NOI L’ABBIAMO VOLUTO

Vance Havner

di VANCE HAVNER  –  “Non ti sei forse attirato addosso questo perché hai abbandonato l’Eterno, il tuo Dio, mentre ti conduceva per la strada?” Geremia 2:17 – “Questi mali non cisono, forse caduti addosso perché il nostro Dio non è in mezzo a noi?” Deuteronomio 31:17

La situazione critica in cui volgiamo oggi è solo colpa nostra. Noi l’abbiamo voluto. Tutti i nostri mali moderni sono giunti su di noi perché Dio non è più fra di noi. Certo, Egli è onnipresente, ma Egli non è fra noi nel senso che non abbiamo più il Suo favore, il sorriso della Sua approvazione.

Dio è stato fra di noi con innumerevoli benedizioni, ma noi Lo abbiamo dimenticato. E per perdersi non serve che una nazione bestemmi contro Dio. “Gli empi scenderanno nello Sceol; sì, tutte le nazioni che dimenticano Dio”. Persino il popolo di Dio a volte si chiede, “il Signore è fra di noi o no?” E nella Sua assenza siamo sommersi dalla presenza di mali a profusione. Abbiamo perso il senso di Dio nella nazione, nelle chiese, nelle nostre vite. Il compito più grande di quest’ora è di accostarci a Dio affinché Egli possa accostarsi a noi. La Sua presenza con noi risulta troppo spesso una congettura nelle nostre menti, piuttosto che una consapevolezza nei nostri cuori.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Dai nostri culti: Salvezza senza ravvedimento

Pastore Agostino Masdea  –  Domenica 23  Marzo 2014  –  (Marco 1:14-20))                                   Questo sermone confuta la dottrina della “grazia estrema” o “ipergrace”, e ribadisce che senza ravvedimento non c’è salvezza. William Booth, fondatore dell’Esercito della salvezza aveva previsto che nel XX secolo ci sarebbe stato: -Una religione senza lo Spirito Santo. -Cristiani …
Leggi Tutto

LA FEDE

da un sermone di Smith Wigglesworth  –  «Per fede Abele offerse a Dio un sacrificio più eccellente che Caino… per fede Enoch fu trasportato per non veder la morte… per fede Noè fabbricò un’Arca per la salvezza della sua famiglia… per fede Abrahamo, essendo chiamato, ubbidì, per andarsene al luogo che egli aveva da ricevere in eredità» (Ebrei 11-4, 8). Ci è solo una via per appropriarci dei …
Leggi Tutto

IMPARATE

di FILIPPO WILES – Il Cristiano è nato perché impari, è salvato ed arruolato per imparare, quindi non è motivo di meraviglia se al cenno dell’invito di Gesù, troviamo questa parola: imparate. Chi fallisce in questo ha perso lo scopo e il significato della sua chiamata in Cristo. Imparare significa apprendere con lo studio o con la pratica, mandare a memoria. Sembra naturale, è vero, che come cristiani …
Leggi Tutto

PIÙ VOLENTIERI AL MERCATO CHE NEL SANTUARIO

di Vance Havner  –  «A chi assomiglierò io questa generazione? Ella è simile ai fanciulli seduti nelle piazze che gridano ai loro compagni e dicono: Vi abbiamo suonato il flauto e voi non avete ballato» (Matteo 11:16,17). Oggi molti cristiani giocano alla religione. Essi si trovano perfettamente a loro agio in questo mondo: vivono serenamente, comprano, vendono, acquistano, guadagnano; la loro mente è tutta dedita ai profitti e …
Leggi Tutto

1900: Esperienze pentecostali nella scuola biblica di TOPEKA

Nell’autunno del 1900 fu inaugurata una Scuola Biblica a Topeka, Kansas. Quaranta studenti si riunirono col solo scopo di studiare la Parola di Dio e nessun libro di testo era usato all’infuori della Bibbia. Tra i vari soggetti biblici che erano oggetto di studio e meditazione, c’era quello del Battesimo nello Spirito Santo. Gli studenti ebbero il tempo necessario per una esauriente ricerca nelle Scritture e, quando furono …
Leggi Tutto

SAREMO SIMILI A LUI

di MW. B. RILEY   –  Paolo scrisse: “Ma dirà qualcuno: Come risuscitano i morti, e con quale corpo verranno? Stolto! Quello che tu semini non è vivificato, se prima non muore.  E quanto a quello che semini, tu non semini il corpo che ha da nascere, ma un granello ignudo, che può essere di frumento o di qualche altro seme. E Dio gli dà un corpo come ha …
Leggi Tutto

New Age e Cristianesimo

di B. E. Underwood   –   Uno dei più famosi “pseudoevangelisti” del mondo è una donna. Il suo nome è Shirley MacLaine. Il suo “vangelo contraffatto” è quello del movimento New Age (o Nuova Era). Guadagna circa quattro milioni di dollari all’anno propagando la sue fede. L’oggetto dei suoi seminari propagandistici è presentare ai partecipanti una persona che secondo la MacLaine è la più importante del mondo. Questa persona …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti