Meditazione del giorno: Più che vincitori.

di Charles H. Spurgeon    –  “Ma in tutte queste cose noi siamo più che vincitori in virtù di colui che ci ha amati” (Romani 8:37). Noi andiamo a Cristo per ricevere misericordia, e troppo spesso guardiamo alla legge per ottenere forza per vincere i nostri peccati. Paolo ci rimprovera così: “O Galati insensati! Chi vi ha ammaliati per non ubbidire alla verità, voi, davanti ai cui occhi Gesù Cristo è stato ritratto crocifisso fra voi? Questo solo desidero sapere da voi: avete ricevuto lo Spirito mediante le opere della legge o attraverso la predicazione della fede? Siete così insensati che, avendo cominciato nello Spirito, vorreste finire nella carne?” (Galati 3:1-3).

Porta i tuoi peccati alla croce di Cristo, poichè il vecchio uomo può solo esservi crocifisso: noi siamo crocifissi con Lui. L’unica arma con cui è possibile combattere il peccato è la lancia che forò il costato di Gesù.Per fare un esempio – se vuoi vincere il tuo temperamento collerico, come puoi fare? È probabile che tu non abbia mai provato a portare a Gesù quel problema nel modo giusto. Come sono stato salvato? Sono andato a Gesù così com’ero, e ho creduto che Lui potesse salvarmi. Allo stesso modo devo comportarmi per liberarmi del mio cattivo carattere. È il solo modo. Devo andare alla croce e dire a Gesù: “Signore, io credo che Tu me ne puoi liberare”. Questo è l’unico modo per dare il colpo di grazia al tuo problema.
Sei tentato dalla concupiscenza? Senti che il mondo ti irretisce? Puoi sforzarti di combattere contro questo male quanto vuoi, ma se è un peccato ossessionante non ne puoi essere liberato in altro modo che attraverso il sangue di Gesù. Portalo a Cristo. Digli: “Signore, ho creduto in Te, e il Tuo nome è Gesù, poichè Tu salvi il Tuo popolo dai suoi peccati; Signore, questo è uno dei miei peccati; salvami da esso!”

Le ordinanze sono nulla senza Cristo come mezzo di mortificazione. Le tue preghiere, il tuo pentimento, le tue lacrime – tutte queste cose messe insieme – non valgono nulla senza di Lui. Nessuno all’infuori di Gesù può fare del bene ai peccatori sofferenti, come anche ai santi sofferenti. Devi essere vincitore in Colui che ti ha amato, se vuoi vincere. I nostri allori devono crescere tra le Sue olive nel Getsemani.

I commenti sono chiusi.