Meditazione del giorno: A Dio piace fare doni!

di  Theodore Epp  –   Non v’ingannate, fratelli miei carissimi; ogni cosa buona e ogni dono perfetto vengono dall’alto e discendono dal Padre degli astri luminosi presso il quale non c’è variazione né ombra di mutamento”. (Giacomo 1:16-17)    –    Giacomo non lascia intendere alcun dubbio riguardo al fatto che Dio sia il Donatore per eccellenza di tutto ciò che è buono. Giacomo però ci avverte, “Non v’ingannate”.  La parola greca che in Italiano è stata tradotta col verbo “ingannare” vuol dire esattamente “fuorviare” oppure “andare fuori rotta”. Questa parola era usata spesso per descrivere una nave che aveva dovuto deviare la sua rotta e che si trovava in serio pericolo.  Il “non v’ingannate” di Giacomo non si riferisce al commettere un errore di poco conto, ma ad un serio errore di giudizio che potrebbe causare risultati terribili e disastrosi.

Notate che Giacomo non dice “ogni grande dono” bensì “ogni dono buono” (v. 17). Non importa se si tratta di un dono grande o piccolo, ogni cosa che Dio ci dona è buona.

Spesso capita che una persona che si trova nella prova si chieda se ogni cosa che viene dalla mano di Dio sia buona, ma Giacomo ci fa capire che non dovremmo porci domande simili. Teniamo a mente che Giacomo si riferisce ai doni, ossia, cose che non si ottengono per merito ma solo per la Grazia di Dio, inoltre, tende a precisare che i doni di cui parla sono doni che “provengono dal cielo” (v. 17).

Vi è un forte contrasto tra le cose del cielo e le cose della terra: gli uomini sono facilmente presi dagli affari terreni e fortemente attratti dal desiderio per le cose che non durano. Non vivremo su questa terra per sempre, dunque, anche le nostre prove dovrebbero essere viste alla luce dell’eternità.

“La sua potenza divina ci ha donato tutto ciò che riguarda la vita e la pietà mediante la conoscenza di Colui che ci ha chiamati con la propria gloria e virtù. ” (2 Pietro 1:3).

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

CREDENTI INCREDULI

di LEONARD RAVENHILL –  Uno di questi giorni qualche anima semplice prenderà la Parola di Dio, la leggerà e crederà. Allora noi altri ci sentiremo imbarazzati. Noi abbiamo adottato la conveniente teoria che la Bibbia sia il Libro da spiegare, laddove innanzi tutto si tratta di un Libro che deve essere creduto (e subito dopo obbedito). La realtà che occupa ininterrottamente i miei pensieri in questi giorni è che c’è …
Leggi Tutto

Sermone  predicato Domenica 17 Maggio 2015: pastore Agostino Masdea   Vivere ancora sotto la legge o vivere sotto la la grazia? …
Leggi Tutto

LA SPOSA SI PREPARA (Ruth 3:1-6)

di Agostino Masdea  –   Abbiamo visto nella meditazione precedente come Ruth comincia a esperimentare la grazia e la provvidenza Divina, e anche se costretta dalle circostanze ad un umile lavoro, inizia a scoprire che quell’Iddio che ha scelto di adorare e servire al posto dei suoi falsi dei moabiti, è un Dio fedele e misericordioso. Abbiamo anche paragonato la sua figura alla figura della chiesa di Gesù Cristo, …
Leggi Tutto

UNA PROMESSA PER OGGI: "HO PREPARATO COSE STUPENDE PER COLORO CHE MI AMANO"

1 Corinzi 2: 9 – Ma come sta scritto: “Le cose che occhio non ha visto e che orecchio non ha udito e che non sono salite in cuor d’ uomo, sono quelle che Dio ha preparato per quelli che lo amano”. Quando mia moglie ed io ospitiamo una festa di compleanno o un evento speciale per i nostri cari, un prepariamo e pianifichiamo prima un sacco di …
Leggi Tutto

UNA NUOVA SPERANZA

di Masdea Agostino  –  Ruth 1:1-7 –  i) Il libro di Ruth racconta la storia di due donne, una suocera e una nuora… e sebbene questo tipo di rapporto proverbialmente sembra sia difficile, queste due persone unirono la loro vita in un legame spirituale e di affetto sincero che lasciò un segno profondo nella storia d’Israele e nella storia del popolo di Dio. In questo brevissimo libro si …
Leggi Tutto

PECCATORI NELLE MANI DI UN DIO ADIRATO

di Jonathan Edwards . –  Jonathan Edwards nacque nel 1703 e morì nel 1758. Questo sermone fu predicato nel pomeriggio dell’ 8 luglio 1741 ad Enfield, nel Connecticut. I fuochi del risveglio erano iniziati in tutta l’area della nuova Inghilterra mediante il ministero di George Whitefield, ma Enfield, la comunità più malvagia di tutte, non era stata raggiunta. Un servizio speciale era stato convocato da un gruppo di ministri …
Leggi Tutto

Heavy Metal satanista, redento da Cristo.

Se c’era un uomo che apparentemente sembrava irrecuperabile, Kirk Martin è la personificazione di quell’uomo. Pieno di violenza e di odio – dopo aver fatto un patto con il diavolo – solo Dio poteva trovare il modo e la strategia per tirarlo fuori  da quell’ abisso infernale.  “Ho sempre pensato che Dio poteva amare alcune persone, ma non me!” dice Martin. Era il quarto figlio adottivo di una cara …
Leggi Tutto

PERCHÈ LE LINGUE?

di J. ROBERT ASCHROFT   –  Molto si sa del parlare in altre lingue; molto non si sa e rimane un mistero. Eppure nelle Scritture ci sono insegnamenti sufficienti a darci una chiara rivelazione sul valore del parlare in altre lingue e sul come bisogna usare questo dono. Ecco i punti più importanti. 1.      E’ chiaramente detto che si sarebbe verificato l’avvenimento del parlare in altre lingue. « …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti