Meditazione del giorno: La fonte della nostra speranza

di RICH CARMICHEAL –   Il profeta Geremia, nonostante si trovasse in circostanze tragiche, ri­corda questa fonte, quando scrive le seguenti parole: «È una grazia dell’Eterno che non siamo stati interamente di­strutti; poiché le sue compassioni non sono esaurite; si rinnovano ogni mat­tina. Grande è la tua fedeltà! ‘L’Eterno è la mia parte! dice l’anima mia, ‘perciò spererò in lui! L’Eterno è buono per quel­li che sperano in lui, per l’anima che lo cerca». (Lament. 3:22-25). Non importa quanto siano difficili le circostanze nel mondo e nella nostra vita, c’è sempre ragione per sperare. La fonte di questa speranza è il Signore. Egli è colmo di grazia, bontà e fedeltà. Egli opera sempre cercando di salvare chi è perduto e di rafforzare il Suo popolo. Già il fatto che state leggendo questo articolo cristiano è una prova che Egli sta ope­rando nella vostra vita. Egli vi esorta ad approfondire il vostro rapporto con Lui e di impegnarvi di più per i Suoi piani e scopi che riguardano la vostra vita. An­che in mezzo a tante difficoltà e incertez­ze della vita abbiamo la speranza, anzi la certezza, che il nostro Dio si cura di noi e che Egli possiede la potenza e la fiducia di portare a compimento la buona opera che ha cominciato in noi. (Filippesi 1:6).Abbiamo anche la speranza, e per questo preghiamo, di poter assistere ad un grande risveglio nelle comunità cri­stiane e tra le anime perdute. Il nostro Dio è un Dio che salva – un Dio che crea la vita. Non vuole che alcuno perisca, ma che tutti giungano a ravvedersi (2 Pietro 3:9). Egli desidera che più persone pos­sibili siano pronte per il giorno nel qua­le ritornerà Suo Figlio. Il Suo Spirito ci spinge a unirci in preghiera con tutti i popoli affinché si salvino le anime e na­sca il risveglio.