Meditazione del giorno: Inalterabile amore

oswaldchambers-2

di Oswald Chambers   –   «Anzi, in tutte queste cose, noi siamo più che vincitori, in virtù di Colui che ci ha amati» Romani 8:37      –      Paolo ci parla di tutte quelle cose che potrebbero separarci dall’amore di Dio o che sembrano interporsi fra il credente e il suo Dio; ma ci fa anche intendere un fatto straordinario, ed è che nulla potrà mai frapporsi e sepa­rarli. Ci sono indubbiamente degli osta­coli che turbano le manifestazioni del­la nostra pietà, ma nessuna forza po­trà separare da Dio l’anima dei Suoi figliuoli.

La roccia sulla quale è fondata la no­stra fede è l’amore prodigioso che sca­turisce dal miracolo della croce sul Cal­vario. Miracolo di amore che mai e poi mai potremmo meritare. E Paolo dice che questa è la ragione per la quale sia­mo più che vincitori di tutte quelle for­ze ostili che vogliono sopraffarci. Anzi proviamo gioia nella lotta per superar­le, come nel mare, le grandi onde che sgomentano il comune nuotatore, sono invece una gioia per colui che sa su­perarle attraversandole nettamente da parte a parte. Tribolazioni, afflizioni, persecuzioni non vanno combattute, ma superate; e noi siamo più che vincitori in virtù di Colui che ci ha amati e ci ama in tutte queste cose, non malgrado queste cose, ma proprio in mezzo ad esse. Il credente conosce la gioia del Si­gnore proprio nelle tribolazioni e non malgrado esse.

«Ora io mi rallegro nel­le mie sofferenze per voi» Colossesi 1:24.

La luce che brilla nelle nostre anime non proviene da cose umane e passeg­gere, ma dall’inalterabile amore di Dio. Le circostanze della vita, tragiche o monotone che siano, non possono nulla di fronte all’amore di Dio manifestato in Cristo nostro Signore.

 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

COME PREGARE IN PUBBLICO

 di C. H. SPURGEON  –  Un primo scoglio da evitare nella preghiera pubblica è il fatto d’avere troppo in vista l’uditorio e di pregare con lo scopo di piacergli. Guardiamoci dal fare della preghiera una forma indiretta di sermone; le belle preghiere sono spesso delle brutte preghiere. Quando siamo nella presenza dell’Eterno degli eserciti non è buono abbellire il nostro stile per attirarci le approvazioni umane. Le nostre …
Leggi Tutto

Amare il prossimo.

di Agostino Masdea  –  “E chi è il mio prossimo?” (Luca 10:27-29)  i) – Prossimo: dall’ebraico”rea” colui che è vicino, col quale stai trattando. Dal greco ” plesion”  –  avvicinarsi. a) Prima di Gesù, anche nel v. T., ” prossimo ” e un termine riservato ai “connazionali” ai “parenti” agli amici e ai compagni. Al massimo il termine si estende allo straniero che dimora in terra di Israele; …
Leggi Tutto

Perché c'è la chiesa

by Kenneth D. Barney 1. C’è la chiesa perché Gesù disse: “lo edificherò la mia chiesa” (Matteo 16:18). Gesù visse su questa terra per 33 anni; solo gli ultimi anni vennero dedicati al ministerio pubblico. Prima di abbandonare la terra Egli disse che stava andando ad edificare la Sua Chiesa, ed incominciò con i suoi discepoli. Il loro numero fu molto. ampliato nel giorno della Pentecoste la Chiesa …
Leggi Tutto

IL MALE NASCOSTO

di Roberto Bracco   –   Fratello, hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver pronunciato un ispirato sermone, o dopo aver reso una testimonianza guidata, o dopo aver elevato una calda preghiera? Hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver compiuto una buona opera, o dopo aver fatto una generosa elargizione? Hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver ottenuto una vittoria spirituale, o dopo …
Leggi Tutto

RISVEGLIO ARTIFICIALE

” hai nome di vivere, eppure sei morto… (Apocalisse 3:1) Quante volte nel corso dei secoli le severe parole pronunziate dallo Spirito per la Chiesa di Sardi, hanno riacquistato il loro sapore di attualità, proprio applicate a quei movimenti che hanno spento il fuoco di Dio …
Leggi Tutto

NON SIAMO PROTESTANTI

Il 10 dicembre 1520 Martin Lutero, l’impetuoso agostiniano che ha legato il proprio nome a quel movimento di riforma religiosa che rappresenta l’avvenimento più sensazionale dello infuocato XVI secolo, bruciava pubblicamente la bolla papale che decretava la sua scomunica e protestava così, nel modo più audace contro la chiesa di Roma …
Leggi Tutto

mp3

Amen, Vieni Signor Gesù [mp3player width=500 height=20 config=fmp_jw_widget_config.xml file=http://www.chiesadiroma.it/wp-content/uploads/2014/10/AMEN-VIENI-SIGNOR-GESU.mp3]  …
Leggi Tutto

PERCHE’ LE PERSONE SI SVIANO?

di W. H. GRIFFITH THOMAS – Durante una riunione di lettura della Bibbia alcuni anni fa affermai che se vi erano 500 sviati che non frequentavano più la chiesa, ognuno di essi aveva iniziato il suo sviamento per aver negletto la lettura della Sacra Scrittura. Dopo la riunione una donna mi disse, «Io non riesco a comprendere come lei può essere così sicuro, che ognuno dei 500 si …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti