Meditazione del giorno: Il Signore si prende cura di te.

di  George Muller   –   Era l’ora della colazione in uno dei miei orfanotrofi in Inghilterra e non c’era cibo. Non solo non c’era cibo in cucina, ma non c’erano nemmeno soldi per comprarlo.  Una giovane ragazza il cui il padre era un mio intimo amico, stava visitando l’orfanotrofio. Presi la sua mano e le dissi: «Vieni e vedi che cosa farà il nostro Padre». Nella sala da pranzo, lunghi tavoli erano apparecchiati con piatti e tazze vuote. Ci siamo seduti a tavola con gli altri e pregai: “Caro Padre, ti ringraziamo per ciò che Tu ci provvedi da mangiare.”  Contemporaneamente, sentimmo bussare alla porta. C’era il panettiere locale.

“Mr. Muller,” disse, “Non ho potuto dormire stanotte. Comunque, ho sentito che non avete il pane per la colazione, così mi sono alzato alle 2 questa mattina e ho sfornato per voi del pane fresco. Eccolo qui”.  Muller lo ringraziò e diede lode al Signore. Poco dopo, qualcun altro bussò. Era il lattaio. Il suo carretto si era rotto davanti all’orfanotrofio. Non c’era alcun modo per spostare o riparare il carretto se non svuotarlo del carico del latte che doveva ancora consegnare, così mi chiese se avevamo bisogno del latte. Abbiamo avuto una meravigliosa prima colazione quella mattina.

La fede era l’apice nella vita di George Muller. Senza uno stipendio personale, egli si affidava solo su Dio per il denaro e il cibo necessario per sostenere centinaia di bambini orfani e senzatetto, che egli assisteva nel nome del Messia. Un uomo di fede raggiante, tenne per molti anni sulla sua scrivania un motto che dava conforto, forza, e grande fiducia al suo cuore. Diceva, “A Lui importa di te.”  Muller riteneva che quelle parole  catturassero il significato di 1 Pietro 5:7, e riponeva le sue richieste d’aiuto divino su quella verità. Alla fine della sua vita testimoniò  che il Signore non aveva mai mancato di provvedere a tutti i suoi bisogni.

Ricordate che Dio è interessato a ogni nostro bisogno! Affidate oggi a Lui ogni vostra preoccupazione.

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Meditazione del giorno: CRISTO NOSTRO AMICO
    In Devotional
    di F. B. Meyer    –    “Vi ho chiamati amici, perché vi ho fatto conoscere tutte le cose che ho udito dal Padre mio.“ – Giovanni 15,15 .   –    Ho letto da qualche parte che quando Michelangelo era al culmine della sua fama, un ragazzo di nome Raffaello, destinato ad essere il suo degno successore – gli fu presentato come un promettente allievo. In un primo momento il ragazzo fu impiegato in semplici manzioni nello studio, pulire i pennelli, miscelare le vernici, ma man mano che sviluppava qualità di precisione, di puntualità, e di simpatia, gli furono affidate crescenti responsabilità, fino a quando il maestro [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • UNITA’… A CHE PREZZO?
      di Keith Green –  Di questi tempi si fa un gran parlare tra i Cristiani riguardo all’esigenza di unità. Ovunque cristiani si riuniscono puoi sentire qualcuno che afferma “Se solo tutti i credenti potessero unirsi e andare d’accordo, allora il mondo si sveglierebbe e ci darebbe retta! allora sì il Diavolo fuggirebbe spaventato! Allora si avrebbe un vero risveglio!!” L’intero movimento ecumenico si basa su questo assunto. Devo ammettere che il pensiero suona meraviglioso – vedere tutte quelle diverse denominazioni (e affini) amarsi e stare in comunione reciproca -: sarebbe veramente magnifico, eccome! Be’, ma… non v’illudete: non può succedere. Ci saranno sempre in giro un paio di veri cristiani per rovinare tutto! […]
  • IL SERMONE
    di ROBERTO BRACCO   –   Come si prepara un sermone? Preparando la propria vita!  Se noi crediamo che il ministro rappresenta soltanto il canale attraverso il quale deve fluire la gloria di Dio, ci dobbiamo preoccupare che questo canale sia completamente libero per far passare lo Spirito di Dio. La lettura, la meditazione, la preghiera unite alla santità della vita sono gli elementi più preziosi per preparare un sermone. Queste cose eliminano i nostri pensieri, le nostre idee e ci preparano per ricevere le idee di Dio. Le idee di Dio ci vengono trasmesse in modo nitido mentre noi stiamo davanti a Lui per riempire la nostra vita della Sua presenza; ed il sermone acquista forma e sostanza nella nostra mente e nel nostro cuore. […]
  • Una Testimonianza
    di ROBERTO BRACCO – Lettura biblica: 1 Timoteo 1:12-20 – La storia di Saulo da Tarso, persecutore della Chiesa cristiana, fariseo zelante, difensore della fede giudaica, è troppo nota per aver bisogno di essere ricordata, ma la testimonianza che egli rende, attraverso questa pagina della sua lettera a Timoteo, esprime un messaggio così vivo, così attuale, da non poter essere ignorato. In poche parole, l’apostolo mette a fuoco la propria esperienza e chiarisce com’è diventato cristiano e perché è cristiano. La testimonianza di Paolo, dottore delle genti, l’antico Saulo beniaminita, è particolarmente valida per esprimere un messaggio, perché ci parla dell’esperienza di un uomo già religioso, socialmente e moralmente irreprensibile, altamente stimato nel […]
  • SINCERITA’ E TRASPARENZA
    di A. W. TOZER  Se si volesse avere un’immagine abbastanza esatta dell’umanità si potrebbe senz’altro capovolgere il sermone sul monte nel suo contrario e dire: Prego, questa è l’umanità. Perché il contrario del sermone sul monte mostra esattamente le caratteristiche che contraddistinguono la vita e il comportamento umani naturali. Nel mondo di solito non troviamo nessuna delle virtù di cui Gesù parla all’inizio del suo discorso sul monte. Anziché la povertà di spirito si trova la forma più spiccata di superbia; anziché mansuetudine governa l’arroganza; anziché la fame di giustizia si sente dire: Io sono ricco, ho tutto e non ho bisogno di niente; anziché misericordia c’è la crudeltà; anziché la purezza di cuore ci sono immaginazioni perverse; anziché […]
  • L’AMORE PERFETTO CACCIA VIA LA PAURA.
    di FILIPPO WILES  –  «Perché avete paura, o gente di poca fede?» In un mare burrascoso ove le onde infuriate dal vento coprivano la barca, sembra una domanda ingiusta ed illogica. Che altro potevano fare quegli uomini terrorizzati se non gridare? Eppure Colui che domanda non provoca inutilmente perché Egli è amore. Come i discepoli, così tutte le persone, compresi i credenti, talvolta sono schiavi della paura. C’è chi ha paura della malattia: ogni epidemia ed ogni sintomo di male sono causa di preoccupazioni. A qualcuno lo spettro della prematura morte di un parente stretto lo induce a pronosticare la sua propria morte prematura: così morirò anch’io. Altri al solo pensare d’essere […]
  • SEGUIRE GESU’
    di ROBERTO BRACCO   –   Alcuni episodi, ricordati con dovizia di particolari, trascendono il loro significato storico per esprimere una lezione spirituale. Questo è uno di quelli perché si propone una lezione di dottrina cristiana che possiamo definire fondamentale e cioè:  «Come pervenire alla vita eterna». Bisogna premettere che «vita eterna» non è sinonimo d’immortalità : tutte le anime sono immortali, ma soltanto quelle che si uniscono a Dio hanno la vita eterna, cioè la pienezza della vita. L’episodio che ci sta davanti è de-scritto non soltanto in questo Vangelo, ma anche in quelli di Matteo e di Marco e raccogliendo gli elementi integrativi contenuti in questo e in quelli si può tracciare un profilo esauriente del soggetto. —        Colui che si presenta a Gesù è […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti