Meditazione del giorno: COSA SONO “TUTTE LE COSE”?

joni1

di  Joni Eareckson Tada  –  “Or noi sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di coloro che amano Dio…” (Romani 8:28). Hai visto questo verso ricamato a punto croce e incorniciato su un quadro appeso nel salotto, forse sopra il caminetto. Lo hai visto scritto su piccole calamite attaccate ai frigoriferi. Appare di tanto in tanto sui portachiavi. Io l’ho persino visto ricamato a mano su un orsacchiotto. Sicuramente lo conosciamo a memoria, in un paio di versioni diverse. Non potrebbe essere che diamo per scontato Romani 8:28 proprio perché lo conosciamo così bene? Stavo considerando questo versetto qualche giorno fa, quando, all’improvviso, una domanda che non mi ero mai posta si affacciò alla mia mente. Provai a chiedermi: “A cosa pensava l’apostolo Paolo quando scrisse che tutte le cose cooperano al bene? Cosa intendeva con “tutte”? A quali cose si riferiva?”. Continuando la lettura a partire da quel versetto, ho trovato alle mie domande delle risposte sorprendenti. Verso la fine del capitolo, Paolo precisa le cose di cui stava parlando. Non è una lista molto piacevole. Non è il genere di cose che ricameresti a punto croce sulla pancia di un orsacchiotto. Paolo inizia con la parola “tribolazione”, poi passa al termine “distretta”, quindi traccia le parole “persecuzione”, “fame”, “nudità”, “pericolo” e “spada”. Che lista! E queste erano le cose che egli credeva Dio usasse per il bene della sua vita! Le sopportava, fiducioso che nessuna tribolazione o distretta, per quanto grande, avrebbe mai potuto separarlo dall’amore di Dio.

Non riesco proprio a immaginarmi Paolo che guarda alle parole di Romani 8:28 con un’aria di “sì, le ho sentite per l’ennesima volta”. Non posso pensare che egli fosse indifferente riguardo a una verità così bella. Ho la netta impressione che cose come la nudità, la fame, il pericolo e la spada lo tenessero più vicino a Dio, in punta di piedi. Cosa sono “tutte le cose” nella tua vita di oggi? Quale lista potresti compilare? No, la fame non sarebbe in cima alla tua lista. Penso che neppure la nudità e la spada vi apparirebbero. Forse neppure la persecuzione, ma certo hai anche tu una lista incombente , come era quella per Paolo.

Puoi ringraziare il Signore perché Egli fa cooperare tutte le circostanze e i fatti della tua vita per il tuo bene? È per te una realtà il fatto che la lista dei tuoi problemi di oggi non potrà mai “separarti dall’amore di Dio”? E neppure quella di domani o di dopodomani? Non permettere che Romani 8:28 diventi come un vecchio e consunto paio di pantofole. Non trascinare la tua vita con questo versetto. Non lasciare che la verità dell’opera sovrana di Dio nella vita dei Suoi figliuoli diventi una cosa astratta.

Ogni volta che incontri un nuovo ostacolo o un nuovo problema nella tua vita il versetto di Romani 8:28 può risplendere per te di un fresco significato. È così nuovo come l’alba di domani, così attuale come la tua prossima difficoltà.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Promessa del giorno: La mia armatura vi aiuterà a stare ritti e saldi contro le insidie del nemico.   

Rivestitevi dell’intera armatura di Dio per poter rimanere ritti e saldi contro le insidie del diavolo. Efesi 6:11  –   In Efesi 6, l’apostolo Paolo esorta la chiesa di Efeso ad indossare la completa armatura di Dio, per essere in grado di resistere contro gli attacchi del nemico. È interessante notare che l’armatura non è nostra, ma appartiene a Dio. È la sua armatura. Egli ci ha dato l’elmo della salvezza …
Leggi Tutto

PreghieraDigiuno

« Se voi mi amate, osserverete i miei comandamenti. E io pregherò il Padre, ed Egli vi darà un altro Consolatore… » (Giov. 14 :15-16). Nello studio della dottrina dello Spirito e specialmente quando vogliamo approfondire il soggetto «battesimo con lo Spirito Santo» non dobbiamo trascurare un passo scritturale come questo; le parole di Gesù chiariscono l’argomento e stabiliscono un fondamento sul quale la dottrina stessa deve saldamente …
Leggi Tutto

UN SEGRETO SULLA GRAZIA

di Max Lucado  –  Ecco un segreto sulla GRAZIA:  dieci piccole parole che spiegano tutto quello che c’è da sapere: “Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?” (Romani 8:28). Da un lato questo concetto può sembrare cosi semplice, in realtà, queste parole contengono un significato veramente profondo. Esaminiamo attentamente le quattro parole di questo versetto. Leggete lentamente la frase: “Dio è per noi”. Fate una …
Leggi Tutto

DOMANDE PER GLI AMICI CATTOLICI, RIGUARDO GESÙ E IL PERDONO.

di Matt Slick  –   I cattolici hanno il confessionale, i sacerdoti, la penitenza, i sacramenti, i santi e Maria, e tutti in un modo o in un altro incidono sul  perdono dei peccati. In confessionale, il Cattolico confessa i suoi peccati a un sacerdote che gli da l’assoluzione e gli  prescrive la penitenza – un mezzo necessario per il perdono (CCC 980) “con la quale i peccati commessi …
Leggi Tutto

Charles Spurgeon: Predicare tra le avversità

di John Piper  –  Charles Haddon Spurgeon morì il 31 gennaio del 1892, all’età di 57 anni. Predicò per 38 anni al “Metropolitan Tabernacle” di Londra. La sua vita è ricchissima d’insegnamenti per i cristiani e specialmente per i pastori. Tutti dobbiamo affrontare le avversità e trovare in mezzo ad esse, il modo di perseverare anche nei momenti più opprimenti della vita. Tutti, allo stesso modo, devono alzarsi, fare …
Leggi Tutto

CORO ALFA OMEGA

Registrazione di un canto durante una riunione di culto. CORO ALFA OMEGA  Vieni e  “LODALO”  insieme a noi, tutte le domeniche sera, ore 18 …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Io avrò misericordia di coloro che sono misericordiosi verso gli altri.

“Beati i misericordiosi, perché a loro misericordia sarà fatta. (Matteo 5:7)   –   Anche nell’ambiente secolare, viene citato spesso quel verso che riporta le parole di Gesù che chiamiamo la ‘regola d’oro’ … “Fai agli altri quello che vorresti gli altri facessero a te”.  Anche il mondo riconosce che questo è un principio universale. La misericordia funziona allo stesso modo. C’è una promessa di misericordia per coloro …
Leggi Tutto

Grandi inni: "What a Friend we have in Jesus"

QUALE AMICO IN CRISTO ABBIAMO –  di  Joseph Scriven (10 September 1819 – 10 August 1886) –  Joseph Scriven nacque nel 1819 a Dublino, Irlanda,  da genitori benestanti. Si laureò al Trinity College di Dublino.  Da giovane voleva seguire le orme del padre nella Royal Marine, ma la sua salute cagionevole non gli e lo permise.  All’età di venticinque anni, decise di lasciare il suo paese natale ed …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti