Meditazione del giorno: Niente Scuse

warren_wiersbe

di Warren Wiersbe  Leggere il Salmo 39:1-6  –  “Come un muto sono stato in silenzio” (v. 2). Davide era solito scrivere dei canti, dare ordini o gioire nel Signore, ma in questo Salmo per la prima volta se ne sta in silenzio. Perché? Perché Dio lo aveva rimproverato per il peccato che aveva commesso e Davide sapeva bene che discutere con Dio è inutile. A volte quando pecchiamo invece di confessare il nostro misfatto ci mettiamo a discutere, giustificandoci per non essere riusciti a sfuggire alla tentazione. Davide non lo fece, preferì restare in silenzio.

Avendo avuto modo di meditare, qualcosa cominciò ad agitarsi dentro di lui:  “Il mio cuore ardeva dentro di me; mentre meditavo, un fuoco s’è acceso; allora la mia lingua ha parlato. O Signore, fammi conoscere la mia fine e quale sia la misura dei miei giorni. Fa’ ch’io sappia quanto sono fragile. Ecco, tu hai ridotto la mia esistenza alla lunghezza di qualche palmo, la mia durata è come nulla davanti a te; certo, ogni uomo, benché saldo in piedi, non è che vanità” (vv. 3-5). Da questa meditazione Davide ne trasse due insegnamenti.

Il primo riguarda la brevità della vita terrena. Il verso 6 dice, “Certo, l’uomo va e viene come un’ombra; certo, s’affanna per quel ch’è vanità”; Davide dice: “Non so quanto tempo possa durare questa vita. Essa è talmente effimera che già la sola considerazione di ciò dovrebbe essere un monito a non sprecarla peccando.

Il secondo insegnamento che Davide trasse fu quello riguardante la fragilità dell’uomo. “Fa’ ch’io sappia quanto sono fragile” (v. 4). Davide ci sta dicendo: “ciò che conta non è la lunghezza della vita ma la profondità”. Non importa quanto siamo forti noi ma quanto siamo forti in Dio. Ciò che conta è se stiamo investendo le nostre vite in ciò che è eterno.

Non discutere con Dio inventando delle scuse, ma piuttosto vai a Lui e diGli: “Signore, fammi comprendere l’importanza della mia vita”.

La vita è breve, quindi, perché dedicare del tempo prezioso al peccato? Investi la tua vita nelle cose eterne di Dio, ricevendo da Lui cose buone ogni giorno. Quando pecchi, confessa il tuo peccato direttamente a Lui e rimetti tutta la tua vita nelle mani di Dio e alla Sua gloria.

 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

IL FUTURO DI ISRAELE

Sebbene questo articolo sia stato pubblicato 12 anni fa dalla rivista “Ethos”, alla luce degli ultimi avvenimenti in Israele, il soggetto trattato è attuale più che mai .   di Siegfried Schlieter  –  Tentativo di analisi di testi profetici e affermazioni politiche del presente.  Gli avvenimenti in e intorno ad Israele suscitano la domanda: Israele, così come lo conosciamo e lo vediamo agire oggi, è identificabile con l’Israele descritto …
Leggi Tutto

E' peccato l'omicidio? RISPOSTE AGLI ARGOMENTI RELATIVI ALL’ABORTO

 di Norman L. Geisler –  La Bibbia condanna chiaramente chi uccide intenzionalmente un essere umano innocente. Tuttavia, non tutte le uccisioni sono omicidi. Non tutte le uccisioni sono intenzionali. Ci sono delle occasioni in cui vi sono delle giustificazioni relative all’uccidere un altro essere umano. A questo proposito, la Bibbia permette la protezione della propria vita, anche se ciò significa privare della vita qualcun’altro che la sta minacciando. In …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: QUANDO SORGE UN PROBLEMA, INVOCAMI E IO TI RISPONDERÒ.

Io t’invoco nel giorno della mia avversità, perché tu mi risponderai. (Salmo 86:7) Gesù ci ha detto che nel mondo avremo problemi. Ha continuato incoraggiandoci a rimanere contenti perché Egli ha vinto il mondo. In questo Salmo, David sta invocando il Signore perché ha bisogno di aiuto. David era consapevole delle tante promesse che Dio aveva fatto ad Israele, ed era perciò sicuro che nel momento della difficoltà …
Leggi Tutto

FOLLA

di R. REED  –   E questo tanto più dovete fare, conoscendo il tempo nel quale siamo; poiché è ora ormai che vi svegliate dal sonno; perché la salvezza ci è adesso più vicina di quando credemmo. La notte è avanzata, il giorno è vicino; gettiamo dunque via le opere delle tenebre, e indossiamo le armi della luce. Camminiamo onestamente come di giorno; non in gozzoviglie ed ebbrezze; non …
Leggi Tutto

IL GRANELLO DI FRUMENTO

Se il granel di frumento caduto in terra non muore, rimane solo; ma se muore, produce molto frutto.  (Giovanni 12: 24) Gesù stesso era quel «granello di frumento». Egli è caduto nel terreno; è morto; come risultato della Sua morte sacrificale sul Calvario, il Suo seppellimento nella tomba, la Sua resurrezione la mattina di Pasqua; è stata compiuta la promessa della redenzione del mondo e questo era il …
Leggi Tutto

UNA PERSONA CHE DOVRESTI CONOSCERE

di R.A. Torrey  –  Prima di poter capire correttamente l’opera dello Spirito Santo, bisogna conoscere lo Spirito Santo stesso. Una frequente sorgente di errori e di fanatismo, circa l’opera dello Spirito Santo, è costituita dallo studiare e comprendere l’opera dello Spirito senza prima conoscere lo Spirito come persona. E’ della massima importanza, per quanto concerne l’adorazione, che decidiamo se lo Spirito Santo è una persona divina, atta a …
Leggi Tutto

 IO SUPPLIRÒ QUALSIASI TUO BISOGNO, TRAMITE  LE MIE ETERNE RICCHEZZE IN GESÙ CRISTO.

Ora il mio Dio supplirà ad ogni vostro bisogno secondo le sue ricchezze in gloria, in Cristo Gesù. (Filippesi 4:19) Il nostro Dio e Padre ha promesso di soddisfare ogni nostro bisogno in base alle immense ricchezze del deposito glorioso celeste che è in Gesù Cristo.  Il nostro Dio sa di che cosa abbiamo bisogno prima ancora che abbiamo quel bisogno e si diletta a provvederci ciò che ci …
Leggi Tutto

CASA TUA!

di FILIPPO WILES   –   Quanti sermoni il lettore avrà ascol­tato sulla parola che Gesù rivolse a Zaccheo: «Scendi presto, perché oggi debbo albergare in casa tua».  Credo di non sbagliarmi quando di­co che l’interpretazione data a queste parole è, nella maggioranza dei casi, spirituale, cioè una interpretazione fi­gurativa, essendo la casa  paragonata alla nostra vita. Poche sono le volte quando sono prese alla lettera. Ebbene il messaggio che …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti