IL DISCERNIMENTO DELLA FEDE

di  OSWALD CHAMBERS  –  “Se aveste fede quanto un granel di senape…” Matteo 17:20

 –   Generalmente si crede che Dio ricompensi la nostra fede; questo può anche accadere agli inizi della vita cristiana, ma dobbiamo poi convincerci che la fede non ci fa acquistare nessun merito; essa ci mette in un giusto rapporto con Dio e dà a Lui l’opportunità di agire in noi. Se sei un credente, Dio è costretto spesso ad annullare l’effetto delle esperienze che hai avute per portarti ad un contatto diretto con Lui. Egli vuol farti comprendere che devi vivere una vita di fede e non una vita in cui ti limiti a godere sentimentalmente le Sue benedizioni. All’inizio la tua vita spirituale era limitata ed allo stesso tempo intensa, concentrata intorno a quel raggio di sole della tua esperienza di fede, piena di luce e di dolcezza, e questa tua vita iniziale si era basata tanto sul buon senso quanto sulla fede. Poi Dio ha ritirato la Sua benedizione per insegnarti a camminare per fede; ed ai Suoi occhi hai molto più valore ora di quando la gioia ti pervadeva e davi testimonianze esaltate di quella tua esperienza.

La fede, per sua stessa natura, deve essere messa alla prova, e la prova più grande non è la difficoltà di credere in Dio, ma il vedere e capire la natura di Dio. Nel suo sviluppo pratico la fede deve passare per periodi di solitudine indicibile. Non facciamo lo sbaglio di prendere per prove della fede i comuni ammaestramenti della vita; molte contrarietà che noi crediamo prove della fede non sono che il risultato del fatto di essere vivi. La fede che troviamo nella Bibbia è una fede in Dio che affronta e combatte tutto ciò che Lo contraddice.
“Voglio credere alle caratteristiche di Dio qualunque cosa Egli faccia.” “Uccidami Egli pure; io spererò in Lui.” Questa è la dichiarazione di fede più sublime che troviamo in tutta la Bibbia.

da: L’impegno per l’Altissimo

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

«PARLERANNO IN ALTRE LINGUE»

di  A. THOMAS BRES   –   Questo segno è incompreso, criticato e combattuto da molti e anche da alcuni cristiani. Gli uni lo con­siderano una pazzia, il risultato di un disturbo mentale; gli altri un fenomeno spiritista, diabolico. Sono rari quelli che ne parlano con serenità e che si dimostrano scevri da pre­giudizi. Tra le obiezioni che spesso si fanno in mezzo ai cristiani, c’è questa: — Il …
Leggi Tutto

Io opero con giustizia e difendo chi è oppresso

L’Eterno opera con giustizia e difende la causa degli oppressi. (Salmo 103:6) Non è bello sapere che Dio opera con giustizia per difendere coloro che sono oppressi? Sono stupito dal numero di passi biblici che parlano del cuore di Dio per i deboli di questo mondo, poveri, maltrattati, bambini, vedove, orfani, ecc. Egli è sempre stato il protettore di coloro che hanno difficoltà proteggere sé stessi. Egli è un …
Leggi Tutto

POTENZA NELLA VITA CRISTIANA

di ROBERTO BRACCO  –  I discepoli, riuniti e in attesa, nell’alto solaio di Gerusalemme, non sapevano, almeno così sembra, in che modo si sarebbe adempiuta la promessa di Gesù: “Voi riceverete potenza” (Atti 1:8) …, ma sapevano, però, che la loro vita sarebbe stata rivestita di una forza soprannaturale, necessaria per rendere una testimonianza fedele al loro Signore e Salvatore. Possiamo subito dire che essere testimoni voleva dire …
Leggi Tutto

CROCIFISSI CON CRISTO

di George D. Watson  –  La Bibbia mette spesso in rilievo l’infinita debolezza morale degli uomini. Perfino gli uomini migliori e validi strumenti della provvidenza di Dio vengono a volta presentati nella Scrittura come esseri deboli e soggetti al peccato: Abramo disse di essere »polvere e cenere«; Isaia disse che noi periamo come una foglia; Giobbe a momenti aveva orrore di se stesso e lo stesso Apostolo Paolo …
Leggi Tutto

TIMORE E TREMORE

di David Wilkerson  –  I profeti ci avvertono che quando vediamo Dio scuotere le nazioni, e quando avvengono dei periodi pericolosi, il nostro uomo naturale ha molta paura. Ezechiele si chiedeva: “Potrà reggere il tuo cuore o potranno rimanere forti le tue mani nei giorni in cui agirò contro di te?” (Ezechiele 22:14).  Quando Dio avvertì Noè dei giudizi imminenti e gli disse di costruire un’arca, Noè fu …
Leggi Tutto

NON VI LASCERO' ORFANI

di Agostino Masdea  –  Giovanni 16:16-18  –  Introduzione: la Bibbia mostra la condizione dell’uomo che non conosce Dio: è come una pecora perduta, errante, senza pastore o qualcuno che si curi di lei. Notoriamente le pecore non hanno senso di orientamento. Non sanno ritrovare la via… hanno bisogno dell’aiuto e della guida del pastore. Così eravamo noi . Non solo smarriti nel caos di questo mondo, confusi e stanchi di vagare …
Leggi Tutto

MEFIBOSHET: Riscoprire il valore del patto!

Studio biblico Scuola Domenicale Adulti –  Domenica 12 Ottobre  –  Testo biblico: 2 Samuele 4:4 – 9:1-13 Introduzione: Un patto si differenzia sostanzialmente da un contratto. Il contratto è l’accordo bilaterale tra due parti e si base sull’interesse, il patto invece è unilaterale e si basa sulla promessa. Il contratto dura per un tempo delimitato e stabilito, il patto dura per sempre. Il nostro rapporto con Dio non è stabilito …
Leggi Tutto

PREGARE O REMARE?

di Billy Sunday  –  Billy Sunday era un famoso giocatore di baseball americano. Diede il suo cuore a Cristo e da famoso atleta divenne un famoso predicatore del Vangelo. –  “Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e in eterno” (Ebrei 13: 8).  –  Soli in un piccolo battello ed esposti a una grande tempesta ci chiediamo: «Dobbiamo pregare o remare?» Viviamo in un mondo nel quale regna il …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti