IL DISCERNIMENTO DELLA FEDE

di  OSWALD CHAMBERS  –  “Se aveste fede quanto un granel di senape…” Matteo 17:20

 –   Generalmente si crede che Dio ricompensi la nostra fede; questo può anche accadere agli inizi della vita cristiana, ma dobbiamo poi convincerci che la fede non ci fa acquistare nessun merito; essa ci mette in un giusto rapporto con Dio e dà a Lui l’opportunità di agire in noi. Se sei un credente, Dio è costretto spesso ad annullare l’effetto delle esperienze che hai avute per portarti ad un contatto diretto con Lui. Egli vuol farti comprendere che devi vivere una vita di fede e non una vita in cui ti limiti a godere sentimentalmente le Sue benedizioni. All’inizio la tua vita spirituale era limitata ed allo stesso tempo intensa, concentrata intorno a quel raggio di sole della tua esperienza di fede, piena di luce e di dolcezza, e questa tua vita iniziale si era basata tanto sul buon senso quanto sulla fede. Poi Dio ha ritirato la Sua benedizione per insegnarti a camminare per fede; ed ai Suoi occhi hai molto più valore ora di quando la gioia ti pervadeva e davi testimonianze esaltate di quella tua esperienza.

La fede, per sua stessa natura, deve essere messa alla prova, e la prova più grande non è la difficoltà di credere in Dio, ma il vedere e capire la natura di Dio. Nel suo sviluppo pratico la fede deve passare per periodi di solitudine indicibile. Non facciamo lo sbaglio di prendere per prove della fede i comuni ammaestramenti della vita; molte contrarietà che noi crediamo prove della fede non sono che il risultato del fatto di essere vivi. La fede che troviamo nella Bibbia è una fede in Dio che affronta e combatte tutto ciò che Lo contraddice.
“Voglio credere alle caratteristiche di Dio qualunque cosa Egli faccia.” “Uccidami Egli pure; io spererò in Lui.” Questa è la dichiarazione di fede più sublime che troviamo in tutta la Bibbia.

da: L’impegno per l’Altissimo

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

CROCIFISSI CON CRISTO

di George D. Watson  –  La Bibbia mette spesso in rilievo l’infinita debolezza morale degli uomini. Perfino gli uomini migliori e validi strumenti della provvidenza di Dio vengono a volta presentati nella Scrittura come esseri deboli e soggetti al peccato: Abramo disse di essere »polvere e cenere«; Isaia disse che noi periamo come una foglia; Giobbe a momenti aveva orrore di se stesso e lo stesso Apostolo Paolo …
Leggi Tutto

RISVEGLIO ARTIFICIALE

” hai nome di vivere, eppure sei morto… (Apocalisse 3:1) Quante volte nel corso dei secoli le severe parole pronunziate dallo Spirito per la Chiesa di Sardi, hanno riacquistato il loro sapore di attualità, proprio applicate a quei movimenti che hanno spento il fuoco di Dio …
Leggi Tutto

FUOCO SPIRITUALE

Samuel Chadwick  –  ” Il nostro Dio è un fuoco consumante”. Il simbolo scelto della Sua presenza è il fuoco acceso sulla terra, e il segno preferito della Sua approvazione è la fiamma che consuma il sacrificio. Patto e sacrificio, santuario e consacrazione, erano santificati ed approvati con la discesa del fuoco celeste. “Dio che risponde per mezzo della fiamma di fuoco; Lui è Dio!” Gesù è venuto …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Il mio Spirito riposa si di te quando soffri per amor di Cristo.

Se siete vituperati per il nome di Cristo, beati voi, poiché lo Spirito di gloria e lo Spirito di Dio riposa su di voi. (1 Pietro 4:14) La Bibbia dice che coloro che vogliono vivere una vita pia saranno perseguitati. Viviamo in un mondo orfano con valori orfani. Gesù ha detto che se le persone hanno rifiutato Lui, avrebbero rifiutato anche noi. Prima o poi nella nostra vita, tutti …
Leggi Tutto

UN SEGRETO SULLA GRAZIA

di Max Lucado  –  Ecco un segreto sulla GRAZIA:  dieci piccole parole che spiegano tutto quello che c’è da sapere: “Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?” (Romani 8:28). Da un lato questo concetto può sembrare cosi semplice, in realtà, queste parole contengono un significato veramente profondo. Esaminiamo attentamente le quattro parole di questo versetto. Leggete lentamente la frase: “Dio è per noi”. Fate una …
Leggi Tutto

DIFFERENZE TRA BIBBIA E CORANO

CHE COS’È IL CORANO? Il Corano è un complesso di racconti su personaggi biblici e non, compresa una raccolta di insegnamenti morali, legislative e dogmatici insieme. Secondo la tradizione islamica per realizzare quest’opera, ci si doveva affidare alla memoria dei compagni di Maometto. Maometto nacque verso l’anno 580 nella penisola arabica in una regione nota come Hijaz, tra una popolazione che aveva perso l’idea dell’Unico Dio ed era dedita …
Leggi Tutto

TRASFORMATI TRAMITE L’OPERA DI CRISTO

di  JESSIE PENN LEWIS  –  “Poiché l’amore di Cristo ci costringe, essendo giunti alla conclusione che, se uno è morto per tutti, dunque tutti sono morti; e che egli è morto per tutti, affinché quelli che vivono, non vivano più d’ ora in avanti per sé stessi, ma per colui che è morto ed è risuscitato per loro. Perciò d’ ora in avanti noi non conosciamo nessuno secondo …
Leggi Tutto

DOVE SONO I VERI PROFETI?

di A. W. TOZER  –  Il dono del discernimento profetico è una necessità assoluta del nostro tempo. Un profeta è una persona che conosce l’epoca in cui vive e ciò che Dio sta cercando di dire ai suoi contemporanei.  Ciò che Dio ha da dire alla sua Chiesa, in qualsiasi epoca, dipende dalla condizione morale e spirituale in cui la Chiesa versa nonché dalle necessità spirituali del momento. I …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti