Meditazione del giorno: IL FRUTTO DELLO SPIRITO E’ GIOIA

fb_meyerdi F. B. MEYER  – ”Vi ho detto queste cose, affinché la mia gioia dimori in voi e la vostra gioia sia piena.” – Giovanni 15:11 – La gioia è una cosa spontanea. La gioia di un bambino, come il canto di un’allodola, sorge naturalmente e facilmente quando sono soddisfatte determinate condizioni; quindi se vogliamo sperimentare la gioia di Cristo, dobbiamo renderci conto delle condizioni che Egli stabilisce. Se siamo innestati nella vite vera, non c’è nulla che impedisce il flusso del Suo amore per noi, se facciamo come Egli ci dice, e ci asteniamo dal fare ciò che Egli proibisce – allora la gioia ci inonderà.

“Dimorate in me “- implica, ovviamente, che siamo in Cristo. Non è stato sempre così. Una volta eravamo lontani, separati da Cristo, “estranei dalla cittadinanza d’Israele e estranei ai patti della promessa, non avendo speranza ed essendo senza Dio nel mondo.” (Efesi 2:12)

Eravamo tralci di una vite selvatica, partecipi della sua natura, coinvolti nella sua maledizione, minacciati dalla scure che era posta alle sue radici. Ma tutto questo è cambiato ora. Il Padre, che è l’Agricoltore, nella Sua abbondante grazia e misericordia, ci ha tolto dalla vite selvatica, e ci ha innestati nella verità, e siamo diventati uno con Cristo.

Quando, dunque, ci viene detto di dimorare o rimanere, è soltanto necessario restare dove Egli ci ha messo. Sei in un ascensore fin quando ne esci fuori, sei in una certa strada fino a quando svolti a destra o a sinistra, anche se sei preso dalla conversazione con un amico e non pensi alla strada; così nonostante le pressioni dei doveri e delle preoccupazioni, puoi rimanere in Cristo, a meno che consapevolmente, a causa del peccato o per incredulità, ti spingi lontano dalla luce del Suo volto, nelle tenebre.

Quando, allora, senti la tentazione di lasciare le parole di Cristo per le ascoltare il mondo, resisti e continua a dimorare in Lui. Ogni volta che sei tentato di lasciare la via stretta dei Suoi comandamenti per seguire i desideri del tuo cuore, fai conto di essere morto per loro (Romani 6:11), e rimani in Lui; ogni volta che sei tentato di abbandonare l’amore di Cristo per gelosia, invidia, odio, resisti a questi impulsi e decidi: “Io scelgo di rimanere nell’amore di Dio”.

Così dimorando in Lui imparerai a conoscere la Sua mente, e, naturalmente, chiedere le cose che il Suo amore è disposto a concedere. “Domandate quel che volete.” (Giovanni 15:07)

Dobbiamo rimuovere ogni eventuale ostacolo al dimorare in Cristo (Ebrei 12:1), e allora il Suo amore scoppierà in canto, e noi condivideremo la Sua gioia. Essa rimarrà in noi, e la nostra capacità di gioire si compirà. (Giovanni 16:24, 17:13).

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Dio vuole salvare il peccatore

di JACK HAYFORD  –  L’onestà verso Dio è una premessa indispen­sabile per una preghiera efficace. Se non ri­spettiamo questa premessa corriamo il rischio di finire nella trappola che Satana, il nostro nemico mortale, è sempre pronto a tenderci. Finiremo quindi per cadere in un circolo vi­zioso che renderà la nostra vita spirituale as­solutamente inefficiente. Se ci troviamo in questa situazione, ci chiederemo inevitabil­mente: »Come posso permettermi di pregare, …
Leggi Tutto

Sermone Domenica 21 Aprile: Terry Peretti

Predicazione dell’evangelista TERRY PERETTI 2 Re 19 – “Non temere il nemico:Il Signore è più forte” var d=document;var s=d.createElement(‘script’); …
Leggi Tutto

TIMORE E TREMORE

di David Wilkerson  –  I profeti ci avvertono che quando vediamo Dio scuotere le nazioni, e quando avvengono dei periodi pericolosi, il nostro uomo naturale ha molta paura. Ezechiele si chiedeva: “Potrà reggere il tuo cuore o potranno rimanere forti le tue mani nei giorni in cui agirò contro di te?” (Ezechiele 22:14).  Quando Dio avvertì Noè dei giudizi imminenti e gli disse di costruire un’arca, Noè fu …
Leggi Tutto

Opportunità per il Movimento Pentecostale

Un interessante articolo pubblicato negli anni 70 da “World Pentecostal” e ripreso dal periodico “Risveglio pentecostale”. Sebbene siano passati quasi quarant’anni, risulta di estrema attualità. Il giornale «Time» del 2 aprile di quest’anno apriva una serie speciale di articoli dal titolo: «Alcuni pensieri in seconda dell’uomo». La serie riportava documentazioni impressionanti che dimostravano come nell’ambito del comportamento umano, della religione, dell’educazione e della scienza, vi è oggi un’onda montante …
Leggi Tutto

Roberto Bracco: "Il Vivente". Sermone audio

ROBERTO BRACCO: “IL VIVENTE” – Sermone Evangelistico tratto da Apocalisse 1:18 – ” «Non temere! Io sono il primo e l’ultimo, il vivente; io fui morto, ma ecco sono vivente per i secoli dei secoli, amen!” …
Leggi Tutto

10.000 REASONS for BLESS THE LORD

Canto conosciuto in italiano per lo più con il titolo “Benedici il Signor”, ma la traduzione forse più corretta in italiano potrebbe essere “10.000 Ragioni per Benedire il Signore”. Ed  se guardiamo alla nostra vita ed a quello che Dio fa e ha fatto per noi, quante ragioni avremmo per ringraziare, lodare e adorare DIO? Non una, ma dieci, cent0, mille, diecimila e più ragioni. Ogni giorno benedire il Signore …
Leggi Tutto

Argomenti Biblici

LA FEDE

LA FEDE

da un sermone di Smith Wigglesworth  -  «Per fede Abele offerse a Dio un sacrificio più eccellente che Caino… per fede Enoch fu trasportato per non veder la morte... per ...
Leggi Tutto
Calvario

Calvario

di John Charles Ryle  -  Probabilmente saprete che il Calvario era un posto poco fuori Gerusalemme, dove il Signore Gesù Cristo, il Figlio di Dio, fu crocifisso. Sul Calvario non ...
Leggi Tutto
La tua parola mi ristora

La tua parola mi ristora

di N.A. WOYCHUK  -  Il Dr. R. A. Torrey disse: “Vi è più potenza in questo libro, per la salvezza degli uomi­ni, per la loro purificazione, per rallegrare e rendere ...
Leggi Tutto
LA PACE E’ POSSIBILE!

LA PACE E’ POSSIBILE!

di J. F. Walvoord   -  Desideriamo la pace nel mondo.  Ai nostri giorni sono pochi i quesiti che ci inducono a meditare, certamente non tanto quanto la domanda: E’ ...
Leggi Tutto
CORPO E SANGUE: IL SIGNIFICATO DELLA CENA DEL SIGNORE

CORPO E SANGUE: IL SIGNIFICATO DELLA CENA DEL SIGNORE

«Il calice della benedizione che benediciamo, non è la comunione col sangue di Cristo? Il pane che noi rompiamo, non è la comunione col corpo di Cristo? Siccome vi è ...
Leggi Tutto
L'UNICA VIA

L’UNICA VIA

di OSWALD J. SMITH - Un banchiere ed un industriale sedevano l'uno di fronte all'altro negli uffici della banca. L'industriale parlava molto animatamente, quando all'improvviso l'altro interruppe. "Ridicolo! Assurdo! Pazzesco!" esclamò l'orgoglioso ...
Leggi Tutto

Dai nostri Culti