Meditazione del giorno: Poca preghiera, vita misera.

di E. M. BOUNDS   –   Io credo che oggi  la Chiesa non ha bisogno di più o migliori apparati, di nuove organizzazioni o nuovi metodi. Ha bisogno di cristiani che lo Spirito Santo può usare — cristiani di preghiera, cristiani potenti nella preghiera. Lo Spirito Santo non agisce tramite metodi, ma tramite persone. Egli non scende sugli apparati,  ma sulle persone. Egli non unge piani, ma persone — persone di preghiera!

Il lavoro spirituale è sempre un lavoro pesante, e i cristiani sono restii a farlo. La vera preghiera richiede  seria attenzione e tempo, che carne e sangue non gradiscono.  Poche persone hanno una fibra così forte da pagare un prezzo alto quando un lavoro inferiore passa altrettanto bene nel mercato. Stare  poco tempo con Dio significa poter fare poco per Dio. Ci vuole molto tempo affinché la pienezza di Dio fluisca nel nostro spirito.

La poca devozione interrompe il flusso della pienezza di Dio. Viviamo miseramente perché siamo scarsi nella preghiera. Questo non è il giorno della preghiera. Pochi cristiani pregano. In questi giorni di fretta e di fermento, di elettricità e di tante pressioni, gli uomini non hanno più tempo per pregare. La preghiera è obsoleta, quasi un’arte perduta.

Dove sono i leaders che come Cristo possono insegnare ai santi di oggi la preghiera e l’incoraggino in essa? Ci rendiamo conto che stiamo crescendo una generazione di santi che non pregano? Solo pregando i leaders avranno seguaci che pregano. Abbiamo urgentemente bisogno di qualcuno che esorti e   istruisca i credenti a pregare!

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • Meditazione del giorno: La forza del Suo sguardo
    In Devotional
    di F. B. MEYER   –  E il Signore lo guardò e gli disse: Va ‘con questa tua forza. Giudici 6:14  –  La forza che viene dal potente sguardo degli occhi di Cristo! Gedeone era abbastanza debole. Ammise in modo del tutto naturale, “la mia famiglia è la più debole di Manasse, e io sono il più piccolo nella casa di mio padre” (Giudici 6:15). Ma dal momento di quello sguardo, seguito da quell’appello, ebbe una forza che non sarebbe mai venuta meno in seguito. Veramente “Dio ha scelto le cose stolte del mondo per svergognare le savie; e Dio ha scelto le cose deboli del mondo per svergognare le forti;“. [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • Cos’è un vero risveglio?
    di Reuben A. Torrey (1855 -1928 noto evangelista, insegnante e scrittore). Qual è un vero risveglio e quali sono le sue conseguenze? Un vero risveglio è un tempo in cui la vita si rinnova e in cui questo rinnovamento si espande. Questo è il significato della parola “risveglio” secondo la sua origine come pure secondo l’uso che ne viene fatto nel nostro tempo. Anche la parola ebraica corrispondente ha il medesimo significato. Essa viene tradotta nel Salmo 85:7 con i termini “ravvivare” o “dar vita”: “Non tornerai tu a ravvivarci, onde il tuo popolo si rallegri in te?”. In un’altra traduzione troviamo: “Torna a darci la vita e sarai la gioia del tuo popolo.” La vita può’ venire soltanto da Dio perciò’ ogni risveglio è un periodo in cui Dio si rende manifesto al suo popolo donando ai suoi […]
  • UN SEGRETO SULLA GRAZIA
    di Max Lucado  –  Ecco un segreto sulla GRAZIA:  dieci piccole parole che spiegano tutto quello che c’è da sapere: “Se Dio è per noi, chi sarà contro di noi?” (Romani 8:28). Da un lato questo concetto può sembrare cosi semplice, in realtà, queste parole contengono un significato veramente profondo. Esaminiamo attentamente le quattro parole di questo versetto. Leggete lentamente la frase: “Dio è per noi”. Fate una pausa, per un minuto, prima di continuare. Leggetela di nuovo, ad alta voce: “Dio e per noi”. Ripetete la frase per quattro volte, questa volta enfatizzando ogni volta una parola diversa. DIO è per noi Dio E’ per noi Dio è PER noi Dio è per NOI DIO È PER NOI I tuoi genitori potrebbero […]
  • Meditazione del giorno: TROPPO OCCUPATO
    di Vance Havner  –  Mentre il tuo servo era occupato qua e là, quell’uomo sparì (1 Re 20:40).  L’uomo in questa storia ricevette un incarico da portare avanti, ma si dimostrò infedele, non perché oziò o perché si addormentò, ma perché era troppo occupato. La pigrizia può essere opera del diavolo, ma lo è anche l’essere tanto occupati se ciò fa si che le cose ci sfuggano di mano. I genitori sono troppo occupati ed i loro figli sfuggono al loro controllo; i cristiani sono troppo occupati e si perdono le cose buone e le cose migliori come conoscere Dio; i predicatori sono così occupati da perdere la loro devozione per Dio. E mentre siamo occupati a far altro la vita ci scorre davanti. Il giorno della grazia, i giorni della salvezza ci sfuggono via diventando senza […]
  • COSA VUOL DIRE “ESSERE SALVATO”.
    Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. (Giovanni 3: 16-17 )   –   Gesù pronunciò queste parole in una conversazione con un importante personaggio religioso del suo tempo. Nicodemo era un dottore della legge, un fariseo. Gesù dice a quell’uomo in modo molto chiaro, che Egli è venuto nel mondo per offrire la salvezza a tutti gli uomini. La salvezza è un soggetto di vitale importanza per ogni per ogni uomo che vive sulla faccia della terra, a prescindere dalla religione che professa, dalla razza a cui appartiene, o dal suo stato sociale.  La nostra scelta o decisione […]
  • IL PERICOLO DELL’INSODDISFAZIONE
    di AGOSTINO MASDEA  –   Infatti io so che in me, cioè nella mia carne, non abita alcun bene, poiché ben si trova in me la volontà di fare il bene, ma io non trovo il modo di compierlo. Infatti il bene che io voglio, non lo faccio; ma il male che non voglio, quello faccio… O miserabile uomo che sono! Chi mi libererà da questo corpo di morte? Io rendo grazie a Dio per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore. (Romani 7: 18-19, 24-25) Secondo alcune moderne teorie positiviste, predicate anche da certi pulpiti, pare che il credente possa vivere su questa terra in una condizione quasi di perfezione. Niente più paure, malattie, delusioni e fallimenti. Credo che per questa condizione di perfezione, dobbiamo aspettare ancora un po’, almeno fino a quando saremo con il Signore nel Suo Regno. […]
  • IL MALE NASCOSTO
    di Roberto Bracco   –   Fratello, hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver pronunciato un ispirato sermone, o dopo aver reso una testimonianza guidata, o dopo aver elevato una calda preghiera? Hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver compiuto una buona opera, o dopo aver fatto una generosa elargizione? Hai mai esaminato l’attitudine del tuo cuore dopo aver ottenuto una vittoria spirituale, o dopo aver conseguito un progresso cristiano? Sai tu che il tuo cuore può rendere inutili e vane tutte le cose buone della tua vita? […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti