Comunione con Lui

di C.H. Spurgeon  –  Se diciamo di avere comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, noi mentiamo e non mettiamo in pratica la verità” 1 Giovanni 1:6   –  Quando siamo stati uniti a Cristo per fede, siamo stati portati in una così grande comunione con Lui, da essere resi uno con Lui, e i Suoi interessi e i nostri sono diventati una stessa cosa. Abbiamo comunione con Cristo nel Suo amore. Ciò che Lui ama, anche noi lo amiamo. Egli ama il Suo santo popolo – e così anche noi. Egli ama i peccatori – e così anche noi. Egli ama la povera razza umana morente, e anela a vedere i deserti della Terra trasformati in giardini del Signore – e così anche noi.

Abbiamo comunione con Lui nei Suoi desideri. Egli desidera la gloria a Dio – e noi lavoriamo per lo
stesso scopo. Egli desidera che i santi possano essere con Lui dov’Egli è – e anche noi desideriamo essere lì con Lui. Egli desidera portare via il peccato – ecco, noi lottiamo sotto la Sua stessa bandiera. Egli desidera che il nome di Suo Padre possa essere amato e celebrato da tutte le Sue creature – e noi preghiamo sempre: “Venga il Tuo regno e sia fatta la Tua volontà in Terra come è fatta nei cieli”.

Abbiamo comunione con Cristo nelle Sue sofferenze. Noi non siamo inchiodati alla croce, né moriamo di una morte crudele, ma quando Egli viene deriso o disprezzato, anche noi lo siamo; ed è una cosa molto dolce essere odiati per Lui, essere disprezzati perché siamo servitori del Maestro, e avere il mondo contro di noi. Il discepolo non può essere superiore al Suo Signore.

Con i nostri limiti, abbiamo comunione con Lui nelle Sue opere, ministrando agli uomini mediante la Parola di verità e opere d’amore. Il nostro pane e la nostra bevanda è, come per Cristo, fare la volontà di Colui che ci ha mandati e compiere la Sua opera.

Abbiamo anche comunione con Cristo nelle Sue gioie. Gioiamo nella Sua felicità, ci rallegriamo nella Sua esaltazione. Hai mai assaporato questa gioia, credente? Non c’è piacere più puro e più meraviglioso in questa vita che avere la gioia di Cristo compiuta in noi, affinché la nostra gioia sia completa.

La sua gloria attende che noi completiamo la nostra comunione, poiché la Sua Chiesa siederà con Lui sul Suo trono, come Sua amata sposa e regina.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Mike 2012-09-07--359-N

BREVE MESSAGGIO DI EVANGELIZZAZIONE del pastore AGOSTINO MASDEA  -Predicato nella chiesa di Via Anacapri, Domenica  21 Aprile 1996 – Durata 12′
Leggi Tutto

State andando troppo veloci

di WILLIAM BOOTH (Fondatore Esercito della Salvezza) (1829 – 1912) – Dicono che andiamo troppo veloce! Questa accusa ci viene mossa da tutte le direzioni. Ai nostri nemici non piace la nostra velocità e i nostri amici hanno paura di essa. Cosa intendono dire? Se si lamentassero del fatto che non siamo andati abbastanza veloci , li avrei potuto capire. Se i nostri nemici potessero sostenere che dopo …
Leggi Tutto

SANSONE: FORZA E DEBOLEZZA

di H. CARTER  –  La storia di Sansone, l’uomo forte consacrato a Dio, contiene un insegnamento utile a tutti. È il racconto di un israelita così forte che poteva portare sulle spalle le porte della città di Gaza, ed anche così debole che fu vinto dalle astuzie di una donna.  Leggendo la sua storia, ci si meraviglia ad un tempo sia della sua forza che della sua debolezza. Quando …
Leggi Tutto

PAROLE E FATTI

Ogni cristiano deve desiderare ardentemente l’approvazione di Dio e per conseguirla deve essere risolutamente disposto a rinunciare alla purtroppo ambita approvazione umana. Se questo sano desiderio non giganteggia nel cuore, la vita del fedele sarà sempre un susseguirsi di mezze misure o di compromessi che ostacoleranno ogni progresso spirituale e ogni conquista cristiana …
Leggi Tutto

LA DISCIPLINA NELLA CHIESA. (Ebrei 12:1-14)

di Agostino Masdea   –  Leggi più severe sono invocate da tutti nella società di oggi.  Le regole sono necessarie in una nazione, in una comunità, in un qualsiasi circolo di persone. Dove mancano le leggi e le regole regna il caos e l’anarchia. Il problema è che ogni categoria invoca “severità” per tutte le altre categorie meno che per se stessa. Morale della favola: ognuno tira l’acqua al suo mulino …
Leggi Tutto

Roberto Bracco

 “Dio ti offre più di quanto ti chiede” – 1 Pietro 1:19-20″ …siete stati riscattati dal vano modo di vivere tramandatovi dai vostri padri, ma con il prezioso sangue di Cristo, come quello di un agnello senza difetto né macchia.  Già designato prima della fondazione del mondo, egli è stato manifestato negli ultimi tempi per voi; …
Leggi Tutto

LA BIBBIA, PAROLA DI DIO

Strappata, condannata, bruciata. Odiata, disprezzata, maledetta. Messa in dubbio, guardata con sospetto, criticata. Condannata dagli atei. Schernita dagli empi. Esagerata dai fanatici. Capita ed interpretata male. Oggetto d’infamia e frenesia. Negata nella sua ispirazione divina. – Eppure, essa vive: Vive – come una lampada per i nostri piedi. Vive – come una luce per i nostri sentieri. Vive – come la porta per il cielo. Vive – come …
Leggi Tutto

Signore! Signore!

di Roberto Bracco   –   Questo grido si eleva insistentemente quasi a dimostrare che anche in questi giorni di generale indifferenza esiste un popolo che guarda verso Dio, che parla con Dio, che osserva la legge di Dio. Dalle chiese o dagli individui, dai paesi o dalle città s’innalza e si ripete: Signore, Signore! Non è vero, come affermano alcuni, che non c’è più religione; non è vero che Dio …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti