Meditazione del giorno: Il Povero giovane ricco

boschdi Henry G. Bosch  –  “Ma egli se andò dolente…”  Marco 10:22   –   Alcuni anni fa un pastore andò a far visita ad un uomo ricco che era in fin di vita. Dopo avergli parlato delle cose dell’anima, gli domandò se poteva prendergli la mano per la preghiera. L’uomo disse di no e chiuse pugno sotto la coperta. Poco dopo spirò senza dare la certezza che la sua anima fosse salvata. Quando più tardi furono rimosse le coperte, gli si trovò nella mano rattrappita la chiavetta della sua cassetta di sicurezza. Ancora una volta era vero: l’amore al denaro rende l’uomo cieco.

Abbiamo un classico e ugualmente tragico esempio della perfida potenza delle ricchezze nella storia che ci è raccontata in Marco 10. Questo giovane che si presentò a Gesù aveva davanti a sè un futuro pieno di promesse. Era moralmente integro, sembrava molto religioso e possedeva buone qualità. Tuttavia, nonostante la sua sincerità, andò eternamente perduto. Qualcuno ha trovato che egli si è perduto per i motivi seguenti:

  • Per la sua seria morale,
  • Per la sua purezza etica,
  • Per essersi accostato esternamente a Gesù e
  • Per aver riconosciuto l’amore del Salvatore per lui. Egli andò via dalla presenza di Gesù senza la salvezza. L’ostacolo per il giovane fu che egli amava se stesso e il suo denaro più di Dio.
  • Gesù vi mise il dito quando gli consigliò di dare le ricchezze ai poveri, di resistere alle inclinazioni e ai desideri carnali e di percorrere con Lui la via della croce. Di fronte a questa decisione il giovane non ha riconosciuto che il prezzo della sua preziosa anima immortale era più grande delle sue terrene ricchezze. Se ne andò via triste e irredento, però soddisfatto di poter conservare il suo denaro.

    <Dal momento che lo spirituale è più importante che il materiale, non dovremmo porre il significato su ciò che vale per l’anima? Perciò il protagonista di questa storia non lo dovremmo chiamare giovane ricco, ma dovremmo dire: il povero giovane ricco!
    Rifletti: Essere ricco di Dio è meglio che essere ricco di beni.

    I commenti sono chiusi.

    Post meno recenti

    IL BATTESIMO (ISTRUZIONI PER CATECUMENI)

     Introduzione   Frequentemente il battesimo cristiano viene amministrato con troppa sollecitudine e con troppa superficialità. Frequentemente coloro che scendono nelle acque battesimo non hanno una conoscenza precisa del significato e del valore della rito che compiono. Frequentemente questo importantissimo atto cristiano si riduce ad un povero rito di formalismo liturgico… È per questo che desideriamo, nelle pagine che seguono, esprimere alcune considerazioni che potranno aiutare ad esaminare il …
    Leggi Tutto

    Sermone Domenica 13 Gennaio 2013

    Agostino Masdea: VITA SOPRANNATURALE (Giovanni 10:10) …
    Leggi Tutto

    Una promessa per oggi: Niente sarà impossibile per chi ha una fede anche piccola

    E Gesù disse loro: «… io vi dico in verità che, se avete fede quanto un granel di senape, direte a questo monte: “Spostati da qui a là”, ed esso si sposterà; e niente vi sarà impossibile. (Matt. 17:20) In questa promessa, Gesù ci dice che, anche se la nostra fede è piccola come un granello di senape, siamo in grado di dire ad una montagna di spostarsi e …
    Leggi Tutto

    BALSAMO DI GALAAD

     di LILIAN B. YEOMANS Tanto tempo fa, su una collina solitaria, tre croci, le vedo ancor! Tanto tempo fa il Salvatore disse, mentre chinava il Suo capo morente: «Tutto è compiuto». Balsamo di Galaad, guarisci le mie ferite, rendimi  interamente sano e forte, Tu sei la Medicina che io prendo, e subito la mia salute irrompe: «Tutto è compiuto».  Geremia 8:22: «Non c’è balsamo in Galaad? Non c’è laggiù nessun medico?» Che …
    Leggi Tutto

    Grandi inni: "What a Friend we have in Jesus"

    QUALE AMICO IN CRISTO ABBIAMO –  di  Joseph Scriven (10 September 1819 – 10 August 1886) –  Joseph Scriven nacque nel 1819 a Dublino, Irlanda,  da genitori benestanti. Si laureò al Trinity College di Dublino.  Da giovane voleva seguire le orme del padre nella Royal Marine, ma la sua salute cagionevole non gli e lo permise.  All’età di venticinque anni, decise di lasciare il suo paese natale ed …
    Leggi Tutto

    Come incontrare Gesù

                  Sermone di Roberto Bracco – Marco 2:1-12 “Come incontrare Gesù”.  1 Alcuni giorni dopo, egli entrò di nuovo in Capernaum e si venne a sapere che egli si trovava in casa; 2 e subito si radunò tanta gente da non trovare più posto neppure davanti alla porta; ed egli annunziava loro la parola. 3 Allora vennero da lui alcuni a presentargli un paralitico, portato da …
    Leggi Tutto

    SANSONE: FORZA E DEBOLEZZA

    di H. CARTER  –  La storia di Sansone, l’uomo forte consacrato a Dio, contiene un insegnamento utile a tutti. È il racconto di un israelita così forte che poteva portare sulle spalle le porte della città di Gaza, ed anche così debole che fu vinto dalle astuzie di una donna.  Leggendo la sua storia, ci si meraviglia ad un tempo sia della sua forza che della sua debolezza. Quando …
    Leggi Tutto

    Promessa per oggi: Io rivelo i miei segreti a coloro che mi temono.

    Il segreto del SIGNORE è rivelato a quelli che lo temono, egli fa loro conoscere il suo patto. (Salmo 25:14) L’autore di questo salmo è il re Davide. La promessa di oggi parla di come Dio condivide i suoi segreti con coloro che lo temono. È importante sapere che la parola “timore” non significa che dobbiamo avere paura di Dio, ma riverenza e rispetto profondo per la Sua …
    Leggi Tutto

    Dai nostri Culti