Meditazione del giorno: Quando questo è finito

images

di RICHARD W. DEHANN  –  L’Iddio mio supplirà ad ogni vostro bisogno secon­do le sue ricchezze e con gloria, in Cristo Gesù… (Filippesi 4:19)  –  Avevamo molto gioito per la riunione in Altoona,  Pensylvania, e per il privilegio avuto di poter salutare molti amici della Classe Biblica per Radio, pure presenti quella sera. Dopo la riunione alcuni cari amici c’invitarono a uno spuntino. Ma arrivati in casa loro ci accorgemmo che si trattava invece più che di un ottimo pranzo, di un pranzo di festa. Mentre mangiavamo, una delle ospiti venne nella stanza per vedere se avessimo abbastanza. Prima di riandarsene, si voltò e disse: “Quando questo è finito, in cucina c’è ancora dell’altro”. Poiché provengo dal centro della costa orientale, quest’espressione pennsilvanico-olandese mi divertì molto. “In cucina c’è ancora dell’altro quando questo è finito… Questa frase voleva significare: “Quando ciò che avete sarà tutto consumato, dalla stessa fonte verrà dell’altro… Era bene che lo sapessimo, ma quanto ciò è più meraviglioso nel regno spirituale. Come è consolante l’assicurazione che per quanto grande possa essere il no­stro bisogno e per quanto abbiamo già ricevuto dalla fonte celeste: c’è ancora dell’altro “quando questo è finito…

L’amore di Dio non conosce misura: la grazia di Dio non ha limiti; la potenza di Dio è senza prepotenza. La sua sapienza non ha confini e le sorgenti delle sue sollecitu­dini non si esauriscono. Non ci dobbiamo meravigliare se l’apostolo Paolo riveste il suo augurio per la comunità di Efeso con queste parole: “… affinchè siate resi capaci di abbracciare con tutti i santi qual sia la larghezza, la lunghezza, l’altezza e la profondità dell’amore di Cristo e di conoscere questo amore che sorpassa ogni conoscenza (Ef. 3:18-19). Paolo è consapevole del fatto che Iddio può fare ad esuberanza al di là di ciò che domandiamo o comprendiamo, secondo la forza che opera in noi.

Oh, che possiamo imparare a camminare giorno per giorno con questa fiducia e a non preoccuparci mai per il domani! Mentre ringraziamo Iddio per la sua attuale sollecitudine, dovremmo fare un altro passo avanti nella consapevolezza che  “c’è ancora dell’altro quando questo è finito”.

Rifletti: La nostra preghiera e la riserva di Dio sono come due secchie su un pozzo: mentre una sale in alto, l’altra scende.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

ULTIMO VIDEO DAL CENTRO BENIAMINO - ANGOLA

Il lavoro missionario nel centro Beniamino AMEN, a Funda, in Angola va avanti. Questo è l’ultimo video che la sorella Lidia, direttrice del centro, ha postato su Facebook …
Leggi Tutto

LA PACE E’ POSSIBILE!

di J. F. Walvoord   –  Desideriamo la pace nel mondo.  Ai nostri giorni sono pochi i quesiti che ci inducono a meditare, certamente non tanto quanto la domanda: E’ possibile la pace? Questa domanda preoccupa non solo i cristiani ma anche gli aderenti ad altre religioni nel mondo ed ad altri tipi di fede, nonché coloro che si occupano di politica. Essa non si limita solo alla …
Leggi Tutto

LE RISPOSTE DIO SARANNO PRECISE COSI COME LO SONO LE NOSTRE PREGHIERE

di Charles G. Finney.  –    Voglio ricordare alcune cose che una persona deve fare, se vuole che vengano esaudite le preghiere. Deve pregare per un qualcosa di definito (Marco 11:23-24; 10:51). Deve avere davanti alla propria mente una chiara visione di ciò che vuole. Invece di pregare per qualcosa di definito molte persone pregano per ciò che li passa per la mente in quel momento. Questa non è …
Leggi Tutto

IL CULTO

di Roberto Bracco –  “Onore reso a Dio”. Per il cristiano è anche mezzo per realizzare comunione con Dio; quindi possibilità di offrire a Dio, ricevere da Dio. Comunemente con questo nome si definiscono le riunioni che uniscono i fedeli per la celebrazione liturgica: preghiera, canto, predicazione… In queste riunioni i fedeli vogliono offrire lode a Dio, esprimere amore, gratitudine e aspettano le benedizioni della presenza di Dio …
Leggi Tutto

Calvario

di John Charles Ryle  –  Probabilmente saprete che il Calvario era un posto poco fuori Gerusalemme, dove il Signore Gesù Cristo, il Figlio di Dio, fu crocifisso. Sul Calvario non sappiamo altro che questo. Ho intitolato questo sermone “Calvario” perché voglio parlarvi delle sofferenze e della crocifissione di Cristo. Temo infatti che ci sia molta ignoranza, nel seno del popolo di Dio, sul soggetto delle sofferenze di Gesù …
Leggi Tutto

UNA NUOVA SPERANZA

di Masdea Agostino  –  Ruth 1:1-7 –  i) Il libro di Ruth racconta la storia di due donne, una suocera e una nuora… e sebbene questo tipo di rapporto proverbialmente sembra sia difficile, queste due persone unirono la loro vita in un legame spirituale e di affetto sincero che lasciò un segno profondo nella storia d’Israele e nella storia del popolo di Dio. In questo brevissimo libro si …
Leggi Tutto

jesus return

di M.R. De Haan  –  Per oltre 1900 i Cristiani hanno continuato a pregare questa preghiera che Gesù aveva insegnato ai suoi discepoli: “Venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà in cielo come in terra.” (Matteo 6,10)  –  Questa preghiera non è stata ancora esaudita, nessuno può affermare infatti che si sia, o che ci sia mai stata, pace sulla terra. Anche se consideriamo questa richiesta …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti