Meditazione del giorno: RICCHEZZE SPIRITUALI

di Roberto Bracco –  Or appetite, come a gara, i doni migliori. I Corinzi 12:31

Uno degli esercizi spirituali che impegna i credenti nella vita comunitaria è quello della ricerca dei doni di Dio. La comunità è assomigliata ad un organismo composto di membra, apparati, sistemi: ogni parte dell’organismo svolge una missione nel corpo e per il corpo in forza di una propria funzionalità.  Il credente assolve il proprio compito nella comunità, quando esercita quei doni spirituali necessari alla vita e all’edificazione dei popolo di Dio e quindi deve sentirsi responsabilmente impegnato a desiderare e cercare tutti i carismi dello Spirito offerti dalla prodigalità di Dio.

Questo non vuoi dire che ogni cristiano debba necessariamente possedere tutti i doni soprannaturali che vengono dallo Spirito, ma chiarisce che ogni credente deve essere consapevole del fatto che il “corpo”esige la presenza di membra vive ed attive in tutte le funzioni richieste dalla vita cristiana. Desiderare e cercare tutti i doni di Dio, vuoi dire infatti, aprirsi all’opera che io Spirito vuoi compiere nella chiesa; quando questa disponibilità è generale, lo Spirito può liberamente distribuire questi meravigliosi carismi.

Anche tu sei entrato a far parte del popolo del Signore hai ” diritto “a questi doni e di conseguenza hai il ” dovere”di desiderarli e di cercarli per dare in concreto il tuo contributo alla vita della comunità.

Forse vuoi sapere quale metodo bisogna seguire per cercare ed ottenere i doni spirituali. li ragionamento potrebbe anche essere lungo, ma la sintesi è espressa in poche e chiare parole:

« Riconoscere che la vocazione cristiana impone l’appartenenza alla chiesa come quella delle membra ai corpo.

Accettane il principio biologico che le membra ricevono dai corpo, ma contribuiscono anche alla vita dei corpo, attraverso un processo di reciproca assistenza.

Accostarsi a Dio in preghiera e in sincera disposizione interiore per chiedere e ricevere la benedizione dei Suoi doni.

Proporsi fermamente di possedere e di usare ogni dono per l’edificazione altrui e soltanto alla gloria di Dio, conservando sempre la più profonda umiltà.

Ed infine esercitando i doni divini con franchezza che sia sempre equilibrata dalla più profonda subordinazione alla guida divina.

Fratello, tu fai parte del corpo di Cristo; devi esercitare una funzione personale quale membro della comunità: cerca sinceramente i doni di Dio!

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

tozer2

di A. W. TOZER  –  Tra i cristiani di tutte le età e di varie sfumature d’enfasi dottrinali, c’è stato un giusto accordo su una cosa: credevano tutti che è importante che il cristiano con serie aspirazioni dovrebbe imparare a meditare spesso e a lungo su Dio.   –   Lasciate che un cristiano insista a voler andare al di là delle povere, attuali, esperienze religiose, e presto scoprirà …
Leggi Tutto

COSA SIGNIFICA ESSERE UN SERVO

di Brian L. Harbour – Dopo la conversione, molti credenti si chiedono: “E adesso? Ora che sono stato riscattato dalla schiavitù di Satana e liberato dal peso dei miei peccati, cosa devo fare?”. Nell’introduzione della sua epistola a Tito, Paolo dà una risposta a questo interrogativo coll’appellativo che applicava a sé stesso. Lui si definiva: “Servo di Gesù Cristo”. Diverse parole greche hanno il significato di servo. “Diaconos” …
Leggi Tutto

FRUTTI DI PENITENZA

GIUSEPPE MANAFO’ –  Matteo 3: 7-8  – Ma vedendo molti farisei e sadducei venire al suo battesimo, disse loro: «Razza di vipere, chi vi ha insegnato a sfuggire l’ira futura? 8 Fate dunque dei frutti degni del ravvedimento. Giovanni Battista, anche se visse una vita solitaria nel deserto, era divenuto popolare. Egli appari come un lampo con lo spirito del profeta Elia ed il deserto stesso non era più un posto …
Leggi Tutto

LA TEOLOGIA DELLA GRAZIA

Un sermone di Roberto Bracco che evidenzia la semplicità dell’Evangelo e l’universalità della salvezza. Ottimo messaggio di evangelizzazione …
Leggi Tutto

Sermone: RESA INCONDIZIONATA

“RESA INCONDIZIONATA”  …
Leggi Tutto

"CARISMATICI"

di Roberto Bracco  –  «Fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno… » (Giovanni 7:38) Con questa potente espressione Gesù ha definito l’esperienza dei credenti ripieni di Spirito Santo; la frase chiarisce in maniera precisa e dettagliata il miracolo annunciato dal Signore ed offre quindi dei riferimenti dottrinali che non possono essere ignorati dalla teologia cristiana. Il « credente» che « riceve » (v. 39) lo Spirito non …
Leggi Tutto

RAVVEDETEVI

di G. Robert Ashcroft  –   Questo fu il grido dei profeti e degli apostoli, questo deve essere il grido degli odierni predicatori.  –   «Ricordati, dunque, donde sei caduto, e ravvediti, e fa’ le opere di prima; se no, verrò a te, e rimuoverò il tuo candelabro dal suo posto, se tu non ti ravvedi. (Apoc. 2:5).  Giovanni Battista venne a predicare il suo messaggio e si mantenne …
Leggi Tutto

TIMORE E TREMORE

di David Wilkerson  –  I profeti ci avvertono che quando vediamo Dio scuotere le nazioni, e quando avvengono dei periodi pericolosi, il nostro uomo naturale ha molta paura. Ezechiele si chiedeva: “Potrà reggere il tuo cuore o potranno rimanere forti le tue mani nei giorni in cui agirò contro di te?” (Ezechiele 22:14).  Quando Dio avvertì Noè dei giudizi imminenti e gli disse di costruire un’arca, Noè fu …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti