Sacrificio di Cristo

fb_meyer

di F.B. Meyer  –   In terra solitaria.  (Levitico 16:22)       –      Questo capitolo è pieno di riferimenti al sacrificio di Cristo Gesù i quali sono esposti attraverso i diversi sacrifici che possiamo leggere fin dal primo verso del capitolo. Pensiamo ad esempio al capro vivo che venne portato via nel deserto. In esso notiamo che:

Cristo divenne peccato – Con entrambe le mani Aaronne (prima simbologia), trasferì tutte le iniquità, i peccati e le trasgressioni del popolo alla testa del capro, che caricandosi di tutto il peccato d’Israele diventò un animale impuro. Esso divenne talmente impuro che anche colui che lo portò via dovette lavare se stesso ed i suoi vestiti. Questo è ciò che intende l’apostolo quando dice che Gesù divenne peccato per noi. I nostri peccati furono trasferiti su di Lui, Egli stava lì davanti a Dio portandoli su di sé come se fossero Suoi.

Cristo porta via il peccato – Mentre il capro si allontanava, gli occhi del popolo lo potevano ben vedere. Il peccato, dunque, non veniva più imputato ad Israele. Aaronne si tolse le vesti di lino per indossare i paramenti della festa e iniziare il processo di espiazione. Possiamo immaginare la gioia che il popolo provò in quel momento! Così Gesù, nella sua incommensurabile grazia, ha portato via il peccato del mondo dimenticandosi completamente di esso. “E non mi ricorderò più dei loro peccati e delle loro iniquità”.

La solitudine di Cristo Gesù – Egli era solo durante la Sua opera di mediazione, nessuno poteva prendere il Suo posto. Presto o tardi avremmo sofferto anche noi le pene del martirio e della morte se Gesù Cristo non si fosse immolato per tutti noi. Nessuno avrebbe potuto fare ciò che fece il nostro Salvatore per redimerci dal peccato. Oh, quanto era solo! Anche il Padre Celeste sembrava che lo avesse abbandonato! Davanti all’universo intero, in quell’ora  atroce, il Salvatore versava in uno stato di tremenda, inevitabile solitudine!

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

New Age e Cristianesimo

di B. E. Underwood   –   Uno dei più famosi “pseudoevangelisti” del mondo è una donna. Il suo nome è Shirley MacLaine. Il suo “vangelo contraffatto” è quello del movimento New Age (o Nuova Era). Guadagna circa quattro milioni di dollari all’anno propagando la sue fede. L’oggetto dei suoi seminari propagandistici è presentare ai partecipanti una persona che secondo la MacLaine è la più importante del mondo. Questa persona …
Leggi Tutto

VIVERE IL CRISTIANESIMO.

di ROBERTO BRACCO  –  Che cos’è il cristianesimo?  Questa domanda rappresenta una premessa indispensabile al soggetto che ci accingiamo a trattare. Il cristianesimo è la dottrina di Cristo nella sua attuazione pratica! La dottrina di Cristo, non bisogna dimenticare, non ha soltanto un aspetto morale ed un contenuto legale, ma anche, anzi soprattutto, un aspetto ideale; cioè la dottrina di Cristo non si esaurisce nell’insegnare a vivere puramente …
Leggi Tutto

FRUTTI DI PENITENZA

GIUSEPPE MANAFO’ –  Matteo 3: 7-8  – Ma vedendo molti farisei e sadducei venire al suo battesimo, disse loro: «Razza di vipere, chi vi ha insegnato a sfuggire l’ira futura? 8 Fate dunque dei frutti degni del ravvedimento. Giovanni Battista, anche se visse una vita solitaria nel deserto, era divenuto popolare. Egli appari come un lampo con lo spirito del profeta Elia ed il deserto stesso non era più un posto …
Leggi Tutto

QUESTO E' IL TEMPO

– di Agostino Masdea –  E questo tanto più dobbiamo fare, conoscendo il tempo, perché è ormai ora che ci svegliamo dal sonno, poiché la salvezza ci è ora più vicina di quando credemmo. La notte è avanzata e il giorno è vicino; gettiamo dunque via le opere delle tenebre e indossiamo le armi della luce. (Romani 13:11-12) Questo è il tempo, per ogni credente di alzarsi e annunciare l’Evangelo …
Leggi Tutto

Crescita spirituale

di Agostino Masdea   –   “Colui che ha cominciato un’opera buona in voi, la porterà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù”. (Filippesi 1:6) La Parola di Dio mette il credente davanti all’ineluttabile necessità di un costante cambiamento. Non solo un cambiamento iniziale, alla conversione, ma una trasformazione progressiva operata dallo Spirito Santo nella misura in cui il credente si arrende alla Sua opera.  A Nicodemo Gesù …
Leggi Tutto

RAVVEDETEVI

di G. Robert Ashcroft  –   Questo fu il grido dei profeti e degli apostoli, questo deve essere il grido degli odierni predicatori.  –   «Ricordati, dunque, donde sei caduto, e ravvediti, e fa’ le opere di prima; se no, verrò a te, e rimuoverò il tuo candelabro dal suo posto, se tu non ti ravvedi. (Apoc. 2:5).  Giovanni Battista venne a predicare il suo messaggio e si mantenne …
Leggi Tutto

TIMORE E TREMORE

di David Wilkerson  –  I profeti ci avvertono che quando vediamo Dio scuotere le nazioni, e quando avvengono dei periodi pericolosi, il nostro uomo naturale ha molta paura. Ezechiele si chiedeva: “Potrà reggere il tuo cuore o potranno rimanere forti le tue mani nei giorni in cui agirò contro di te?” (Ezechiele 22:14).  Quando Dio avvertì Noè dei giudizi imminenti e gli disse di costruire un’arca, Noè fu …
Leggi Tutto

L’Eterno e l’eternità

di Roberto Bracco  –  Tutte le cose ci circondano, tutte le circostanze che viviamo assumono un loro aspetto particolare in relazione al punto di vista dal quale le consideriamo. Per poter affrontare e compiere la nostra vita in perfetta armonia con i piani e con la legge di Dio dovremmo far nostro il punto di vista di Dio onde poter vedere cose e circostanze alla luce di una …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti