Comunione con Lui

di C.H. Spurgeon  –  Se diciamo di avere comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, noi mentiamo e non mettiamo in pratica la verità” 1 Giovanni 1:6   –  Quando siamo stati uniti a Cristo per fede, siamo stati portati in una così grande comunione con Lui, da essere resi uno con Lui, e i Suoi interessi e i nostri sono diventati una stessa cosa. Abbiamo comunione con Cristo nel Suo amore. Ciò che Lui ama, anche noi lo amiamo. Egli ama il Suo santo popolo – e così anche noi. Egli ama i peccatori – e così anche noi. Egli ama la povera razza umana morente, e anela a vedere i deserti della Terra trasformati in giardini del Signore – e così anche noi.

Abbiamo comunione con Lui nei Suoi desideri. Egli desidera la gloria a Dio – e noi lavoriamo per lo
stesso scopo. Egli desidera che i santi possano essere con Lui dov’Egli è – e anche noi desideriamo essere lì con Lui. Egli desidera portare via il peccato – ecco, noi lottiamo sotto la Sua stessa bandiera. Egli desidera che il nome di Suo Padre possa essere amato e celebrato da tutte le Sue creature – e noi preghiamo sempre: “Venga il Tuo regno e sia fatta la Tua volontà in Terra come è fatta nei cieli”.

Abbiamo comunione con Cristo nelle Sue sofferenze. Noi non siamo inchiodati alla croce, né moriamo di una morte crudele, ma quando Egli viene deriso o disprezzato, anche noi lo siamo; ed è una cosa molto dolce essere odiati per Lui, essere disprezzati perché siamo servitori del Maestro, e avere il mondo contro di noi. Il discepolo non può essere superiore al Suo Signore.

Con i nostri limiti, abbiamo comunione con Lui nelle Sue opere, ministrando agli uomini mediante la Parola di verità e opere d’amore. Il nostro pane e la nostra bevanda è, come per Cristo, fare la volontà di Colui che ci ha mandati e compiere la Sua opera.

Abbiamo anche comunione con Cristo nelle Sue gioie. Gioiamo nella Sua felicità, ci rallegriamo nella Sua esaltazione. Hai mai assaporato questa gioia, credente? Non c’è piacere più puro e più meraviglioso in questa vita che avere la gioia di Cristo compiuta in noi, affinché la nostra gioia sia completa.

La sua gloria attende che noi completiamo la nostra comunione, poiché la Sua Chiesa siederà con Lui sul Suo trono, come Sua amata sposa e regina.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Ehi Dio! Ci sei?

di Frank Foglio  –  Bellissima testimonianza di una famiglia italiana emigrata in America   –  Era 1925 la mia famiglia; la famiglia Foglio, italiani emigrati in America del nord in Pennsylvania, ci trasferimmo dalla nostra abitazione in una grande fattoria, con novantacinque acri con una grande casa colonica. Un giorno, papà fece una proposta a un uomo di colore, un certo Slim Hopper. Che se avrebbe arato la nostra terra …
Leggi Tutto

DAI SERMONI DI ROBERTO BRACCO

SCEGLIETE OGGI CHI VOLETE SERVIRE  (Giosuè 24) …
Leggi Tutto

GIOIA TRASCENDENTALE

di Jim Cymbala  –  La felicità ha i suoi alti e bassi in base alle nostre mutevoli circostanze. Nasce un bimbo o un nipote, e siamo tutti contenti. Vinciamo una vacanza gratis e siamo in estasi! Il capo ci dà un bell’aumento proprio quando ne avevamo bisogno e siamo entusiasti. Ma l’euforia è solo temporanea. Inevitabilmente, qualcosa cambia e si porta via la nostra felicità. Il bambino si …
Leggi Tutto

LA VITA E IL MINISTERO DI DWIGHT L. MOODY

LA VITA E IL MINISTERO DI DWIGHT LYMAN MOODY – 5 febbraio 1837 – 22 dicembre 1899 Moody disse: “sono l’uomo più sopravvalutato d’America”, ai giornalisti nel 1870 dopo aver tenuto con successo le sue riunioni di risveglio a Philadelphia e a New York. Egli chiamava se stesso “solo un portavoce e l’espressione di una profonda e misteriosa onda di sentimenti religiosi che stava attraversando la nazione.” Ed …
Leggi Tutto

CRISTIANI INFUOCATI

di Agostino Masdea  –  Ci sono molte figure nella Parola che rappresentano lo Spirito Santo: l’olio, il vento, la colomba, il fuoco. A Pentecoste, due di questi simboli, il fuoco e il vento si sono manifestati contemporaneamente, e fu quel tipo di battesimo che segnò una nuova era, perché segnò la nascita della chiesa di Gesù Cristo. Ed è stato quel fuoco, quel battesimo, che ha trasformato quei discepoli …
Leggi Tutto

Amare il prossimo.

di Agostino Masdea  –  “E chi è il mio prossimo?” (Luca 10:27-29)  i) – Prossimo: dall’ebraico”rea” colui che è vicino, col quale stai trattando. Dal greco ” plesion”  –  avvicinarsi. a) Prima di Gesù, anche nel v. T., ” prossimo ” e un termine riservato ai “connazionali” ai “parenti” agli amici e ai compagni. Al massimo il termine si estende allo straniero che dimora in terra di Israele; …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti