Meditazione del giorno: NON AVERE PAURA DI UN PO’ DI SOFFERENZA

di DAVID WILKERSON  –   La resurrezione di Cristo fu preceduta da un breve periodo di sofferenza. Si muore! Si soffre! Esistono dolore e sofferenza. Noi non vogliamo mai soffrire o essere feriti; vorremmo una liberazione indolore, un intervento soprannaturale. “Fallo, Dio”, preghiamo, “perché sono debole e lo sarò sempre. Fai tutto tu mentre io proseguo per la mia strada, in attesa di una liberazione soprannaturale”. Potremmo dare la colpa dei nostri problemi ai demoni. Andiamo a cercare un uomo di Dio e speriamo che possa scacciare il demone affinché possiamo proseguire il cammino senza dolore o sofferenza. Tutto risolto! Una dolce brezza che ci accompagni ad una quieta vita di vittoria. Vorremmo che qualcuno ci imponga le mani e spazzi via tutta la nostra aridità; ma la vittoria non giunge sempre senza dolore e sofferenza. Guarda al tuo peccato, affrontalo. Soffri a causa di esso, proprio come fece Gesù. Entra nella comunione delle Sue sofferenze. La sofferenza dura una notte, ma al mattino segue sempre la gioia.

L’amore di Dio richiede una scelta. Se Dio ci sollevasse in modo soprannaturale da ogni battaglia, senza dolore o sofferenza, ciò estinguerebbe ogni prova e tentazione; non ci sarebbe libero arbitrio e non ci sarebbe la prova come per il fuoco. Dio imporrebbe la Sua volontà sul genere umano. Egli invece sceglie di venirci incontro nella nostra aridità e mostrarci come questa possa divenire la strada verso una nuova vita di fede.

Spesso è la volontà di Dio che noi soffriamo l’aridità, persino che sperimentiamo dolore. “Perciò anche quelli che soffrono secondo la volontà di Dio, raccomandino a lui le proprie anime, come al fedele Creatore, facendo il bene” (1 Pietro 4:19).

Grazie a Dio, la sofferenza è sempre il breve periodo che precede la vittoria finale!

“il Dio di ogni grazia, che vi ha chiamati alla sua eterna gloria in Cristo Gesù, dopo che avrete sofferto per un po’ di tempo, vi perfezionerà egli stesso, vi renderà fermi, vi fortificherà e vi stabilirà saldamente” (1 Pietro 5:10).

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Meditazione del giorno: I saggi lo cercano ancora
    In Devotional
    “Voi mi cercherete e mi troverete, perché mi cercherete con tutto il vostro cuore; e Io mi lascerò trovare da voi”. GEREMIA 29:13  –  Provate a notare dove i Magi d’Oriente i saggi, non hanno trovato Cristo: non era nel mondo del commercio o degli affari. Ogni posto disponibile a Betlemme, in albergo o simili, occupato. Non è cambiato molto da allora! In un grande magazzino, il 30% delle vendite annuali avviene durante periodo natalizio. Il 50% dei ricevimenti e delle feste sono per Natale e Capodanno. Con il relativo consumo di alcolici.  Sembra proprio che la nascita di Gesù sia un ottimo affare. Il problema serio è che preferiamo il [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • «PARLERANNO IN ALTRE LINGUE»
    di  A. THOMAS BRES   –   Questo segno è incompreso, criticato e combattuto da molti e anche da alcuni cristiani. Gli uni lo con­siderano una pazzia, il risultato di un disturbo mentale; gli altri un fenomeno spiritista, diabolico. Sono rari quelli che ne parlano con serenità e che si dimostrano scevri da pre­giudizi. Tra le obiezioni che spesso si fanno in mezzo ai cristiani, c’è questa: — Il Signore Gesù, il nostro divino modello, non ha mai parlato in lingue e non ha mai insegnato nulla intorno a questo soggetto. […]
  • DIOTREFE
    Chi era Diotrefe? Etimologicamente il suo nome significa «nutrito dall’Eterno » e se tale nome era stato scelto dopo la conversione, come è da supporsi, dobbiamo dedurne che in origine questo fedele doveva manifestare le caratteristiche della consacrazione. Nelle scritture facciamo la conoscenza di questo poco noto cristiano leggendo la terza breve epistola di S. Giovanni, in cui si parla di lui in termini poco lusinghieri; viene presentato come un superbo, cianciatore e odioso. […]
  • Promessa per oggi: Puoi fidarti della mia fedeltà perché la Mia parola è vera.
    Perché la parola dell’Eterno è retta, e tutte le sue opere sono fatte con fedeltà. (Salmo 33:4)   –   Se facessi una promessa ai miei figli ed essi mettessero in discussione la veridicità della mia promessa, mi darebbe parecchio fastidio. Come padre, spero che i miei figli abbiano fiducia nel mio carattere e nella mia parola. Se essi dubitano di ciò che dico, mettono in discussione l’intera mia persona. Credo che alla base di ogni rapporto ci debba essere la fiducia. Se non c’è la fiducia, allora il rapporto si basa su un terreno infido. Nella promessa di oggi, il Salmista canta lode a Dio e   dichiara che la parola del Signore è giusta; e tutte le sue opere sono fatte con fedeltà. Un’altra versione della Bibbia dice: “La parola del Signore è vera, e possiamo avere […]
  • PICCOLI CRISTIANI E CRISTIANI
    di Roberto Bracco.   –   Qualche volta riferendoci ad alcuni ser­vitori di Dio del passato o del presente, diciamo: «Essi sono, o sono stati gran­di cristiani». Questa frase contiene un errore: non ci sono «grandi cristiani», perché chi è veramente cristiano, senza l’aggiunta di aggettivi, ha raggiun­to il massimo della grandezza consentita ad un uomo finito. Non ci sono «grandi cristiani», ma solo «cristiani» e «piccoli cristiani ». I primi abbracciano il piano della redenzio­ne e della santificazione per intiero, i se­condi si limitano ad afferrare qualche ra­ra manciata del dono di Dio. E quindi non vogliamo incorrere nell’errore di de­finire grandi alcuni cristiani perché folle di credenti professanti il cristianesimo sono piccoli, ma vogliamo riconoscere con precisione la […]
  • MATRIMONIO PROFETICO (Ruth cap. 4)
    – Abbiamo visto nella meditazione  precedente come Naomi consigliò Ruth per ottenere il suo diritto ad esser riscattata, come prescriveva la legge di Mosè. Abbiamo visto come Ruth si presentò nell’aia di Boaz, e abbiamo applicato questa figura alla chiesa che deve prepararsi ad incontrare il Suo Sposo, il Suo Redentore, Cristo il Signore. – Oggi vedremo come i piani di Dio si compiono meravigliosamente e finalmente questa bellissima storia d’amore si concretizza: Ruth si sposa con Boaz, dopo che questi la redime e la riscatta. Ruth, una donna pagana, gentile, e abbiamo detto è figura della chiesa, di quella chiesa riscattata dal sangue prezioso dell’Agnello di Dio, Gesù, che ha dato la Sua vita per lei. – Boaz, come Naomi aveva previsto, non perse tempo. Appena fu giorno […]
  • UNA PROMESSA PER OGGI: “HO PREPARATO COSE STUPENDE PER COLORO CHE MI AMANO”
    1 Corinzi 2: 9 – Ma come sta scritto: “Le cose che occhio non ha visto e che orecchio non ha udito e che non sono salite in cuor d’ uomo, sono quelle che Dio ha preparato per quelli che lo amano”. Quando mia moglie ed io ospitiamo una festa di compleanno o un evento speciale per i nostri cari, un prepariamo e pianifichiamo prima un sacco di cose. Il pasto, le decorazioni, il dessert e il regalo; facciamo molta attenzione perché vogliamo che tutto sia perfetto. C’è sempre un senso di eccitazione e di attesa man mano che quel giorno si avvicina; c’è una specie di conto alla rovescia per la festa. Mi chiedo se questo è il modo come Dio si sente mentre sta preparando le cose per noi! 1 Corinzi 2: 9 dice che anche con la nostra più fervida immaginazione non […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti