Poca preghiera, vita misera.

di E. M. BOUNDS   –   Io credo che oggi  la Chiesa non ha bisogno di più o migliori apparati, di nuove organizzazioni o nuovi metodi. Ha bisogno di cristiani che lo Spirito Santo può usare — cristiani di preghiera, cristiani potenti nella preghiera. Lo Spirito Santo non agisce tramite metodi, ma tramite persone. Egli non scende sugli apparati,  ma sulle persone. Egli non unge piani, ma persone — persone di preghiera!

Il lavoro spirituale è sempre un lavoro pesante, e i cristiani sono restii a farlo. La vera preghiera richiede  seria attenzione e tempo, che carne e sangue non gradiscono.  Poche persone hanno una fibra così forte da pagare un prezzo alto quando un lavoro inferiore passa altrettanto bene nel mercato. Stare  poco tempo con Dio significa poter fare poco per Dio. Ci vuole molto tempo affinché la pienezza di Dio fluisca nel nostro spirito.

La poca devozione interrompe il flusso della pienezza di Dio. Viviamo miseramente perché siamo scarsi nella preghiera. Questo non è il giorno della preghiera. Pochi cristiani pregano. In questi giorni di fretta e di fermento, di elettricità e di tante pressioni, gli uomini non hanno più tempo per pregare. La preghiera è obsoleta, quasi un’arte perduta.

Dove sono i leaders che come Cristo possono insegnare ai santi di oggi la preghiera e l’incoraggino in essa? Ci rendiamo conto che stiamo crescendo una generazione di santi che non pregano? Solo pregando i leaders avranno seguaci che pregano. Abbiamo urgentemente bisogno di qualcuno che esorti e   istruisca i credenti a pregare!

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

LO SCOPO DEL VANGELO

 di  Watchman Nee  –  Trovandosi Egli a Betania in casa di Simone il lebbroso, mentre era seduto a tavola, entrò una donna con un vaso di alabastro di un unguento profumato di autentico nardo, di grande valore; or ella, rotto il vaso, lo versò sul Suo capo …. Gesù disse: .. ” In verità vi dico, che in tutto il mondo, ovunque sarà predicato questo vangelo, si racconterà …
Leggi Tutto

GLI OCCHI DEL CUORE

di Jim Cymbala  –  (Pastore della Chiesa Brooklyn Tabernacle – New York)  –  E’ più probabile che si trovi un neo credente nelle montagne del Perù che capisca della Bibbia  più di un teologo con un dottorato di ricerca. Infatti, quel Peruviano privo di istruzione non solo potrebbe saperne di più della Bibbia, ma potrebbe anche conoscere il Signore in un modo che lo studente Greco o Ebreo ignorano. Ricorda, …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Il mio amore è sparso nel tuo cuore per mezzo del mio Spirito

L’amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato. Romani 5:5  –   La foto della promessa di oggi è stata scattata a Niagara Falls. Visto che ho la fortuna di vivere a 15 miglia da questa grande meraviglia della natura, è facile per me andare lì ogni volta che lo desidero. L’immensa quantità di acqua che forma sia …
Leggi Tutto

GRANDI INNI: "FORTE ROCCA E' IL NOSTRO DIO".

Il 31 ottobre 1517, Martin Lutero affisse le famose  novantacinque tesi alla porta della cattedrale di Wittenberg, Germania. Questa data è stata definita come il “4 Luglio del protestantesimo”. “Forte Rocca è il nostro Dio” è l’inno più potente del movimento della riforma protestante  di Lutero ed è basato sul Salmo 46. Questo inno è diventato il grido di battaglia del popolo, una grande fonte di forza e …
Leggi Tutto

Meditazione del giorno: Tradizioni religiose

di ROBERTO BRACCO  –  In occasione delle festività  torna nelle conversazioni cristiane l’argomento delle tradizioni religiose e molti si chiedono in che modo o fino a quale limite i credenti devono o possono partecipare alle consuetudini che impegnano la cristianità nel senso generico di quest’ultimo termine. Si parla di “cenoni”, di “pranzi”, di” strenne”, di “presepi”, di “alberi di Natale”, di “auguri”, e poi… di “Babbo Natale”, della “Befana”, …
Leggi Tutto

PERDERE, PER GUADAGNARE

Dr. M.R. de Haan  –  Chi avrà perduto la sua vita per amor mio, la troverà»  Mat. 16:25 .  –  Quale debba essere la meta d’un atleta professionista ce lo dice Vince Lombardi: «Vincere non significa essere il primo in tutte le gare — ciò che conta è la vittoria finale!» Una squadra può aver vinto la maggior parte delle partite di qualificazione, ma se perde la partita finale, …
Leggi Tutto

IL CULTO

di Roberto Bracco –  “Onore reso a Dio”. Per il cristiano è anche mezzo per realizzare comunione con Dio; quindi possibilità di offrire a Dio, ricevere da Dio. Comunemente con questo nome si definiscono le riunioni che uniscono i fedeli per la celebrazione liturgica: preghiera, canto, predicazione… In queste riunioni i fedeli vogliono offrire lode a Dio, esprimere amore, gratitudine e aspettano le benedizioni della presenza di Dio …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti