Meditazione del giorno: Le promesse sono molte e sicure

fb_meyer

di  F.B.MEYER   –  “Io ti ammaestrerò e ti insegnerò la via per la quale devi camminare”   Salmo 32:8.     –   Questa è la pro­messa che Iddio fa a tutti coloro le cui trasgressioni sono perdonate, i cui peccati sono stati cancellati, e che hanno acquistato la sensibilità per poter scorgere il più piccolo sintomo della Sua volontà, meglio di quello che possa fare il mulo con il morso. “Riconoscilo in tutte le tue vie ed Egli appianerà i tuoi sentieri”. Proverbi 3:6.  Abbiamo una parola si­cura sulla quale contare, se solo adempiamo alle con­dizioni richieste, senza lasciarci influenzare dal nostro personale modo di vedere.

“Ed il Signore ti guiderà del continuo” Isaia 58:11. E’ impossibile credere che Egli possa guidarci, se non crediamo che Egli possa farlo sempre. Perché i grandi avvenimenti della vita influiscono su di essa in ogni particolare. Un sassolino può alterare il corso di un fiume. Un granel di senape, una volta cresciuto, può determinare la caduta della pioggia
sopra un continente. Ci viene così richiesto di cercare una Guida che ab­bracci tutta la vita nei suoi molteplici aspetti.

“Io sono la luce del mondo; chi mi seguita non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita”  Giovanni 8:12.  Questo passo sembra rivolto a coloro che vagano nel deserto. Il Maestro promette di essere per tutte le anime fedeli che vanno in pellegrinaggio verso la Città di Dio, quello che fu la nuvola per il po­polo d’Israele nella sua marcia verso la Terra Promessa. Questi non sono che esempi. Il complesso delle Sacre Scritture ne è pieno, ed essi scintillano come le stelle che guidano i viaggiatori nelle tenebre. I Profeti pos­sono ben riassumere l’eredità dei servi di Dio dicendo della Città Santa: “ Tutti i tuoi figliuoli saranno disce­poli del Signore e grande sarà la pace dei tuoi figliuoli”.

Eppure, a qualche anima timida e provata potrà sem­brare che, sebbene tutti coloro che la Parola di Dio menziona, siano stati aiutati da Dio, essa sia stata in­vece lasciata sola. Potrà sembrarle di essere stata posta davanti a problemi che la riempiono di perplessità, di essere stata messa faccia a faccia con i misteri della vita; e, ansiosa di sapere cosa fare, potrà sembrarle che nessun angelo le appaia per istruirla. Alcuni danno la colpa alla loro poca intelligenza. La loro mente è ottusa. Non sanno afferrare il senso di quello che Dio vuole, mentre è così chiaro per gli altri. Sono tanto preoccupati dalla paura di sbagliare, che non sanno più comprendere quello che è giusto.  “Chi è cieco se non il mio servo, e sordo come il messo che io  invio? Chi è cieco come colui che è mio amico, cieco come il servo del Signore? “. Cosa avviene con i nostri bambini? Uno è tanto svelto, che ha bisogno solo di una piccola spinta per capire quello che deve fare; un altro è più tardo, non può capire subito ciò che si vuole da lui. Farete conoscere solo a quello più pronto ciò che volete? Non prenderete l’altro sulle gi­nocchia, e cercherete di rendergli chiare le cose che deve capire? Il dispiacere di quel piccolo essere, ansioso di comprendere per poter ubbidire subito, non crea con voi un legame quasi più forte di quello che può creare l’altro? Oh! fanciulli stanchi, perplessi, timidi, credete nel grande amore di Dio, appoggiatevi su di Esso nella certezza che Egli supplirà alla vostra ignoranza, verrà incontro ai vostri bisogni, prenderà “gli agnelli in braccio, se li torrà in seno e condurrà pian piano le pecore che allattano”.

Vi sono varie istruzioni pratiche alle quali dobbiamo attenerci per poter penetrare il pensiero del Signore.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Dai nostri culti  - Predicazione 8 Maggio 2016

Pastore Agostino Masdea: OGNI IDOLO CADRA’ DAVANTI A DIO. (1 Samuele 5) …
Leggi Tutto

IL RIPOSO DI DIO -

Sermone predicato dal Pastore Agostino Masdea 17/3/2019 – “Resta un riposo per il popolo di Dio”, e seppur è vero che solo nel cielo, raggiungerà la sua perfezione, non è detto che debba cominciare lì. Il credente può realizzare nella propria vita, oggi il riposo di Dio …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: Puoi fidarti della mia fedeltà perché la Mia parola è vera.

Perché la parola dell’Eterno è retta, e tutte le sue opere sono fatte con fedeltà. (Salmo 33:4)   –   Se facessi una promessa ai miei figli ed essi mettessero in discussione la veridicità della mia promessa, mi darebbe parecchio fastidio. Come padre, spero che i miei figli abbiano fiducia nel mio carattere e nella mia parola. Se essi dubitano di ciò che dico, mettono in discussione l’intera mia persona. Credo che alla base …
Leggi Tutto

IL BUON PASTORE

di GEORGE WHITEFIELD  –  Sermone d’addio (L’ultimo sermone predicato a Londra, mercoledì 30 agosto 1769 prima della sua ultima partenza per l’America) “Le mie pecore ascoltano la mia voce, io le conosco ed esse mi seguono; e io do loro la vita eterna e non periranno mai, e nessuno le rapirà dalla mia mano” (Giovanni 10:27-28).   – È un detto comune e, io credo, giusto, quello che …
Leggi Tutto

LA GIOIA

di GUIDO SCALZI – La natura umana è così fatta che non può vivere un attimo senza cercare un po’ di contentezza. Ma è ben difficile trovarla se non si cerca dove la si può trovare. Essa non può venire dalle ricchezze, dal danaro, dal buon successo o dagli amici; e neppure dalla buona salute. Questi sono elementi naturali che possono contribuire alla tranquillità della mente, ma non …
Leggi Tutto

Labbra che lodano

di R. Bryant Mitchell “O Signore, apri le mie labbra, e la mia bocca proclamerà la tua lode.” (Salmo 51:15). – La lode è una cosa perenne. Davide disse: “Io benedirò il Signore in ogni tempo: la sua lode sarà sempre nella mia bocca” (Salmo 34:1). Nessuna notte può essere troppo buia quando hai con te la luce della lode. Nessuna prova può spezzare il tuo spirito quando …
Leggi Tutto

Uganda: il padre di un martire racconta il proprio cammino di fede

UGANDA  –   William Masolo, padre di Francis Namokubalu (un credente ex-musulmano ucciso a causa della sua fede), ci testimonia del risultato della campagna di lettere organizzata da Porte Aperte, che ha permesso alla sua famiglia di rimanere salda e unita nonostante la perdita del figlio. William ha inoltre condiviso con noi il suo personale cammino di fede. La storia della conversione di William risale agli inizi degli …
Leggi Tutto

Che devo fare?

di Roberto Bracco  –  La tua chiesa langue a causa dell’indifferenza spirituale e della mondanità? La vanità, la carne e il peccato hanno preso il posto della consacrazione, dello spirito e della santità? La potenza celeste non si muove e non opera come operava anni addietro, gli ammalati non vengono più guariti e i tormentati liberati? Insomma ti accorgi che la tua chiesa si trova sulla strada dello …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti