Meditazione del giorno: Desiderio della Legge di Dio

di R.C. SPROUL  –  Una ricerca condotta da George Gallup Jr. (sondaggista americano – n.d.t.) ha rivelato una sorprendente tendenza nella nostra cultura. Secondo Gallup, l’evidenza sembra indicare che non ci sono modelli chiari di comportamento che distinguano i cristiani dai non cristiani nella nostra società. Sembra che tutti marciamo allo stesso ritmo di tamburi, guardando ai mutevoli standard della cultura contemporanea come  base di un comportamento accettabile. La nostra unica norma etica  sembra essere ciò che fanno tutti gli altri.

Questo modello può emergere solo in una società o in una chiesa in cui la legge di Dio è stata eclissata. La parola stessa “legge” sembra avere un suono sgradevole anche nei nostri circoli evangelici.

Proviamo un esperimento. Leggete i versi del Salmo 119 che trovate alla fine di questa breve meditazione.  Provate a mettervi nei panni dello scrittore ed empatizzare con lui.  Provate a sentire ciò che egli provava  quando scrisse queste righe migliaia di anni fa.

Vi fa pensare ad un cristiano moderno? Sentiamo oggi parlare di desiderio struggente per la legge di Dio? Sentiamo i nostri amici esprimere gioia e delizia per i comandamenti di Dio? E voi, desiderate con passione la legge di Dio? Esprimete gioia e diletto per i Suoi comandamenti?

Salmo 119:97: ” Oh, quanto amo la tua legge! È la mia meditazione di tutto il giorno. 

Salmo 119:11-12: “Ho conservato la tua parola nel mio cuore per non peccare contro di te. Tu sei benedetto, o Signore; insegnami i tuoi statuti”.

Salmo 119:131: Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi comandamenti.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

LA FEDE

da un sermone di Smith Wigglesworth  –  «Per fede Abele offerse a Dio un sacrificio più eccellente che Caino… per fede Enoch fu trasportato per non veder la morte… per fede Noè fabbricò un’Arca per la salvezza della sua famiglia… per fede Abrahamo, essendo chiamato, ubbidì, per andarsene al luogo che egli aveva da ricevere in eredità» (Ebrei 11-4, 8). Ci è solo una via per appropriarci dei …
Leggi Tutto

RISVEGLIO O APOSTASIA?

di Agostino Masdea   –  Carissimi, avendo un gran desiderio di scrivervi della nostra comune salvezza, mi sono trovato costretto a farlo per esortarvi a combattere strenuamente per la fede, che è stata trasmessa ai santi una volta per sempre. (Giuda 3)  –   Stiamo vivendo un tempo estremamente difficile. La decadenza morale della società è in escalation continua. Siamo continuamente turbati dall’indecente spettacolo che questo mondo quotidianamente ci offre. Il …
Leggi Tutto

EGLI NON SAPEVA…

di E.K.Rusthoi  –  “Egli (Sansone), non sapeva che Dio s’era ritirato da lui” (Giudici 16,20).  –  “Or Mosè, quando scese dal monte Sinai – scendendo Mosè aveva in mano le due tavole della testimonianza – non sapeva che la pelle del suo viso era diventata tutta raggiante” (Esodo 34,29). Vorrei attirare la vostra attenzione su questi due versetti biblici che sembrano in aperto contrasto. Il primo è un …
Leggi Tutto

IL MISTERO E IL MINISTERO DELLA PREGHIERA

di Roberto Bracco   –   Quante volte il Signore Gesù ha esortato i suoi discepoli alla preghiera? Perché la preghiera ha occupato un posto così importante nella vita e negli ammaestramenti del figliuolo di Dio? Vi siete mai posto queste domande? Ogni cristiano dovrebbe porsele e rispondere ad esse e, così facendo, si accorgerebbe di non essere perfettamente fedele al volere divino, nella pratica della preghiera …
Leggi Tutto

Abraham-Lincoln

Proclama del Presidente Abramo Lincoln per una giornata di umiliazione nazionale, digiuno e preghiera – 1863Da Sua Eccellenza, Abraham Lincoln, presidente degli Stati Uniti. Considerando che, il Senato degli Stati Uniti, devotamente riconoscendo la Suprema l’autorità e il governo dell’Iddio Onnipotente in tutti gli eventi degli uomini e delle nazioni, con una risoluzione ha chiesto al Presidente di stabilire e dedicare una giornata di preghiera e umiliazione nazionale. Considerando …
Leggi Tutto

RICOMINCIARE

John R. Rice – Tutti i cristiani hanno bisogno periodicamente di cominciare daccapo. Io non accetto l’argomento secondo cui noi abbiamo preso delle buone risoluzioni prima e perciò non abbiamo bisogno di altre nuove risoluzioni. Nessun uomo ha mai fatto tutto ciò che aveva progettato di fare. Nessuna donna ha mai adempiuto tutto ciò che si era proposta di fare. Ma ognuno deve cercare di fare quanto meglio …
Leggi Tutto

BEATI I MORTI...

di Roberto Bracco   –   E udii una voce dal cielo che diceva: «Scrivi: beati i morti che da ora innanzi muoiono nel Signore. Sì, dice lo Spirito, essi si riposano dalle loro fatiche perché le loro opere li seguono».  (Apocalisse 14: 13) Questa parola ci vieta di “essere contristati” come coloro che vivono senza una speranza nel cuore. La tradizione umana e la liturgia ecclesiastica hanno dedicato il mese di novembre …
Leggi Tutto

35-Vance_Havner

di Vance Havner  –  Mentre il tuo servo era occupato qua e là, quell’uomo sparì (1 Re 20:40).  L’uomo in questa storia ricevette un incarico da portare avanti, ma si dimostrò infedele, non perché oziò o perché si addormentò, ma perché era troppo occupato. La pigrizia può essere opera del diavolo, ma lo è anche l’essere tanto occupati se ciò fa si che le cose ci sfuggano di mano …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti