Meditazione del giorno: Sapersi accontentare

dehaanr

di M. R . DE HANN  –  ”….. siate contenti delle cose che avete. Ebrei 13:5  –  Paolo scriveva a Timoteo: “Or la pietà con animo contento del proprio stato è un gran guadagno,, (1 Timoteo 6:6). Gesù dice “… non è dall’abbondanza dei beni che uno possiede, ch’egli ha la sua vita… (Luca 12:15). Sapersi accontentare è una qualità interiore, indipendente dalle circostanze esterne. Uno dei più grandi esempi di gioia nel poco l’ho avuto nella casupola di una coppia. Costoro possedevano amore, pace, gioia e allegrezza perchè erano contenti della loro condizione. Invece la maggior parte dei brontolii di malcontento li ho uditi da gente che aveva tutto ciò che il mondo può offrire. Il nostro modello di vita dipende dunque dal punto di vista, dal gusto e dai desideri che abbiamo. Perché una situazione dà gioia ad una persona mentre fa annoiare un’altra? Probabil­mente nessuno ha dovuto attraversare tante prove e tribolazioni come l’apostolo Paolo; pur tuttavia egli era sempre lieto e il segreto è ben espresso nella sua nota confessione ”… ho imparato ad esser contento nello stato in cui mi trovo. (Fil. 4:11) 

Tutto dipende dal proprio punto di vista. Se paragoniamo la nostra condizione at­tuale con quella in cui ci troveremmo senza la grazia di Dio, in noi verrà presto la gioia. Se potessimo vedere le prove presenti nella luce dell’eternità, asciugheremmo subito le nostre lagrime.

Un ricco al volante d’una fuoriserie vide un giorno un povero contadino, vecchio, avvolto in un mantello pieno di buchi, un cappello di paglia in testa, seduto su uno steccato. Commiserandolo, fermò l’auto per parlare con lui. “Qui io non potrei vivere, disse “Tu qui non vedi niente e son sicuro che non puoi viaggiare come me. Io sono sempre in giro”!  Il vecchio guardò il ricco dal­l’alto dello steccato e disse senza esitazione: “lo non vedo nessuna differenza fra me e te in quel che facciamo, io siedo sullo steccato e osservo le macchine che passano, tu siedi nella tua macchina e passando vedi gli steccati.  La differenza è che io sto più al sicuro di te e per giunta non mi costa niente”. 

Sì, tutto dipende da come si vedono le cose. Tu sappi accontentarti! Pensa alle parole in Luca 13:30. 

Rifletti: Per essere veramente contento l’uomo deve disporre di sorgenti di gioia indipendenti da qualsiasi cosa al mondo.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

FOLLA

di R. REED  –   E questo tanto più dovete fare, conoscendo il tempo nel quale siamo; poiché è ora ormai che vi svegliate dal sonno; perché la salvezza ci è adesso più vicina di quando credemmo. La notte è avanzata, il giorno è vicino; gettiamo dunque via le opere delle tenebre, e indossiamo le armi della luce. Camminiamo onestamente come di giorno; non in gozzoviglie ed ebbrezze; non …
Leggi Tutto

PERCHÉ SONO PENTECOSTALE

di   Luis H. Hauff –  Recentemente mi è stato chiesto di parlare sulle credenze dottrinali delle Assemblee di Dio ad una classe dell’Università di Redlas. L’interesse generale verteva su ciò che distingue le Assemblee di Dio dalle altre denominazioni: il parlare in altre lingue. Dissi alla classe che la mia fede nella Pentecoste è basata sul fatto che il parlare in lingue, secondo come lo Spirito dà da …
Leggi Tutto

Domenica 10 Marzo 2013 - Pastore Lorenzo Agnes

LO SPIRITO SANTO DIMORA IN NOI Lorenzo Agnes è pastore della Chiesa CALVARY TABERNACLE A Schenectady 840 Albany Street New York, 12304,    Predicazione di Domenica 10 Marzo 2013 – …
Leggi Tutto

RISVEGLIATI ….

da un sermone predicato dal past. Agostino Masdea  nella chiesa di via Anacapri nel 1998. i) E’ un appello che lo Spirito rivolge oggi alla Chiesa. E’ un appello per questo tempo indirizzato a ogni singolo credente. E’ una necessità impellente per il popolo di Dio, ed è una esigenza improrogabile per la vita della chiesa. E la parola dell’Eterno fu rivolta a Giona, figlio di Amittai, dicendo: “Lèvati …
Leggi Tutto

Perseverare nella Parola di Dio

di Roberto Bracco  –  “Se perseverate nella mia Parola…” (Giovanni 8:31)  –  Questo passo dell’Evangelo di Giovanni ci fa comprendere tre cose di grande importanza : – Per essere veramente discepoli di Gesù bisogna perseverare nella sua parola. – Mediante la perseveranza nella sua parola si giunge alla conoscenza della verità. – La conoscenza della verità produce la conquista della libertà. La prima cosa ci dice chiaramente che …
Leggi Tutto

Noi sappiamo...Se sapete queste cose, siete beati se le fate... (Giovanni 13:17)

Noi siamo fra coloro che vogliono essere ignoranti. Chiudiamo gli occhi per non vedere e serriamo le orecchie per non udire. Non è vero che non conosciamo, non è vero che siamo privi di rivelazione. La volontà di Dio ci è stata rivelata e noi sappiamo quello che dobbiamo fare, ma cerchiamo di dimenticare quello che sappiamo e di ignorare quello che conosciamo. La povertà spirituale che ci …
Leggi Tutto

E mi sarete testimoni. (Atti 1:8)

di Agostino Masdea  –   Viviamo in una nazione che si definisce cristiana. Le persone si sentono cristiani per il semplice fatto che vivono in questa nazione, o forse perché  frequentano una chiesa, o hanno una solida tradizione familiare religiosa. Ma tutto questo non è sufficiente per essere “veramente” un cristiano. Si può conoscere persino la Scrittura, la teologia, la dottrina eppure non essere cristiani, o almeno non esserlo in …
Leggi Tutto

mp3

Siamo Figli di Dio  (Matteo 27:43)   …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti