Meditazione del giorno: Una seconda opportunità.

di MAX LUCADO – E’ così breve da non notarlo. Solo due parole. So che ho letto quel passaggio un centinaio di volte. Ma non ci ho mai fatto caso. E non voglio perderlo di nuovo. E’ così l’ho evidenziato in giallo e sottolineato in rosso. Potreste anche voi fare lo stesso. Guardate in Marco, capitolo 16. Tenete la matita pronta e godetevi questo gioiello nel verso sette (di questo che si tratta). Il versetto recita così: “Ma andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro che Egli vi precede in Galilea. L’avete notato? Leggetelo di nuovo. (Questa volta ho messo le parole in corsivo.) “Ma andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro che Egli vi precede in Galilea.”

Ora ditemi se questo non è un tesoro nascosto. Se posso parafrasare le parole: “Non state qui, ma andate a dire ai discepoli,” una pausa, poi un sorriso, soprattutto ditelo a Pietro, che Egli vi precede in Galilea.”

E’ come se tutto il cielo aveva visto la caduta di Pietro ed è come se tutto il cielo lo voglia aiutare a rialzarsi. “Assicuratevi di dire a Pietro che non è rimasto fuori. Ditegli che una caduta non è un fallimento.”

Wow! Non c’è da stupirsi se lo chiamano il Vangelo della seconda opportunità.

Chi è addentrato in queste cose dice che il Vangelo di Marco è l’insieme delle note trascritte e il dettato dei pensieri di Pietro. Se questo è vero, allora fu lo stesso Pietro ad inserire queste due parole! E se queste sono davvero le sue parole, non posso fare a meno di immaginare che il vecchio pescatore ebbe un groppo alla gola e dovette trattenere una lacrima quando arrivò a questo punto della storia.

Non capita tutti i giorni che si ottiene una seconda possibilità. Pietro lo sapeva. La volta successiva che vide Gesù, era così eccitato che ha appena indossato i suoi calzoni prima di gettarsi nelle acque fredde del mare di Galilea. E’ questo è bastato, così dicono, a determinare questo Galileo a portare il Vangelo della seconda possibilità nei luoghi più remoti. Se vi siete mai chiesti cosa potrebbe portare un uomo ad essere disposto alla crocefissione a testa in giù, forse ora lo sapete.

Non capita tutti i giorni di trovare qualcuno che vi dia una seconda possibilità, tanto meno qualcuno che vi dia una seconda possibilità ogni giorno.

Ma in Gesù, Pietro le ha trovato entrambe.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

NON AMATE IL MONDO

“Ora avviene il giudizio di questo mondo; ora sarà cacciato fuori il principe di questo mondo; e io, quando sarò innalzato dalla terra, trarrò tutti a me” (Giovanni 12:31-32). Il nostro Signore Gesù pronuncia queste parole ad un punto chiave del Suo ministero. Egli è entrato a Gerusalemme festeggiato da folle entusiaste; ma quasi subito ha parlato in termini velati del deporre la Sua vita, e a questo …
Leggi Tutto

Modestia, che la nostra luce risplenda!

di Kim Cash Tate  –  Una domenica sera,  Ayesha Curry, moglie di Stephen Curry, campione di Basket NBA, stava sfogliando la rivista Style Weekly e poi mise un post su Tweeter che diceva: “Tutti indossano vestiti che mostrano quasi tutto il loro corpo scoperto. Non è il mio stile. A me piace tenere le parti belle del mio corpo coperte per colui che ha importanza per me”. Quelle parole provocarono …
Leggi Tutto

Domenica 10 Giugno 2012: "Dio fara' cose nuove".

http://www.chiesadiroma.it/wp-content/uploads/2012/10/Dio-fa-cose-nuove.mp3 Predicazione del Pastore Masdea, Domenica 10 Giugno 2012 …
Leggi Tutto

CORPO E SANGUE: IL SIGNIFICATO DELLA CENA DEL SIGNORE

«Il calice della benedizione che benediciamo, non è la comunione col sangue di Cristo? Il pane che noi rompiamo, non è la comunione col corpo di Cristo? Siccome vi è un unico pane, noi, che siano molti, siamo un corpo unico, perché partecipiamo tutti a quell’unico pane» (1 Corinzi 10:16-17). L’Apostolo Paolo sentì la necessità di chiarire ai Corinzi il significato della Cela del Signore, che era, oltre al battesimo, l’unico …
Leggi Tutto

L'AMORE DI CRISTO CHE SOPRAVANZA OGNI CONOSCENZA

di Dwight L. MOODY – “E conoscere l’ amore di Cristo che sopravanza ogni conoscenza?. (Efesi 3:19). Se potessi soltanto fare intendere agli uomini il vero senso delle parole dell’apostolo Giovanni “Dio è amore” prenderei questo solo testo e andrei su e giù per il mondo proclamando questa gloriosa verità. Convincere un uomo che voi l?amate, significa esservi cattivato il suo cuore. Se noi riuscissimo a convincere gli …
Leggi Tutto

Argomenti Biblici

COMUNIONE CON DIO

COMUNIONE CON DIO

di George Muller  -  Il Signore mi ha insegnato la verità, che per parecchi anni mi è stata utilissima per ...
Leggi Tutto
LA VIA DELLA COMUNIONE

LA VIA DELLA COMUNIONE

di ROY HESSION  -   La caduta, che è il momento nel quale l’uomo scelse se stesso anziché Dio come centro ...
Leggi Tutto
La nostra comunione è col Padre.

La nostra comunione è col Padre.

di Roberto Bracco  -  E la nostra comunione è col Padre.   1 Giovanni 1:3 La religione è oggi intesa, più che ...
Leggi Tutto
Comunione o Comunella?

Comunione o Comunella?

di Felice Leveque  |  Comunella significa associazione, accordo, specialmente per scopi equivoci. Alcuni suoi sinonimi sono combriccola, combutta, cricca. Anche se ...
Leggi Tutto
Comunione con Lui

Comunione con Lui

di C.H. Spurgeon  -  Se diciamo di avere comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, noi mentiamo e non mettiamo ...
Leggi Tutto
CAMMINO' CON DIO

CAMMINO’ CON DIO

di DONALD GEE - La storia di Enoc, descritta per sommi capi in poche righe, ha sempre racchiuso un certo ...
Leggi Tutto

Dai nostri Culti