Meditazione del giorno: Autocommiserazione alla porta

Joni_eareckson_tadadi JONI EARECKSON TADA  –  La tecnologia moderna, che pure ci ha messo a disposizione molti prodotti utili – dalla plastica, agli insetticidi, ai conservanti – costituisce una minaccia mortale per una mia amica. Linda è stata avvelenata da sostanze chimiche; di conseguen­za ha perso la capacità di sopportare questo nostro mondo sintetico. Andai a trovarla la settimana scorsa, in una zona remota sulle colline di Santa Barbara. Per le due settimane precedenti dovetti sottopormi a una “disintossicazione” dei miei abiti, del mio corpo e dei capelli. Fui costretta ad eliminare profumi, deodoranti e saponi. Non potei neppure mangiare cipolla, aglio o cibi piccanti. Mentre mangiavamo insieme a casa sua, Linda mi raccontò un fatto avvenuto la settimana precedente. Era stata costretta a subire un lungo isolamento nella sua stanza, semplicemente perché i vicini avevano fatto un barbecue in giardino. Soltanto una minima parte del liquido usato per accendere il fuoco, se diffuso dal vento, poteva farle perdere conoscenza.

A causa di questo problema Linda è quasi sempre sola. È isolata dai familiari e dagli amici. Tuttavia, la sua solitudine è spesso disturbata da un ospite, che insistentemente bussa alla sua porta. Quest’ospite indesiderato continua a bussare, e a supplicare di essere ricevuto.

Si chiama Autocommiserazione.  È facile capire perché Linda sia tentata ogni volta di far entrare questo instancabile visitatore. Le verrebbe facile compiangersi quando deve telefonare con un apparecchio metallico antiquato, i cui pezzi non possono essere sostituiti, quando si rompono. Le conversazioni “urlate” al telefono la lasciano sempre frustrata ed esausta. Tutto questo non è crudele per lei? Non pensi che sarebbe ragionevole che lei trascorresse qualche ora con Autocommiserazione? Alcuni risponderebbero di sì, ed è comprensibile.

Ma cosa ne dice Linda? “Joni, certamente la sofferenza e la malattia non occupano i primi posti nella mia classifica dei desideri per una vita felice. Ma soltanto Dio può stabilire cosa sia meglio per me. Solamente Lui vede la fine già dal principio. Egli è l’unico a sapere cosa è utile a rendermi conforme all’immagine del Suo Figliuolo. Per questo il Signore non risparmia il dolore per adempiere la Sua volontà nella mia vita. Non mi serve la pietà, anzi, ciò di cui ho meno bisogno è proprio l’autocommiserazione”.

Tutti noi conosciamo giorni nei quali Autocommiserazione, come un accanito venditore, continua a suonare il campanello e a bussare alla porta; giorni nei quali ci sentiamo come se fossimo gli unici sulla terra ad avere problemi. Conosci bene quelle gior­nate: un piatto cade rumorosamente a terra, il telefono squilla, la lavatrice va in tilt, la chiave dell’auto rimane chiusa all’interno, la banca ti informa di un altro assegno scoperto. “Ah, povera me!”. Pensi. Prima di offrire ospitalità al vecchio Autocommiserazione, ricordati di Linda, sulle colline di Santa Barbara. Linda sopporta tanta solitudine, ma è circondata dalle preghiere di cari amici cristiani, e… rifiuta di far entrare quella “persona” che insiste a bussare alla sua porta.

Se lei riesce a tenere chiusa e sprangata quella porta, puoi far­lo anche tu!

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Amare il prossimo.

di Agostino Masdea  –  “E chi è il mio prossimo?” (Luca 10:27-29)  i) – Prossimo: dall’ebraico”rea” colui che è vicino, col quale stai trattando. Dal greco ” plesion”  –  avvicinarsi. a) Prima di Gesù, anche nel v. T., ” prossimo ” e un termine riservato ai “connazionali” ai “parenti” agli amici e ai compagni. Al massimo il termine si estende allo straniero che dimora in terra di Israele; …
Leggi Tutto

VENITE DIETRO A ME... (Matteo 4:19)

di Roberto Bracco   –  Gesù Cristo è “ogni cosa” per “ogni credente”; in Lui si risolvono tutti problemi, in Lui si compiono tutti programmi e in Lui, in Lui soltanto, si raggiungono tutte le mete. “Venite a me!” “Imparate da me! ” ” Dimorate in me! “… queste e tante altre espressioni analoghe a queste ci dichiarano che Gesù Cristo è il “capo” della chiesa, la “luce” della …
Leggi Tutto

UN SEGRETO SULLA GRAZIA

di Max Lucado  –  Ecco un segreto sulla GRAZIA:  dieci piccole parole che spiegano tutto quello che c’è da sapere: “Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?” (Romani 8:28). Da un lato questo concetto può sembrare cosi semplice, in realtà, queste parole contengono un significato veramente profondo. Esaminiamo attentamente le quattro parole di questo versetto. Leggete lentamente la frase: “Dio è per noi”. Fate una …
Leggi Tutto

TORNERA'!

di S. Carruthers  – (Leggendo le statistiche citate nell’articolo tenere presente che è stato scritto negli anni 70) Gesù, che non ha mai mentito, poiché è la verità per essenza, prima di lasciare questa terra, disse ai suoi discepoli: Ritornerò! E noi possiamo essere altrettanto sicuri della realtà del suo ritorno, come possiamo essere certi della realtà della sua prima venuta! Effettivamente, nella Sacra Scrittura ci sono assai …
Leggi Tutto

L'ORGOGLIO, IL GRANDE PECCATO

di C.S. Lewis   Tratto dal libro: Mere Christianity. Che posto occupa l’orgoglio nella nostra vita? Sappiamo che è il peccato più subdolo, spesso mascherato sotto forma di umiltà! É indispensabile che il cristiano autentico esamini se stesso e riconosca le proprie lacune prima di poter progredire nella conoscenza di Dio e arrivare ad essere utile agli altri. Riconoscere l’errore in noi stessi spalanca tutte le porte a Dio, che …
Leggi Tutto

VIVERE NEL RISVEGLIO

di Ron Marr –  Jonathan Goforth (1859-1936), un missionario presbiteriano canadese, ha visto il risveglio in tutto le zone del Nord della Cina dove ha predicato. Insieme al responsabile del consiglio per le missioni, aveva visitato la Corea e aveva visto il grande risveglio che stava avvenendo in quella terra. Lesse poi successivamente i discorsi di Charles G. Finney sul risveglio, e fu colpito dalla dichiarazione di Finney che il …
Leggi Tutto

LE VIE DI DIO SONO MIGLIORI

di  G.Campbell Morgan  –  Noi scegliamo per primi; Dio sceglie per secondo. La storia dimostra, e il futuro lo verificherà, che le vie di Dio sono migliori delle nostre. Il primo Adamo fallì, il secondo Adamo ebbe successo. Il primo figlio di Adamo (Caino) fu un assassino, il secondo (Abele) fu un martire. Il primo figlio di Abramo (Ismaele) era nato dalla carne, il secondo (Isacco) fu scelto …
Leggi Tutto

Storia di un inno: IT’S WELL WITH MY SOUL

 Horatio Spafford era un avvocato di successo ed un insegnante di giurisprudenza nella Chicago del 1860. Insieme a sua moglie, Anna, erano ben noti in città, sia per la carriera legale di Spafford, ma anche perché i due coniugi erano amici e sostenitori di D.L. Moody, famoso evangelista. La città di Chicago era in forte espansione, le attività industriali erano fiorenti e lo sviluppo sociale era in forte …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti