Meditazione del giorno: COSA SONO “TUTTE LE COSE”?

joni1

di  Joni Eareckson Tada  –  “Or noi sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di coloro che amano Dio…” (Romani 8:28). Hai visto questo verso ricamato a punto croce e incorniciato su un quadro appeso nel salotto, forse sopra il caminetto. Lo hai visto scritto su piccole calamite attaccate ai frigoriferi. Appare di tanto in tanto sui portachiavi. Io l’ho persino visto ricamato a mano su un orsacchiotto. Sicuramente lo conosciamo a memoria, in un paio di versioni diverse. Non potrebbe essere che diamo per scontato Romani 8:28 proprio perché lo conosciamo così bene? Stavo considerando questo versetto qualche giorno fa, quando, all’improvviso, una domanda che non mi ero mai posta si affacciò alla mia mente. Provai a chiedermi: “A cosa pensava l’apostolo Paolo quando scrisse che tutte le cose cooperano al bene? Cosa intendeva con “tutte”? A quali cose si riferiva?”. Continuando la lettura a partire da quel versetto, ho trovato alle mie domande delle risposte sorprendenti. Verso la fine del capitolo, Paolo precisa le cose di cui stava parlando. Non è una lista molto piacevole. Non è il genere di cose che ricameresti a punto croce sulla pancia di un orsacchiotto. Paolo inizia con la parola “tribolazione”, poi passa al termine “distretta”, quindi traccia le parole “persecuzione”, “fame”, “nudità”, “pericolo” e “spada”. Che lista! E queste erano le cose che egli credeva Dio usasse per il bene della sua vita! Le sopportava, fiducioso che nessuna tribolazione o distretta, per quanto grande, avrebbe mai potuto separarlo dall’amore di Dio.

Non riesco proprio a immaginarmi Paolo che guarda alle parole di Romani 8:28 con un’aria di “sì, le ho sentite per l’ennesima volta”. Non posso pensare che egli fosse indifferente riguardo a una verità così bella. Ho la netta impressione che cose come la nudità, la fame, il pericolo e la spada lo tenessero più vicino a Dio, in punta di piedi. Cosa sono “tutte le cose” nella tua vita di oggi? Quale lista potresti compilare? No, la fame non sarebbe in cima alla tua lista. Penso che neppure la nudità e la spada vi apparirebbero. Forse neppure la persecuzione, ma certo hai anche tu una lista incombente , come era quella per Paolo.

Puoi ringraziare il Signore perché Egli fa cooperare tutte le circostanze e i fatti della tua vita per il tuo bene? È per te una realtà il fatto che la lista dei tuoi problemi di oggi non potrà mai “separarti dall’amore di Dio”? E neppure quella di domani o di dopodomani? Non permettere che Romani 8:28 diventi come un vecchio e consunto paio di pantofole. Non trascinare la tua vita con questo versetto. Non lasciare che la verità dell’opera sovrana di Dio nella vita dei Suoi figliuoli diventi una cosa astratta.

Ogni volta che incontri un nuovo ostacolo o un nuovo problema nella tua vita il versetto di Romani 8:28 può risplendere per te di un fresco significato. È così nuovo come l’alba di domani, così attuale come la tua prossima difficoltà.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Una Promessa per te: "TI PRESERVERÒ DA OGNI CADUTA FINO A QUANDO SARAI FELICEMENTE NELLA MIA PRESENZA."

“Or a colui che può salvaguardarvi da ogni caduta e farvi comparire davanti alla sua gloria irreprensibili e con grande gioia, all’unico Dio sapiente, il nostro Salvatore, sia gloria, grandezza, dominio e potestà, da ora e per tutte le età. Amen.  (Giuda 24-25) Un giorno, ognuno che ha invocato il nome del Signore starà davanti alla Sua presenza. La promessa di oggi ci incoraggia che in quel giorno …
Leggi Tutto

Meditazione del giorno: FEDE VERA

di George Muller    –   “La fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di cose che non si vedono; …Per fede intendiamo che l’universo è stato formato per mezzo della parola di Dio, sì che le cose che si vedono non vennero all’esistenza da cose apparenti.” ( Ebrei 11:1;3). PRIMO: CHE COS’È LA FEDE? Nel modo più semplice in cui sono capace di esprimermi, io rispondo: …
Leggi Tutto

DAI SERMONI DI ROBERTO BRACCO

LA PAROLA DOLCE (Proverbi 15) [mp3player width=500 height=20 config=fmp_jw_widget_config.xml file=http://www.chiesadiroma.it/wp-content/uploads/2015/12/LA-PAROLA-DOLCE.mp3] …
Leggi Tutto

ONORIAMO IL SIGNORE

di Agostino Masdea  –  Malachia – Capitolo 1   –   Malachia significa “angelo” “messaggero”. Probabilmente questo non era il suo vero nome, ma questo era sicuramente il suo compito. Egli era “il messaggero di Dio”. Visse in un periodo particolare: il tempio era stato ricostruito (siamo al tempo di Zaccaria e Aggeo), c’era stato un tempo di risveglio, ma ora  il popolo d’Israele viveva un periodo di crisi spirituale. Crisi …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Niente sarà impossibile per chi ha una fede anche piccola

E Gesù disse loro: «… io vi dico in verità che, se avete fede quanto un granel di senape, direte a questo monte: “Spostati da qui a là”, ed esso si sposterà; e niente vi sarà impossibile. (Matt. 17:20) In questa promessa, Gesù ci dice che, anche se la nostra fede è piccola come un granello di senape, siamo in grado di dire ad una montagna di spostarsi e …
Leggi Tutto

UNITA'... A CHE PREZZO?

di Keith Green –  Di questi tempi si fa un gran parlare tra i Cristiani riguardo all’esigenza di unità. Ovunque cristiani si riuniscono puoi sentire qualcuno che afferma “Se solo tutti i credenti potessero unirsi e andare d’accordo, allora il mondo si sveglierebbe e ci darebbe retta! allora sì il Diavolo fuggirebbe spaventato! Allora si avrebbe un vero risveglio!!” L’intero movimento ecumenico si basa su questo assunto. Devo ammettere …
Leggi Tutto

Un nuovo passo avanti della medicina.

2 Dicembre 2012 | di  Elisabeth Elliot  –   Qualche tempo fa ho letto di un nuovo trionfo nel campo medico che riguarda gemelli non ancora nati. L’amniocentesi ha dimostrato che uno di loro aveva la sindrome di Down. La madre ha deciso che non voleva quel bambino, quindi con un semplice espediente di perforare il cuore del bambino con un lungo ago, è stato ucciso nel grembo materno. Lei …
Leggi Tutto

IL BISOGNO DEL MOMENTO

di BILLY GRAHAM              Il mondo oggi ha ancora un disperato bisogno di risveglio spirituale. É la sola speranza di sopravvivenza della razza umana. In mezzo ai problemi che il mondo deve affrontare, i cristiani sono stranamente silenziosi e impotenti, quasi sopraffatti dalla marea del secolarismo.Eppure, proprio loro sono chiamati ad essere “il sale della terra” (Mt 5,13), che impedisce ad un mondo in decadenza di corrompersi ulteriormente. I …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti