Volontà sottomessa

meyerfb

di F. B. MEYER  –   “ Il mio giudizio è giusto; perché cerco non la mia propria volontà, ma la volontà di Colui che mi ha man­dato… (Giovanni 5:30). Questo era il segreto della re­gola di vita che Gesù non solo praticava, ma insegnava. In una forma o nell’altra, Egli insisteva continuamente sulla sottomissione della propria volontà, come chiave della perfetta conoscenza. “Se uno vuol fare la volontà di Dio, conoscerà….”

Vi è differenza tra una volontà spenta ed una che si sottomette.  Dio non ci chiede che i nostri desideri siano annientati come i tendini delle braccia atrofiz­zate di un fachiro. Vuole soltanto che si dica “ sì „ a Lui.  Piegarsi a Lui come si piega il giunco nelle mani (di chi sa maneggiarlo).

Un tempo, quando le navi si avvicinavano al porto, un piccolo mozzo si metteva a poppa con l’occhio fisso al capitano e ripeteva giù ai macchinisti gli ordini che egli emanava. Quanto spesso ho desiderato che la mia volontà potesse ripetere con cura e con prontezza la volontà di Dio perché tutti i miei più bassi istinti po­tessero ubbidire !

La guida che cerchiamo, spesso ci manca proprio per questa assenza di sottomissione. V’è un segreto con­trasto fra la nostra volontà e quella di Dio. Non saremo mai dalla parte della ragione fino a che non avremo permesso a Lui di prendere, spezzare, agire. Ricerchiamo questo. Se non potete dare, lasciate che Egli prenda. Se non volete, confessate che desiderate di essere messi in grado di volere. Prestatevi docilmente perché Egli possa operare in voi, per fare ciò che a Lui piace. Dobbiamo essere plastici come creta, pronti a lasciarci dare la forma che il gran Vasellaio crede di scegliere. In que­sto modo sapremo scoprire la Sua guida.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

PER TUTTI I TEMPI E PER TUTTI GLI UOMINI

di  ANDRÉ THOMAS BRÈS  –    Quando si legge il libro degli Atti, ci si rende conto che lungi d’aver avuto luogo una volta per tutte, la Pentecoste non ha cessato di riprodursi. Alla fine del IV capitolo, leggiamo di una Pentecoste accordata a coloro che ne avevano già ricevuta una prima. Nell’VIII capitolo, Pentecoste a Samaria! Nell’XI capitolo, Pentecoste a Cesarea, nella casa di Cornelio ! Nel …
Leggi Tutto

Crescita spirituale

di Agostino Masdea   –   “Colui che ha cominciato un’opera buona in voi, la porterà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù”. (Filippesi 1:6) La Parola di Dio mette il credente davanti all’ineluttabile necessità di un costante cambiamento. Non solo un cambiamento iniziale, alla conversione, ma una trasformazione progressiva operata dallo Spirito Santo nella misura in cui il credente si arrende alla Sua opera.  A Nicodemo Gesù …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: QUANDO SORGE UN PROBLEMA, INVOCAMI E IO TI RISPONDERÒ.

Io t’invoco nel giorno della mia avversità, perché tu mi risponderai. (Salmo 86:7) Gesù ci ha detto che nel mondo avremo problemi. Ha continuato incoraggiandoci a rimanere contenti perché Egli ha vinto il mondo. In questo Salmo, David sta invocando il Signore perché ha bisogno di aiuto. David era consapevole delle tante promesse che Dio aveva fatto ad Israele, ed era perciò sicuro che nel momento della difficoltà …
Leggi Tutto

PreghieraDigiuno

« Se voi mi amate, osserverete i miei comandamenti. E io pregherò il Padre, ed Egli vi darà un altro Consolatore… » (Giov. 14 :15-16). Nello studio della dottrina dello Spirito e specialmente quando vogliamo approfondire il soggetto «battesimo con lo Spirito Santo» non dobbiamo trascurare un passo scritturale come questo; le parole di Gesù chiariscono l’argomento e stabiliscono un fondamento sul quale la dottrina stessa deve saldamente …
Leggi Tutto

C'È POTENZA NELLA PAROLA DI DIO

di BURKHARD VETSCH –  «Prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infocati del maligno. Prendete anche l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio» (Ef. 6,16-17). «Oh, no, mi si incita alla lotta! Ma io non ho un’indole da combattente, voglio armonia e pace! Preferirei una maschera che mi rendesse invisibile al …
Leggi Tutto

IL VERO GIUBILEO

 di Agostino Masdea   –  “Beato il popolo che conosce il grido di giubilo, o Eterno, perché esso camminerà alla luce del tuo volto.” (Salmo 89:15) Tra i tanti popoli della terra, ce n’è uno che conosce il ” grido del giubilo “. Questo popolo è composto da uomini e donne di tutte le nazioni, senza distinzione di razza, di etnia, di lingua, o di condizione sociale. E quel popolo di cui la …
Leggi Tutto

PREDICAZIONE DEL PASTORE AGOSTINO MASDEA nella Chiesa Bethel di Milano …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti