Meditazione del giorno: C’è solo un frutto dello Spirito

di George Wood  (Sovrintendente generale delle Assembee di Dio USA)   –  Il primo frutto dello Spirito è l’amore. Alcuni hanno detto che questo è in realtà il frutto da cui tutti gli altri frutti derivano. Non ci sono nove frutti dello Spirito. C’è n’è in realtà uno solo – l’amore. Se abbiamo l’amore, abbiamo tutto il resto.

Tutto il frutto dello Spirito ha un parallelo nell’esperienza non cristiana. Ci sono non-cristiani che sono persone molto amorevoli. Ciò che rende l’amore cristiano differente è che non scaturisce  dall’emozione e dal sentimento. Scaturisce dall’impegno. L’amore cristiano è noto per la sua estensione, per il livello che raggiunge. L’amore umano è spesso basato sull’attrazione. Amiamo coloro che sono in qualche modo per noi attraenti. Ma ognuno ha la sua idea di bellezza. E’ facile amare le persone che appaiono buone.

E’ anche facile amare, quando l’amore viene ricambiato. L’amore romantico dipende dalla reciprocità. Paolo dice in Romani 5 che Dio ci ha amato, mentre eravamo ancora peccatori. Quando eravamo poco attraenti, e quando non c’era amore che poteva essere ricambiato, Gesù ci ha amati lo stesso. Egli ha amato nella misura e nel limite che, per dimostrare la misura del suo amore per noi,  è andato sulla croce.

L’amore cristiano ama non solo quelli che sono all’interno della famiglia, ma va oltre la famiglia per amare anche coloro che sono nel bisogno estremo. Questo è il frutto che il Signore cerca di sviluppare nella nostra vita, un amore duraturo generato dal nostro impegno per Cristo.

Il Nuovo Testamento non da mai per scontato che noi sappiamo come amare. In Romani 12:9-21, ci vengono date una serie di disposizioni  per aiutarci ad amarci l’un l’altro – ricevere gli stranieri e mostrare ospitalità,  onorarci l’un l’altro e vincere il male con il bene. Il Nuovo Testamento è molto chiaro nel delineare come dobbiamo amare. Così Cristo ci raggiunge per mezzo delle nostre preghiere, attitudini e azioni per modellarci e aiutarci a diventare persone che amano.

Potresti non essere dove vorresti essere per dimostrare la tua capacità di amare. Ma il frutto è inerente alla crescita. Ti prenderà dove sei adesso e ti farà crescere da lì. Una delle cose più importanti riguardo l’amore è smettere di cercare qualcuno che ti ami. Tutti potremmo dire: “Sarei una persona migliore se qualcuno mi amasse di più.” Questo potrebbe anche essere vero, ma non abbiamo il potere o il controllo su quello che gli altri fanno. Cristo non ci ha dato uno spirito di timidezza, ma di forza, di amore e di saggezza. Il Signore dice: “Non spendete il vostro tempo alla ricerca di amore. Piuttosto, impiegate il vostro tempo cercando di dare amore. Trovate il modo di esprimere l’amore attraverso parole, azioni e atteggiamenti.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

UN UOMO SPIRITUALE: SIMEONE

di Roberto Bracco –  Luca 2:25-35  –   La figura di Simeone, il vegliardo in attesa della consolazione d’Israele, è una delle più luminose della Bibbia e può essere presa in simbolo della vera spiritualità. Purtroppo nel seno della cristianità il termine spiritualità non possiede sempre il significato che gli viene attribuito dalla Scrittura e perciò è utile considerare l’esempio di un uomo che può illuminarci intorno a questo …
Leggi Tutto

ABRAMO O LOT ?

Abramo o Lot, non Abramo e Lot! Quando Abramo, ubbidendo alla chiamata di Dio, usci da Ur, il racconto della Genesi dice che:  Terah prese Abramo suo figliolo e Lot…e uscirono insieme da Ur dei Caldei, per andare nel paese di Canaan. (Genesi 11:3). All’inizio di questo viaggio erano Abramo e Lot, perchè Lot accompagnava suo zio e godeva l’insigne privilegio di camminare con il padre di tutti …
Leggi Tutto

LA COSTANZA NELLA FEDE

di T. A. SPARKS   –  Poi Elia disse ad Acab: «Risali, mangia e bevi, poiché già si ode un rumore di grande pioggia». Acab risalì per mangiare e bere; ma Elia salì in vetta al Carmelo; e, gettatosi a terra, si mise la faccia tra le ginocchia, e disse al suo servo: «Ora va’ su, e guarda dalla parte del mare!» Quegli andò su, guardò, e disse: …
Leggi Tutto

Come incontrare Gesù

              Sermone di Roberto Bracco – Marco 2:1-12 “Come incontrare Gesù”.  1 Alcuni giorni dopo, egli entrò di nuovo in Capernaum e si venne a sapere che egli si trovava in casa; 2 e subito si radunò tanta gente da non trovare più posto neppure davanti alla porta; ed egli annunziava loro la parola. 3 Allora vennero da lui alcuni a presentargli un paralitico, portato da …
Leggi Tutto

PER TUTTI I TEMPI E PER TUTTI GLI UOMINI

di  ANDRÉ THOMAS BRÈS  –    Quando si legge il libro degli Atti, ci si rende conto che lungi d’aver avuto luogo una volta per tutte, la Pentecoste non ha cessato di riprodursi. Alla fine del IV capitolo, leggiamo di una Pentecoste accordata a coloro che ne avevano già ricevuta una prima. Nell’VIII capitolo, Pentecoste a Samaria! Nell’XI capitolo, Pentecoste a Cesarea, nella casa di Cornelio ! Nel …
Leggi Tutto

RAVVEDETEVI

di G. Robert Ashcroft  –   Questo fu il grido dei profeti e degli apostoli, questo deve essere il grido degli odierni predicatori.  –   «Ricordati, dunque, donde sei caduto, e ravvediti, e fa’ le opere di prima; se no, verrò a te, e rimuoverò il tuo candelabro dal suo posto, se tu non ti ravvedi. (Apoc. 2:5).  Giovanni Battista venne a predicare il suo messaggio e si mantenne …
Leggi Tutto

Testimonianza di un credente Nord Coreano su come si vive in Corea

Kim Tae Jin ha difficolt? a parlare.?La differenza tra la sua vita in?Corea del Nord?e la sua vita ora a Seoul ? troppo grande.?”La cosa pi? difficile per me,” dice con calma, “? prendere decisioni.?La libert? di scegliere ??sconosciuta nella Corea del Nord.?Il partito ci dice cosa fare.?Eravamo trattati come gruppo, non come individui “, ricorda Kim.?”Man mano che crescevo crescevano anche i miei dubbi circa la propaganda …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti