Meditazione del giorno: Una Grande Perdita

warren_wiersbe

di Warren Wiersbe  –  “Non rigettarmi dalla tua presenza e non togliermi il tuo Santo Spirito” (Salmo 51:11)    –    Accadono molte cose tristi quando un credente pecca, ma la cosa peggiore è la perdita di quella intima comunione e fratellanza con il Signore. Non c’è da stupirsi se Davide pregò così: “Non rigettarmi dalla tua presenza e non togliermi il tuo santo Spirito” (v. 11). Davide si stava ricordando di ciò che accadde al suo predecessore, il Re Saul. Saul, infatti, si allontanò da Dio diventando un Re ribelle. Ecco perché Dio tolse da lui il Suo Spirito dandolo a Davide. Al contrario di quanto successe al Re Saul, oggi, Dio non ci toglie il Suo Spirito.

Gesù disse ai Suoi discepoli che lo Spirito di Dio avrebbe dimorato in loro per sempre. Quando lo Spirito Santo entra nella nostra vita nel momento della conversione, Egli non fa altro che sigillare in noi la salvezza. Egli è testimone del fatto che sei divenuto un figlio di Dio e ti attesta che tu appartieni a Cristo. Ma quando pecchiamo contro il Signore, noi perdiamo quella intimità con lo Spirito Santo, la fonte della nostra benedizione. Tutto della vita del cristiano dipende dalla comunione con il Signore. Davide dipendeva costantemente dalla presenza di Dio, sia se scriveva un salmo sia se era a capo del suo esercito. Dunque, era angosciato al solo pensiero di perdere il potere della potenza dello Spirito Santo. Comunione intesa anche come fratellanza è una parola chiave del Nuovo Testamento che si riferisce alla presenza del Signore.

La fratellanza e l’adozione sono due cose ben diverse. L’adozione deriva dalla nostra fede in Gesù Cristo e mediante Lui siamo nati nella famiglia di Dio. La fratellanza è il risultato della fedeltà a Lui. Egli ci parla attraverso la Sua Parola se manteniamo le nostre vite pulite, se Gli obbediamo, se Gli parliamo in preghiera. Facciamo in modo di non perdere tutto questo peccando. La fratellanza con Dio è condizionata, questo vuol dire che se c’è del peccato nelle nostre vite noi non possiamo avere fratellanza e di conseguenza comunione con Lui. Hai a cuore il desiderio di camminare ogni giorno con il Signore? Se non stai attento il nemico prenderà il sopravvento nella tua vita. Evita il peccato, ubbidisci alla parola di Dio e sii costante nella preghiera. Fai in modo che il camminare col Signore sia per te una priorità.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

INSEGNATI AD AMARCI

Quanto all’amore fraterno non avete bisogno che io ve ne scriva, giacché voi stessi avete imparato da Dio ad amarvi gli uni gli altri. (1°Tessalonicesi 4:9)    –   Amati fratelli, pace, vera pace! Vi supplico di ascoltare le parole che escono dal cuore di un vecchio fratello, conservo con voi nel ministero cristiano. Parole che esprimono un’esortazione: – “Apriamoci totalmente all’opera dello Spirito Santo che vuole spandere generosamente l’amore …
Leggi Tutto

SINCERITA' E TRASPARENZA

di A. W. TOZER  Se si volesse avere un’immagine abbastanza esatta dell’umanità si potrebbe senz’altro capovolgere il sermone sul monte nel suo contrario e dire: Prego, questa è l’umanità. Perché il contrario del sermone sul monte mostra esattamente le caratteristiche che contraddistinguono la vita e il comportamento umani naturali. Nel mondo di solito non troviamo nessuna delle virtù di cui Gesù parla all’inizio del suo discorso sul monte …
Leggi Tutto

Vita Cristiana giorno per giorno.

di H. W. Smith- “O voi tutti che siete assetati, venite alle acque, e voi che non avete denaro venite, comprate, mangiate! Venite. comprate senza denaro, senza pagare, vino e latte! Perché spendete denaro per ciò che non è pane, e il frutto delle vostre fatiche per ciò che non sazia? Ascoltatemi attentamente e mangerete ciò che è buono, e l’anima vostra godrà di cibi succulenti! (Isaia 55:1?2) Nell’ambito della nostra esistenza …
Leggi Tutto

Calvario

di John Charles Ryle  –  Probabilmente saprete che il Calvario era un posto poco fuori Gerusalemme, dove il Signore Gesù Cristo, il Figlio di Dio, fu crocifisso. Sul Calvario non sappiamo altro che questo. Ho intitolato questo sermone “Calvario” perché voglio parlarvi delle sofferenze e della crocifissione di Cristo. Temo infatti che ci sia molta ignoranza, nel seno del popolo di Dio, sul soggetto delle sofferenze di Gesù …
Leggi Tutto

Storie di grandi inni: “COME, THOU FOUNT OF EVERY BLESSING,”

Forse tutti gli inni sono in una certa misura autobiografici, nel senso che rivelano qualcosa dell’esperienza spirituale dell’autore. In alcuni inni, il filo autobiografico è più forte e più marcato. Come nel caso di questo inno battista scritto da Robert Robinson (1735-1790), che mentre era un apprendista barbiere, fu fortemente influenzato dalla predicazione di George Whitefield. In particolare una frase dell’ultima strofa, “incline a vagare, Signore, mi sento incline ad …
Leggi Tutto

POTENZA DALL’ALTO

Ed ecco, io mando su di voi la promessa del Padre mio; ma voi rimanete nella città di Gerusalemme, finché siate rivestiti di potenza dall’alto.    LUCA 24: 49 –  Ma voi riceverete potenza quando lo Spirito Santo verrà su di voi, e mi sarete testimoni in Gerusalemme e in tutta la Giudea, in Samaria e fino all’estremità della terra”.    ATTI 1: 8  –    Nel momento in cui siamo stati salvati abbiamo ricevuto …
Leggi Tutto

GEORGE VERWER: UNA GRANDE IMMAGINE

GEORGE VERWER – Domenica 27 Luglio 2014 – Chiesa Alfa Omega …
Leggi Tutto

LA BIBBIA, PAROLA DI DIO

Strappata, condannata, bruciata. Odiata, disprezzata, maledetta. Messa in dubbio, guardata con sospetto, criticata. Condannata dagli atei. Schernita dagli empi. Esagerata dai fanatici. Capita ed interpretata male. Oggetto d’infamia e frenesia. Negata nella sua ispirazione divina. – Eppure, essa vive: Vive – come una lampada per i nostri piedi. Vive – come una luce per i nostri sentieri. Vive – come la porta per il cielo. Vive – come …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti