoli ch’erano a Gerusalemme, avendo inteso che la Samaria aveva ricevuto la Parola di Dio, vi mandarono Pietro e Giovanni. I quali, essendo discesi là, pregarono per loro affinché ricevessero lo Spirito Santo; poiché non era ancora disceso sopra alcuno di loro, ma erano stati soltanto battezzati nel nome del Signor Gesù. Allora imposero loro le mani, ed essi ricevettero lo …
Leggi Tutto

DAI NOSTRI CULTI: "UN DIADEMA AL POSTO DELLA CENERE".

Pastore Agostino Masdea  –  Predicazione di Domenica 6 Aprile 2014  –  (ISAIA 61:1-3)                                    Gesù Cristo è pronto a sostituire la tua cenere con un diadema, il tuo cordoglio e il tuo il lutto, con “olio di letizia”, le tenebre della tua vita con la luce meravigliosa della sua presenza, la condizione di …
Leggi Tutto

Sermone A. Masdea - 4-11-2012

A. MASDEA –  RELIGIOSO NON VUOL DIRE ESSERE SALVATO (1 Corinzi 5) …
Leggi Tutto

ESSERE COME TRALCI

Ci sono due problemi che fanno particolarmente soffrire la chiesa di Gesù Cristo: l’immaturità e la solitudine in cui vivono alcuni credenti! Benché siamo abituati a guardare queste cose con meno apprensione di azioni decisamente peccaminose e malvagie, pur nondimeno costituiscono un grave ostacolo, sia per lo sviluppo della propria vita spirituale, sia per il progresso della testimonianza dell’Evangelo. Vivere nell’immaturità, significa, secondo il dettato biblico, restare eternamente …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti