Meditazione del giorno: Vedere Gesù

ROY HESSION–  di ROY HESSION  –  “Vorremmo vedere Gesù”  (Giovanni 12:21)   –   Dobbiamo chiederci che cosa significhi, in realtà “vedere Gesù”. Forse ci aiuterà a questo «proposito» lo scoprire che cosa non significa. Vedere Gesù non vuol dire cercare di vederLo in modo mistico, e neppure implorare o pregare per delle visioni. Una volta ci capitò di sentire qualcuno che, rispondendo a chi gli chiedeva se riuscisse a vedere Gesù, esclamò: «Oh, sì, io tento sempre di evocare alla mente delle immagini di Lui».  Certe persone sono inclini alle visioni, ma le visioni non sono da ricercarsi e non dobbiamo vantarcene se ne abbiamo. Paolo era molto reticente riguardo a ciò che aveva visto (2 Cor. 12:1-5). L’esperienza di una visione non significa necessariamente che noi conosciamo il Signore Gesù più profondamente di qualunque altra persona – talvolta può costituire un impedimento al nostro discepolato.

D’altro canto non dobbiamo immaginare che una contemplazione puramente oggettiva di Cristo e del Suo amore o una riflessione accademica della verità sia quanto occorre. Per importante che sia, lo studio della Bibbia può essere sottilmente sterile e può non significare che lo studioso goda di una visione trasformante del Signore Gesù – sebbene non si andrebbe mai molto lontano senza lo studio giornaliero, diligente delle Scritture, fatto alla presenza di Dio.

Vedere Gesù significa capire che Egli è la fonte è il rifornimento delle nostre necessità presenti, e impossessarsi di Lui con grande fiducia. Il Signore Gesù è sempre visto attraverso la visuale della necessità. Egli ci viene presentato nelle Scritture non per una gratificante contemplazione accademica, ma per rispondere al disperato bisogno di peccatori e creature deboli, come siamo noi. Il riconoscimento del bisogno e la confessione del peccato, dunque, costituiscono sempre il primo passo verso la visione di Gesù.

Dove esiste una necessità riconosciuta, lo Spirito Santo gioisce di mostrare il Signore Gesù al nostro cuore, appunto come l’appagamento di quella necessità.

Fondamentalmente Egli ci viene rivelato attraverso le Scritture, ma spesso anche in altri momenti: attraverso la testimonianza di un fratello, con le parole di un canto, o attraverso l’intervento ancor più diretto dello Spirito all’anima, senza alcuno di questi mezzi. Poi mentre l’anima si appropria con fede di ciò che lo Spirito le mostra di Gesù, lo sforzo, la tensione, il senso di colpa, la paura, il dolore svaniscono e «allora spuntarono sorrisi sulle nostre labbra e canti di gioia sulle nostre lingue» (Salmo 126:2).

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

QUANDO DIO DISFA' IL TUO NIDO

di  Rex Humbard –  “Come un’aquila incita la sua nidiata, si libra sopra i suoi piccoli, spiega le sue ali, li prende e li porta sulle sue penne, l’Eterno lo guidò da solo, e non c’era con lui alcun dio straniero” (Deut. 32:11,12). E’ facile avere fede quando tutto procede tranquillamente, ma cosa succede quando la strada comincia a farsi difficile? Proprio in questo momento può darsi che …
Leggi Tutto

SIETE PRONTI PER L’ETERNITÀ?

di Charles H. Spurgeon  – Il cibo è necessario e indispensabile per mantenere in forza l’organismo umano. Supponiamo die voi diciate un giorno: “Non voglio più mangiare perché non voglio essere uno schiavo del materialismo”. Potete mettervi in viaggio verso una località più sana e soleggiata ma vi accorgerete ben presto che il clima e l’esercizio fisico non sono sufficienti a mantenervi in vita se vi rifiutate di …
Leggi Tutto

LA FATALE RISPOSTA DI DIO

di M. R. DeHaan –   “Ed egli dette loro quel che chiedevano, ma mandò la consunzione nelle loro persone.” Salmo 106:15 I figli d’Israele non erano soddisfatti del cibo di Dio ma desideravano poter stabilire essi stessi la propria dieta. Non erano contenti della manna, al suo posto volevano carne. Dio esaudì la loro preghiera a loro proprio danno. Sarebbe stato molto meglio se Dio non li avesse …
Leggi Tutto

Non dare spazio al lamento e all'insoddisfazione

di  BOB GASS –  “Sono dei mormoratori, degli scontenti”.  –   Jon Gordon scrive: “Un’amica di mia moglie, Rachel, si lamentava di continuo del suo lavoro… l’azienda, l’economia, il calo delle vendite… Ad un certo punto sono intervenuto nella conversazione: “In fondo è semplice, ho detto, devi fare una scelta. Puoi decidere di accettare le nuove politiche aziendali, andare al lavoro con un’attitudine costruttiva e dare il meglio, oppure puoi …
Leggi Tutto

Dio Opera Attraverso Le Chiese.

 di  VANCE HAVNER Gesù Cristo affidò a comunità locali il compito li continuare la Sua opera. Nell’ultimo capitolo delle età della Chiesa, Egli sta ancora parlando a definite comunità in vari luoghi. Sarebbe un grande giorno per le nostre chiese se esse fossero persuase ad interrompere ciò che stanno facendo per ascoltare l’ultimo messaggio del Signore per esse. Ripetutamente Egli fece questa esortazione: “Chi ha orecchio ascolti ciò che …
Leggi Tutto

Argomenti Biblici

IL MINISTERIO CRISTIANO

IL MINISTERIO CRISTIANO

di  Roberto Bracco   -   Introduzione Capitolo 1 - Il Ministerio Spirituale Capitolo 2 - I Ministeri della Chiesa Capitolo 3 - Amministrazione Spirituale dei Doni Capitolo 4 - ...
Leggi Tutto
Chiamata al ministerio della Guarigione Divina

Chiamata al ministerio della Guarigione Divina

  La testimonianza personale di John G. Lake dalla sua chiamata al ministerio della Guarigione Divina sarà, ne siamo certi, di grande benedizione per i visitatori del sito. Il suo ...
Leggi Tutto
CAMMINO' CON DIO

CAMMINO’ CON DIO

di DONALD GEE - La storia di Enoc, descritta per sommi capi in poche righe, ha sempre racchiuso un certo fascino; la storia dell’uomo che camminò con Dio e poi ...
Leggi Tutto
L’evangelizzazione comincia nella propria casa

L’evangelizzazione comincia nella propria casa

di Ruth Steelberg Carter  -  Qualcuno ha detto che «la sola religione che vale è quella praticata in casa» e questo è vero anche per l’evangelizzazione. Quando il Signor Gesù ...
Leggi Tutto
IL LAVORO NASCOSTO

IL LAVORO NASCOSTO

di DON MALLOUGH -  "Andrea, fratello di Simon Pietro, era uno dei due che avevano udito Giovanni e avevano seguito Gesù". - Giovanni 1:40  -   È strano come lo scrittore di ...
Leggi Tutto
L'AMORE È BENIGNO

L’AMORE È BENIGNO

di DAVID SKELTON  -  L' amore è paziente, è benigno. 1 Corinzi 13:4   -   L’amore non è solo passivo che sopporta ogni attacco, ma è anche attivo e fa ...
Leggi Tutto

Dai nostri Culti