Meditazione del giorno: Più niente da dire.

di Theodore Epp     Giobbe 40:1-5  –  Giobbe aveva discusso con Dio. Egli aveva argomentato che il modo come Dio si occupava di lui era la radice del suo problema. Lui, la creatura, si era seduto in giudizio contro Dio, il Creatore. Aveva persino accusato Dio di fare la cosa sbagliata.

Ora Dio aveva parlato a Giobbe e si era fatto conoscere. Per mezzo della natura aveva enfatizzato lezioni evidenti così che Giobbe non poteva non coglierne i principi morali coinvolti. Nessuna meraviglia che Giobbe si riconoscesse vile.

Come poteva Giobbe rispondere a Dio dopo questa rivelazione della cura che Dio ha per le sue creature? Giobbe si rese conto di quanto spregevole fosse stato il suo modo di parlare al Signore. Egli aveva pensato che il Signore fosse  crudele e ingiusto, mentre in realtà Dio aveva mostrato il suo amore a Giobbe. Giobbe decise che tutto ciò che poteva fare era mettersi la mano sulla bocca, non dire di più niente e solo ascoltare Dio.

Come possiamo affrontare periodi di sofferenza? Ci chiediamo dopo un lungo periodo di prove, se a Dio importa veramente di noi? Cerchiamo amore e attenzione, e Dio nella sua grazia è pronto e disposto ad amarci  e prendersi cura di noi, ma soprattutto dobbiamo ricordare che è Dio che ha permesso questa  prova e che ha uno scopo in essa. Dio è sovrano e giusto, pertanto, Egli fa sempre ciò che è giusto.

Quando un credente fa male, può soffrire per quell’errore. D’altra parte però, molte sofferenze nella vita del credente sono permesse per la sua disciplina, non per punizione. Attraverso tale sofferenza Dio forma in lui l’immagine del suo Figlio (cfr. Romani 8:28,29).

Or noi sappiamo che tutto quello che la legge dice, lo dice per coloro che sono sotto la legge, affinché ogni bocca sia messa a tacere e tutto il mondo sia sottoposto al giudizio di Dio.” (Romani 3:19).

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

INGRATITUDINE

di FILIPPO WILES   –  Purtroppo l’ingratitudine è inerente alla nostra natura. Quando si tratta di bambini ci si può passare oltre, tal­volta, ma ciò non è il caso con gli adulti.  L’ingratitudine è stata causa di mol­te sofferenze e addirittura di conse­guenze fatali ed eterne. La storia del­l’uomo è iniziata con l’ingratitudine e terminerà con la medesima. Sta scrit­to, «…pur avendo conosciuto Iddio non l’hanno glorificato come …
Leggi Tutto

Pastore Elio Marrocco: La Visione

Ospiti: Elio Marrocco, Pastore della  New Life Church Weston Road, Woodbridge, Ontario, e sua moglie Micki. Clicca per ascoltare la predicazione.  “LA VISIONE”. La Visione (Atti 26:19) –   …
Leggi Tutto

IL BUON PASTORE

di GEORGE WHITEFIELD  –  Sermone d’addio (L’ultimo sermone predicato a Londra, mercoledì 30 agosto 1769 prima della sua ultima partenza per l’America) “Le mie pecore ascoltano la mia voce, io le conosco ed esse mi seguono; e io do loro la vita eterna e non periranno mai, e nessuno le rapirà dalla mia mano” (Giovanni 10:27-28).   – È un detto comune e, io credo, giusto, quello che …
Leggi Tutto

Labbra che lodano

di R. Bryant Mitchell “O Signore, apri le mie labbra, e la mia bocca proclamerà la tua lode.” (Salmo 51:15). – La lode è una cosa perenne. Davide disse: “Io benedirò il Signore in ogni tempo: la sua lode sarà sempre nella mia bocca” (Salmo 34:1). Nessuna notte può essere troppo buia quando hai con te la luce della lode. Nessuna prova può spezzare il tuo spirito quando …
Leggi Tutto

GIUSTO IN TEMPO!

di OSWALD J. SMITH  –  Al principio del mio ministerio, ebbi una esperienza che mi fece rendere conto, in una maniera come non mi era mai accaduto prima, della serietà della mia chiamata. Accadde all’improvviso e posso ancora ricordare la chiamata telefonica che mi fece alzare dalla mia indifferenza e correre al capezzale di uno dei miei parrocchiani. – Potreste venire a vedere una donna inferma? – E’’ …
Leggi Tutto

SANSONE: FORZA E DEBOLEZZA

di H. CARTER  –  La storia di Sansone, l’uomo forte consacrato a Dio, contiene un insegnamento utile a tutti. È il racconto di un israelita così forte che poteva portare sulle spalle le porte della città di Gaza, ed anche così debole che fu vinto dalle astuzie di una donna.  Leggendo la sua storia, ci si meraviglia ad un tempo sia della sua forza che della sua debolezza. Quando …
Leggi Tutto

Avvertimenti utili a quei membri di chiesa che non vivono in Cristo

di CHARLES H. SPURGEON – L’apostolo Paolo ci offre il modello perfetto di un uomo sinceramente consacrato. Pastore vigilante, si preoccupava incessantemente del gregge affidato alle sue cure e non si limitava a predicare l’Evangelo, ne pensava di aver fatto tutto il suo dovere annunziando la salvezza; ma i suoi occhi era?no sempre aperti sulle Chiese che ave?va fondato, seguendo con vivo interesse i loro progressi spirituali o …
Leggi Tutto

Ehi Dio! Ci sei?

di Frank Foglio  –  Bellissima testimonianza di una famiglia italiana emigrata in America   –  Era 1925 la mia famiglia; la famiglia Foglio, italiani emigrati in America del nord in Pennsylvania, ci trasferimmo dalla nostra abitazione in una grande fattoria, con novantacinque acri con una grande casa colonica. Un giorno, papà fece una proposta a un uomo di colore, un certo Slim Hopper. Che se avrebbe arato la nostra terra …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti