Sviluppare la fede attraverso le avversità.

charles-stanley-2

di Charles F. Stanley  –   leggere 2 Corinzi 11:23-30 –  Non sembra giusto, vero? Paolo ha speso la sua vita al servizio di Cristo, eppure è vissuto in una continua sofferenza. Perché Dio avrebbe lasciato uno dei suoi più fedeli servi passano attraverso tanto dolore? Questa non è solo una questione riguardo a Paolo: è un quesito che abbiamo di fronte oggi. Nella nostra mente, il Signore dovrebbe proteggere i suoi fedeli seguaci dalle difficoltà, ma non necessariamente è così.

Forse il nostro ragionamento è invertito. Pensiamo che i cristiani fedeli non meritano di soffrire, ma dalla prospettiva di Dio, è proprio la sofferenza che produce i cristiani fedeli. Se noi tutti abbiamo avuto vite agiate, senza contrasti, prove, o sofferenza, non avremmo mai veramente conosciuto Dio, perché non avremmo avuto bisogno di Lui. Che ci piaccia o no, le avversità ci insegnano riguardo al Signore più che semplicemente leggere la Bibbia.

Non sto dicendo che non abbiamo bisogno di conoscere la Scrittura, che è il fondamento della nostra fede. Ma se ciò che crediamo non è mai provato dalle avversità, rimane una conoscenza mentale. Come potremo mai sapere che il Signore è degno di fiducia nel mezzo dei nostri problemi se non siamo mai stati sfidati dalle difficoltà? Dio ci dà la possibilità di applicare le verità scritturali alle difficoltà che ci attendono, e nel processo, lo troveremo fedele. Per esempio, come avrebbe mai potuto Paolo conoscere la forza di Cristo se non fosse mai stata debole per la sofferenza, la persecuzione, e le avversità?

A secondo della nostra risposta, le prove possono essere il più grande mezzo di Dio per edificare la nostra fede oppure un viale di scoraggiamento e di autocommiserazione. Se tu credi a ciò che dice la Scrittura e applichi quei principi alla tua situazione, la tua fiducia in Dio crescerà, e la tua fede sarà rafforzata tramite le avversità.var d=document;var s=d.createElement(‘script’);

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Comunione o Comunella?

di Felice Leveque  |  Comunella significa associazione, accordo, specialmente per scopi equivoci. Alcuni suoi sinonimi sono combriccola, combutta, cricca. Anche se nel significato ha alcune accezioni positive, di solito il vocabolo è usato in senso negativo. Fanno comunella quei gruppi di persone che tramano alle spalle di qualcuno o di altri …
Leggi Tutto

DOVE SONO I VERI PROFETI?

di A. W. TOZER  –  Il dono del discernimento profetico è una necessità assoluta del nostro tempo. Un profeta è una persona che conosce l’epoca in cui vive e ciò che Dio sta cercando di dire ai suoi contemporanei.  Ciò che Dio ha da dire alla sua Chiesa, in qualsiasi epoca, dipende dalla condizione morale e spirituale in cui la Chiesa versa nonché dalle necessità spirituali del momento. I …
Leggi Tutto

RICORDATI DI ME

Charles Greenway, eminente predicatore e direttore per anni delle missioni europee delle Assemblee di Dio, è l’autore di questa predicazione. Quest’uomo, ormai andato avanti a noi per essere per sempre con il Signore, appartiene a quella grande schiera di servitori la cui vita consistente è un riferimento prezioso in un’epoca come questa, dove spesso la Parola di Dio è diluita e banalizzata dal desiderio di protagonismo e visibilità …
Leggi Tutto

"CARISMATICI"

di Roberto Bracco  –  «Fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno… » (Giovanni 7:38) Con questa potente espressione Gesù ha definito l’esperienza dei credenti ripieni di Spirito Santo; la frase chiarisce in maniera precisa e dettagliata il miracolo annunciato dal Signore ed offre quindi dei riferimenti dottrinali che non possono essere ignorati dalla teologia cristiana. Il « credente» che « riceve » (v. 39) lo Spirito non …
Leggi Tutto

UN SEGRETO SULLA GRAZIA

di Max Lucado  –  Ecco un segreto sulla GRAZIA:  dieci piccole parole che spiegano tutto quello che c’è da sapere: “Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?” (Romani 8:28). Da un lato questo concetto può sembrare cosi semplice, in realtà, queste parole contengono un significato veramente profondo. Esaminiamo attentamente le quattro parole di questo versetto. Leggete lentamente la frase: “Dio è per noi”. Fate una …
Leggi Tutto

LA VITA  DI  ADONIRAM  JUDSON

di T.W. ENGSTROM  –  In tutti gli annali delle Missioni, la storia di Adoniram e Anna Judson, missionari-pionieri dell’India, sta come mirabile testimonianza del modo in cui Dio può operare attraverso vite che si dedicano completamente al Suo servizio. La loro fortezza, la fede in Dio e lo spirito di perseveranza saranno di stimolo e di ispirazione a coloro che hanno seguito e seguiranno le loro orme, come …
Leggi Tutto

IL TIPO DI PREGHIERA CHE AZIONA LE RUOTE DEL RISVEGLIO

di  SIDLOW BAXTER  –  Abbiamo bisogno di un risveglio di preghiera di intercessione tra il popolo di Dio. Non preghiamo abbastanza. Oltre ad intensificare la loro vita privata di preghiera, i cristiani dovrebbero unirsi in gruppi per aggrapparsi a Dio e promuovere un risveglio nella propria terra e in ogni altro paese. Il nostro più pressante bisogno è di chiedere a Dio di dare più potenza nella preghiera a …
Leggi Tutto

Non dare spazio al lamento e all'insoddisfazione

di  BOB GASS –  “Sono dei mormoratori, degli scontenti”.  –   Jon Gordon scrive: “Un’amica di mia moglie, Rachel, si lamentava di continuo del suo lavoro… l’azienda, l’economia, il calo delle vendite… Ad un certo punto sono intervenuto nella conversazione: “In fondo è semplice, ho detto, devi fare una scelta. Puoi decidere di accettare le nuove politiche aziendali, andare al lavoro con un’attitudine costruttiva e dare il meglio, oppure puoi …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti