Meditazione del giorno: Il Capolavoro Perfetto Di Dio

JoniEarecksonTada1

di JONI TADA EARECKSON  –  Uno dei motivi per cui amo le opere d’arte sta nel fatto che spesso Dio usa queste per sorprendermi con qualche similitudine, qualche modo nuovo e sempre fresco di considerare la Sua Parola. Mi è successo recentemente, mentre lavoravo a un disegno particolare e volevo curare ogni minimo dettaglio di certe immagini. Raccolsi una gran varietà di foto che riguardavano il soggetto del mio disegno. Feci esperimenti con diverse gradazioni di colo­re. Poi fu un susseguirsi di ritocchi, di cancellature, di prove. La­vorai molto, cercando di raggiungere la stesura migliore, ideale, perfetta per il dipinto finale.

È facile che io metta da parte schizzi ai quali tengo poco e che non mi entusiasmano. In quel caso posso sopportare alcuni piccoli errori. Ma quando un lavoro mi entusiasma davvero, credimi: è se­gnato da cancellature e revisioni. Continuo a lavorarci fin quando non corrisponde proprio a ciò che ho in mente. Sono convinta che il Signore operi allo stesso modo con noi.  Chiedere a Dio di lasciarci da soli, o di smettere di raffinarci, si­gnifica chiederGli di amarci di meno, e non di più. Molti pensano che Dio sia “poco amabile” quando ci fa passare attraverso la prova, ci plasma e ci modella, trasformandoci in ciò che Egli desidera noi diventiamo. Non accade spesso, forse, che consideriamo un’unica dimensione del Suo amore – la gentilezza o la benignità – come se essa fosse tutto il Suo amore?

L’amore di Dio è più esteso e più profondo di così; comprende la critica costruttiva, l’ammonizione, la correzione e l’incoraggia­mento a fare del nostro meglio. Se, per amore, noi vogliamo pre­servare una persona dalla sofferenza o dal disagio, allora Dio non è sempre amore. Non mostrerebbe amore neppure un dottore che infilza l’ago di una siringa nel sederino di un bambino in lacrime.

 

 

Noi siamo oggetto del profondo amore di Dio e della Sua atten­zione. Non chiederGli di smettere di migliorarti e di perfezionarti! Dio ha un progetto finale in mente, e lo sta portando a compimen­to, revisione dopo revisione, cancellatura dopo cancellatura, schizzo dopo schizzo.

Facendo così, Egli non ti sta dimostrando meno amore. Credi­mi, ti sta amando di più!

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Mike 2012-09-07--359-N

BREVE MESSAGGIO DI EVANGELIZZAZIONE del pastore AGOSTINO MASDEA  -Predicato nella chiesa di Via Anacapri, Domenica  21 Aprile 1996 – Durata 12′
Leggi Tutto

Io benedirò i costruttori di pace e li chiamo miei figli

Beati coloro che si adoperano per la pace, perché essi saranno chiamati figli di Dio. (Matteo 5:9) Come pensi si senta un padre nel vedere i suoi figli litigare in casa sua? Come padre io stesso so quanto dispiacere ho provato quando ho visto i miei figli non andare d’accordo. Il cuore di un padre è per la pace e l’armonia dei suoi figli. Quando penso a questa promessa, sono …
Leggi Tutto

NON SIATE SCHIAVI DELLE ABITUDINI

di OSWALD CHAMBERS  –  «Perché se queste cose si trovano e abbondano in voi, non vi renderanno né oziosi né sterili». 2 Pietro 1:8   –   Quando noi ci accorgiamo di aver preso delle buone abitudini e ci rendiamo conto di diventare migliori, dobbiamo pensare che si tratta solo di una tappa, che, se noi ci fermiamo a questo punto, acquistiamo una mentalità farisaica. Le virtù vanno praticate e …
Leggi Tutto

CRESCERE NELLA GRAZIA

 di AGOSTINO MASDEA – L’ultima delle esortazioni che l’apostolo Pietro indirizza ai credenti è anche l’ultimo verso del capitolo tre della sua seconda epistola. Questo capitolo è dedicato agli avvenimenti degli ultimi tempi e al ritorno del Signore. Nell’attesa del suo ritorno, Pietro esorta a stare fermi nella fede e ad  aspettare queste cose facendo in modo da “essere trovati da lui immacolati e irreprensibili, in pace”. Esortando alla …
Leggi Tutto

Abraham-Lincoln

Proclama del Presidente Abramo Lincoln per una giornata di umiliazione nazionale, digiuno e preghiera – 1863Da Sua Eccellenza, Abraham Lincoln, presidente degli Stati Uniti. Considerando che, il Senato degli Stati Uniti, devotamente riconoscendo la Suprema l’autorità e il governo dell’Iddio Onnipotente in tutti gli eventi degli uomini e delle nazioni, con una risoluzione ha chiesto al Presidente di stabilire e dedicare una giornata di preghiera e umiliazione nazionale. Considerando …
Leggi Tutto

E mi sarete testimoni. (Atti 1:8)

di Agostino Masdea  –   Viviamo in una nazione che si definisce cristiana. Le persone si sentono cristiani per il semplice fatto che vivono in questa nazione, o forse perché  frequentano una chiesa, o hanno una solida tradizione familiare religiosa. Ma tutto questo non è sufficiente per essere “veramente” un cristiano. Si può conoscere persino la Scrittura, la teologia, la dottrina eppure non essere cristiani, o almeno non esserlo in …
Leggi Tutto

DOMANDE PER GLI AMICI CATTOLICI, RIGUARDO GESÙ E IL PERDONO.

di Matt Slick  –   I cattolici hanno il confessionale, i sacerdoti, la penitenza, i sacramenti, i santi e Maria, e tutti in un modo o in un altro incidono sul  perdono dei peccati. In confessionale, il Cattolico confessa i suoi peccati a un sacerdote che gli da l’assoluzione e gli  prescrive la penitenza – un mezzo necessario per il perdono (CCC 980) “con la quale i peccati commessi …
Leggi Tutto

NEMICI SCONFITTI  (DEFEATED ENEMIES)

di Corrie Ten Boom. Avendo affrontato molte battaglie “non contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potestà, contro i dominatori del mondo di tenebre di questa età, contro gli spiriti malvagi nei luoghi celesti”, sia quand’ero in prigione in tempo di guerra sia in seguito, viaggiando per il mondo; ed avendo incontrato tanta gente – perfino cari servi del Signore- che, se pur circondati dalle potenze …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti