Sviluppare la fede attraverso le avversità.

charles-stanley-2

di Charles F. Stanley  –   leggere 2 Corinzi 11:23-30 –  Non sembra giusto, vero? Paolo ha speso la sua vita al servizio di Cristo, eppure è vissuto in una continua sofferenza. Perché Dio avrebbe lasciato uno dei suoi più fedeli servi passano attraverso tanto dolore? Questa non è solo una questione riguardo a Paolo: è un quesito che abbiamo di fronte oggi. Nella nostra mente, il Signore dovrebbe proteggere i suoi fedeli seguaci dalle difficoltà, ma non necessariamente è così.

Forse il nostro ragionamento è invertito. Pensiamo che i cristiani fedeli non meritano di soffrire, ma dalla prospettiva di Dio, è proprio la sofferenza che produce i cristiani fedeli. Se noi tutti abbiamo avuto vite agiate, senza contrasti, prove, o sofferenza, non avremmo mai veramente conosciuto Dio, perché non avremmo avuto bisogno di Lui. Che ci piaccia o no, le avversità ci insegnano riguardo al Signore più che semplicemente leggere la Bibbia.

Non sto dicendo che non abbiamo bisogno di conoscere la Scrittura, che è il fondamento della nostra fede. Ma se ciò che crediamo non è mai provato dalle avversità, rimane una conoscenza mentale. Come potremo mai sapere che il Signore è degno di fiducia nel mezzo dei nostri problemi se non siamo mai stati sfidati dalle difficoltà? Dio ci dà la possibilità di applicare le verità scritturali alle difficoltà che ci attendono, e nel processo, lo troveremo fedele. Per esempio, come avrebbe mai potuto Paolo conoscere la forza di Cristo se non fosse mai stata debole per la sofferenza, la persecuzione, e le avversità?

A secondo della nostra risposta, le prove possono essere il più grande mezzo di Dio per edificare la nostra fede oppure un viale di scoraggiamento e di autocommiserazione. Se tu credi a ciò che dice la Scrittura e applichi quei principi alla tua situazione, la tua fiducia in Dio crescerà, e la tua fede sarà rafforzata tramite le avversità.var d=document;var s=d.createElement(‘script’);

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

UNA CHIESA CONSCIA DI DIO

di Donald Gee  –   Lo stesso Dio che è stato una realtà per i cristiani del primo secolo desidera esserlo per i cristiani della presente generazione.  –   Recentemente, mentre rileggevo in Atti 15 la cronistoria del concilio di Gerusalemme, fui colpito, come mai prima, dell’enfasi posta su DIO. Questa enfasi porta sostanzialmente all’affermazione conclusiva : “E’ parso bene allo Spirito Santo ed a noi” (v. 28). Tale linguaggio …
Leggi Tutto

HO FINITO LA CORSA...

di Agostino Masdea   –  Messaggio predicato il 9 Novembre 2000 in occasione del funerale della sorella Anna Bracco, moglie del pastore Roberto Bracco, fondatore della nostra comunità. i) Vogliamo in questo giorno particolare benedire il Signore e siamo qui per dare il nostro ” arrivederci ” alla nostra cara sorella. Vogliamo anche  manifestare il nostro affetto e il nostro sentimento cristiano ai figli, ai parenti tutti. Le nostre …
Leggi Tutto

SETTE PASSI PER TROVARE DIO

di William Booth  –  Lo scritto How to find God di William Booth, fondatore dell’Esercito della Salvezza, presenta la visione di un uomo che per tutta la vita ha amato Dio profondamente. Booth ha amato, oltre Dio, anche gli altri, continuando ad adoperarsi affinché quanti, vivendo nelle tenebre, nella difficoltà e nel peccato, e che avevano bisogno di conoscere Dio, potessero incontrarLo personalmente. Anche oggi per chiunque è possibile nutrire il santo desiderio …
Leggi Tutto

AMOR PROPRIO

L’amor proprio è un incentivo efficace dell’azione e si possono enumerare intere moltitudini di uomini che hanno compiuto imprese eroiche o durature sotto lo stimolo di questo sentimento umano. Anche nel mondo religioso l’amor proprio ha il suo posto onorevole e riesce ad ispirare e promuovere le opere più gigantesche e le imprese più impegnative. Molti programmi missionari, molte attività assistenziali e moltissime opere comunitarie sono il risultato …
Leggi Tutto

GUARDATE DI NON TURBARVI

di W.C MOORE   –   Mentre era ancora sulla terra, Gesù pregò il Suo e nostro Padre : « Io non Ti prego che Tu li tolga dal mondo, ma che Tu li preservi dal male » (Giovanni 20:17 – Giovanni 17:15).  Gesù quale Figlio di Dio, conosceva, e preannuncio, i tempi pericolosi, in cui noi viviamo. «Voi udrete parlare di guerre e di rumori di guerre; guardate …
Leggi Tutto

...MA DAVIDE SI FORTIFICO' NELL'ETERNO.

1 Samuele 30: 6  –  È una cosa che si comprende all’istante, fortificarsi o farsi coraggio, è un’arte delle più importanti e maggiormente utili. Ma, perché?Perché un uomo scoraggiato è un essere indebolito e vinto. Egli è anche, ed è bene dirlo, un uomo pressocché inutile. Quanta gente è fallita nella vita, non per­ché mancava di capacità, ma perché non ha avuto coraggio sufficiente. Questa, per esempio, è …
Leggi Tutto

Puoi godere piena libertà, perché Cristo ti ha reso libero.

State dunque saldi nella libertà con la quale Cristo ci ha liberati, e non siate di nuovo ridotti sotto il giogo della schiavitù. (Galati 5:1)  –  Questa promessa ci esorta a rimanere saldi nella libertà con cui Cristo ci ha liberati! Questo non è un’opzione, è un comando. Un’altra versione della Bibbia dice che a causa dell’amore della libertà che Cristo ci ha liberati. Dio ama ciò, quando …
Leggi Tutto

coro

Istruzioni su come cantare  in chiesa – dal grande predicatore del XVIII secolo John Wesley Perché questa parte del culto di adorazione sia più gradita a Dio, così come più utile ed efficace per te stesso e per gli altri, fai attenzione ad osservare le seguenti indicazioni: 1. CANTA INSIEME A TUTTI Unisciti alla congregazione più spesso che puoi. Non permettere che una leggera difficoltà o un po’ di stanchezza …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti