Meditazione del giorno: RICCHEZZE SPIRITUALI

di Roberto Bracco –  Or appetite, come a gara, i doni migliori. I Corinzi 12:31

Uno degli esercizi spirituali che impegna i credenti nella vita comunitaria è quello della ricerca dei doni di Dio. La comunità è assomigliata ad un organismo composto di membra, apparati, sistemi: ogni parte dell’organismo svolge una missione nel corpo e per il corpo in forza di una propria funzionalità.  Il credente assolve il proprio compito nella comunità, quando esercita quei doni spirituali necessari alla vita e all’edificazione dei popolo di Dio e quindi deve sentirsi responsabilmente impegnato a desiderare e cercare tutti i carismi dello Spirito offerti dalla prodigalità di Dio.

Questo non vuoi dire che ogni cristiano debba necessariamente possedere tutti i doni soprannaturali che vengono dallo Spirito, ma chiarisce che ogni credente deve essere consapevole del fatto che il “corpo”esige la presenza di membra vive ed attive in tutte le funzioni richieste dalla vita cristiana. Desiderare e cercare tutti i doni di Dio, vuoi dire infatti, aprirsi all’opera che io Spirito vuoi compiere nella chiesa; quando questa disponibilità è generale, lo Spirito può liberamente distribuire questi meravigliosi carismi.

Anche tu sei entrato a far parte del popolo del Signore hai ” diritto “a questi doni e di conseguenza hai il ” dovere”di desiderarli e di cercarli per dare in concreto il tuo contributo alla vita della comunità.

Forse vuoi sapere quale metodo bisogna seguire per cercare ed ottenere i doni spirituali. li ragionamento potrebbe anche essere lungo, ma la sintesi è espressa in poche e chiare parole:

« Riconoscere che la vocazione cristiana impone l’appartenenza alla chiesa come quella delle membra ai corpo.

Accettane il principio biologico che le membra ricevono dai corpo, ma contribuiscono anche alla vita dei corpo, attraverso un processo di reciproca assistenza.

Accostarsi a Dio in preghiera e in sincera disposizione interiore per chiedere e ricevere la benedizione dei Suoi doni.

Proporsi fermamente di possedere e di usare ogni dono per l’edificazione altrui e soltanto alla gloria di Dio, conservando sempre la più profonda umiltà.

Ed infine esercitando i doni divini con franchezza che sia sempre equilibrata dalla più profonda subordinazione alla guida divina.

Fratello, tu fai parte del corpo di Cristo; devi esercitare una funzione personale quale membro della comunità: cerca sinceramente i doni di Dio!

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

QUESTO E' IL TEMPO

– di Agostino Masdea –  E questo tanto più dobbiamo fare, conoscendo il tempo, perché è ormai ora che ci svegliamo dal sonno, poiché la salvezza ci è ora più vicina di quando credemmo. La notte è avanzata e il giorno è vicino; gettiamo dunque via le opere delle tenebre e indossiamo le armi della luce. (Romani 13:11-12) Questo è il tempo, per ogni credente di alzarsi e annunciare l’Evangelo …
Leggi Tutto

CULTI FREQUENTI E VIVI

–   di Roberto Bracco.   –    È triste la vita di quei fedeli i quali, a causa di circostanze particolari, sono costretti a vivere soli, lontani da altri fedeli, privi del conforto che si riceve nella comunione fraterna e nella celebrazione dei culti. Molto più triste, però, è la vita di quei fedeli che pure non essendo soli, vivono come se lo fossero. Mi riferisco qui a coloro che trascurano …
Leggi Tutto

La conversione di Phil Thatcher

A 18 anni ero entrato e uscito tre volte dal riformatorio e a 30 anni avevo passato più tempo in prigione di quanto ne avessi passato fuori. Tutto cominciò quando ero ragazzo. Sono cresciuto in campagna; mio padre era agricoltore e faceva anche il pastore evangelico. Io lo rispettavo e gli credevo. Mi diceva il che il mio vero Padre era in cielo e che mi stava sempre vicino …
Leggi Tutto

NON ERANO CHE DEI RAGAZZI

Uno studente dell’Università Yale (Usa), un giorno, intraprese una strenua difesa a favore dell’opera delle missioni al punto che fu espulso dalla sua scuola. Questo giovane si chiamava David Brainerd, grande missionario  e  pioniere  tra  i  Pellirossa.  Il suo diario, pubblicato dopo la sua morte, andò nelle mani di un calzolaio inglese: William Carey, che divenne una “colonna di fuoco”. Dio si usò di lui in India dove …
Leggi Tutto

Promessa per oggi: Io sarò la tua sicurezza e un luogo di rifugio per i tuoi figli. 

Nel timore dell’Eterno c’è una grande sicurezza, e i suoi figli avranno un luogo di rifugio. (Proverbi 14:26)   –   La persona che adora il Signore ha la fiducia che Dio sarà un luogo sicuro per lui e un luogo di rifugio per i suoi figli. Dio è la nostra fortezza sicura. Le Sue mura sono impenetrabili.  Siamo sicuri e protetti nel centro del Suo cuore. Questa è una buona notizia per noi, …
Leggi Tutto

L'UNICA VIA

di OSWALD J. SMITH – Un banchiere ed un industriale sedevano l’uno di fronte all’altro negli uffici della banca. L’industriale parlava molto animatamente, quando all’improvviso l’altro interruppe. “Ridicolo! Assurdo! Pazzesco!” esclamò l’orgoglioso banchiere, atteggiando le sue labbra allo scherno. “Ma perché”? chiese il suo interlocutore. “Perché”? E voi, uomo ben pensante, chiedete il perché? Le vostro sono delle sciocchezze!” rispose, deridendolo. “Ebbene “ ribattè l’altro “vi chiedo proprio: Perché?!?” La …
Leggi Tutto

LA PROMESSA DEL RITORNO DI GESÙ

di David Wilkerson – Nei giorni passati, “Gesù sta per tornare!” veniva detto durante quasi ogni servizio della Domenica. Gli evangelisti annunciavano messaggi toccanti sulla speranza del ritorno di Cristo e c’era un timore santo ed un’aspettativa nei cuori dei suoi seguaci. Oggi, tuttavia, la venuta del Signore viene raramente proclamata ed è triste che solo pochissimi servi giusti sembrino desiderare la sua apparizione. La Bibbia avverte di …
Leggi Tutto

mp3

Siamo Figli di Dio  (Matteo 27:43)   …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti