IL DISCERNIMENTO DELLA FEDE

di  OSWALD CHAMBERS  –  “Se aveste fede quanto un granel di senape…” Matteo 17:20

 –   Generalmente si crede che Dio ricompensi la nostra fede; questo può anche accadere agli inizi della vita cristiana, ma dobbiamo poi convincerci che la fede non ci fa acquistare nessun merito; essa ci mette in un giusto rapporto con Dio e dà a Lui l’opportunità di agire in noi. Se sei un credente, Dio è costretto spesso ad annullare l’effetto delle esperienze che hai avute per portarti ad un contatto diretto con Lui. Egli vuol farti comprendere che devi vivere una vita di fede e non una vita in cui ti limiti a godere sentimentalmente le Sue benedizioni. All’inizio la tua vita spirituale era limitata ed allo stesso tempo intensa, concentrata intorno a quel raggio di sole della tua esperienza di fede, piena di luce e di dolcezza, e questa tua vita iniziale si era basata tanto sul buon senso quanto sulla fede. Poi Dio ha ritirato la Sua benedizione per insegnarti a camminare per fede; ed ai Suoi occhi hai molto più valore ora di quando la gioia ti pervadeva e davi testimonianze esaltate di quella tua esperienza.

La fede, per sua stessa natura, deve essere messa alla prova, e la prova più grande non è la difficoltà di credere in Dio, ma il vedere e capire la natura di Dio. Nel suo sviluppo pratico la fede deve passare per periodi di solitudine indicibile. Non facciamo lo sbaglio di prendere per prove della fede i comuni ammaestramenti della vita; molte contrarietà che noi crediamo prove della fede non sono che il risultato del fatto di essere vivi. La fede che troviamo nella Bibbia è una fede in Dio che affronta e combatte tutto ciò che Lo contraddice.
“Voglio credere alle caratteristiche di Dio qualunque cosa Egli faccia.” “Uccidami Egli pure; io spererò in Lui.” Questa è la dichiarazione di fede più sublime che troviamo in tutta la Bibbia.

da: L’impegno per l’Altissimo

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

SERVIZIO RAI TG1 SULLA NOSTRA CHIESA

Servizio del TG1 trasmesso Sabato 1 Novembre nella rubrica TG1 DIALOGO  dopo il  TG delle 8.   …
Leggi Tutto

UNA PERSONA CHE DOVRESTI CONOSCERE

di R.A. Torrey  –  Prima di poter capire correttamente l’opera dello Spirito Santo, bisogna conoscere lo Spirito Santo stesso. Una frequente sorgente di errori e di fanatismo, circa l’opera dello Spirito Santo, è costituita dallo studiare e comprendere l’opera dello Spirito senza prima conoscere lo Spirito come persona. E’ della massima importanza, per quanto concerne l’adorazione, che decidiamo se lo Spirito Santo è una persona divina, atta a …
Leggi Tutto

Sermone Domenica 3 Febbraio 2013

Agostino Masdea:  LA CASA COSTRUITA DALLA GRAZIA (Ebrei 10:32-39;11:1-6) …
Leggi Tutto

SEGUIRE GESÙ OVUNQUE

Francis W. Dixon  –   «Or avvenne che mentre camminavano per la via, qualcuno gli disse: Io ti seguiterò dovunque tu andrai. E Gesù gli rispose: Le volpi hanno delle tane e gli uccelli del cielo dei nidi, ma il Figliuol dell’uomo non ha dove posare il capo» (Luca 9:57-58).  Le parole sulle quali desidero richiamare la tua particolare attenzione sono queste: «Signore, io ti seguirò dovunque tu andrai» …
Leggi Tutto

IL RE RITORNA

di Agostino Masdea   –  «Quando vedrete Gerusalemme circondata da eserciti, allora sappiate che la sua devastazione è vicina. Allora quelli che sono in Giudea, fuggano sui monti; e quelli che sono in città, se ne allontanino; e quelli che sono nella campagna non entrino nella città. Perché quelli sono giorni di vendetta, affinché si adempia tutto quello che è stato scritto…. Vi saranno segni nel sole, nella luna …
Leggi Tutto

IL GRANELLO DI FRUMENTO

Se il granel di frumento caduto in terra non muore, rimane solo; ma se muore, produce molto frutto.  (Giovanni 12: 24) Gesù stesso era quel «granello di frumento». Egli è caduto nel terreno; è morto; come risultato della Sua morte sacrificale sul Calvario, il Suo seppellimento nella tomba, la Sua resurrezione la mattina di Pasqua; è stata compiuta la promessa della redenzione del mondo e questo era il …
Leggi Tutto

GRANDI INNI: ROCK OF AGES (ROCCA ETERNA)

Questo famoso inno è stato composto da Augustus Montague Toplady (1740 – 1778). Fin da ragazzo l’autore dimostrò delle qualità straordinarie. Suo padre morì quando egli era ancora bambino e fu allevato da sua madre che lo adorava e lo viziava. Egli non piaceva ai suoi compagni e nemmeno ai suoi parenti, in parte per la sua straordinaria intelligenza, e in parte perché era malaticcio e nevrotico. Fu oggetto di molte …
Leggi Tutto

GIOIA TRASCENDENTALE

di Jim Cymbala  –  La felicità ha i suoi alti e bassi in base alle nostre mutevoli circostanze. Nasce un bimbo o un nipote, e siamo tutti contenti. Vinciamo una vacanza gratis e siamo in estasi! Il capo ci dà un bell’aumento proprio quando ne avevamo bisogno e siamo entusiasti. Ma l’euforia è solo temporanea. Inevitabilmente, qualcosa cambia e si porta via la nostra felicità. Il bambino si …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti