Meditazione del giorno: Accesso a Dio tramite umiltà e fede.

di BOB HOEKSTRA   –   Dio resiste ai superbi, ma dà grazia agli umili. . . (Giacomo 4:6) … per mezzo del quale (Gesù) abbiamo anche avuto, mediante la fede, l’accesso a questa grazia nella quale stiamo saldi. (Romani 5:2)  –  La grazia di Dio è accessibile attraverso l’umiltà e la fede. Se desideriamo vivere secondo la grazia di Dio, dobbiamo essere disposti a rinunciare all’orgoglio e camminare in umiltà. “Dio resiste ai superbi, ma dà grazia agli umili.” Il Signore si oppone al percorso dell’autosufficienza.

Quando supponiamo orgogliosamente che siamo in grado di produrre il tipo di vita che Dio ci chiama a vivere, il progresso spirituale è ostacolato. L’umiltà implica l’accordo con le affermazioni di Dio concernenti la nostra inadeguatezza. ” Non già che da noi stessi siamo capaci di pensare alcuna cosa come proveniente da noi stessi…,” (2 Corinzi 3:5). La persona che è disposta a camminare umilmente davanti al Signore ha una comprensione esatta del bisogno assoluto che il Signore lavori nella e attraverso la nostra vita. “Senza di me non potete far nulla” (Giovanni 15:5).

Insieme all’umiltà che riguarda noi, Dio vuole che camminiamo nella fede riguardo Lui. Il Signore vuole lavorare nella nostra vita con la sua grazia incomparabile. La fede accede alla grazia: “per mezzo del quale abbiamo anche avuto, mediante la fede, l’accesso a questa grazia nella quale stiamo saldi”.  Il Signore si compiace del sentiero della “Cristo-dipendenza.”

Ogni volta che ci troviamo ad affrontare qualsiasi questione della vita per mezzo della fede in Gesù Cristo, stiamo attingendo alla grazia abbondante del Signore. Quando accettiamo il fatto che solo Dio può produrre in noi il tipo di vita che Egli ci chiama a vivere, il progresso spirituale è assicurato. La fede comporta accordo con le dichiarazioni di Dio che lo riguardano, essendo Egli la nostra completezza: “ma la nostra capacità viene da Dio” (2 Corinzi 3:5). La persona che è disposta a camminare in fede con il Signore ha una comprensione accurata della Sua assoluta capacità di operare nella nostra vita e tramite essa. “Colui che dimora in me … porta molto frutto” (Giovanni 15:5).

Inoltre, come osservato in precedenza, l’umiltà e la fede sono realtà relazionali. Non possiamo produrle noi. Esse non sono il risultato dell’opera dell’uomo. Possono solo svilupparsi come una crescente realtà attraverso un crescente rapporto con il Signore Gesù.

Caro Signore, umilmente ammetto la mia  insufficienza a produrre la vita che vuoi che io viva. Tuttavia, confesso con fiducia la tua grazia come mia risorsa sufficiente per un frutto abbondante. Signore, voglio conoscerti meglio, che l’umiltà e la fede possano essere sempre più reali nella mia vita, Amen.

 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

DALL'ISLAM A CRISTO -

TESTIMONIANZA   –  Mi chiamo RUBEN DAZAR, (il nome è inventato) e sono nato in una città a nord dell’Iran, sotto un nome diverso sono cresciuto in una famiglia musulmana molto fervente. Mio nonno materno era un Ayetoalah, cioè un insegnante dell’islam, ed essendo suo nipote ero ben conosciuto e molto rispettato nella comunità. Nel corso degli anni ho scritto alcuni libri sull’IsIam. Mia madre è stata allevata …
Leggi Tutto

Certezze per il futuro: valiamo più di molti passeri!

– di Agostino Masdea  –  “Due passeri non si vendono per un soldo? Eppure non ne cade uno solo in terra senza il volere del Padre vostro.  Quanto a voi, perfino i capelli del vostro capo sono tutti contati.  Non temete dunque; voi valete più di molti passeri.” (Matteo 10:29-31) Viviamo in un mondo carico di sofferenza e di dolore; cosa si può fare? Possiamo rassegnarci, spaventarci, vivere nell’ansia …
Leggi Tutto

Roberto Bracco - Sermone

​ Sermone di Roberto Bracco – Isaia 40:1-11 “Una Parola di Consolazione” …
Leggi Tutto

PIÙ VOLENTIERI AL MERCATO CHE NEL SANTUARIO

di Vance Havner  –  «A chi assomiglierò io questa generazione? Ella è simile ai fanciulli seduti nelle piazze che gridano ai loro compagni e dicono: Vi abbiamo suonato il flauto e voi non avete ballato» (Matteo 11:16,17). Oggi molti cristiani giocano alla religione. Essi si trovano perfettamente a loro agio in questo mondo: vivono serenamente, comprano, vendono, acquistano, guadagnano; la loro mente è tutta dedita ai profitti e …
Leggi Tutto

PERCHE’ PREDICHIAMO IL BATTESIMO NELLO SPIRITO SANTO

“Ragione storica“. – La cristianità della nostra generazione ha smarrito il significato del messaggio della Pentecoste. Le chiese non guardano più a questa data o a quest’avvenimento come ad una meta che, come è stata raggiunta ieri, deve essere raggiunta, nel succedersi dei secoli, da ogni nuova generazione. La potenza dello Spirito Santo, l’effusione del dono divino, il battesimo celeste promesso da Gesù… sono diventate espressioni teoriche e quindi …
Leggi Tutto

IL BATTESIMO (ISTRUZIONI PER CATECUMENI)

 Introduzione   Frequentemente il battesimo cristiano viene amministrato con troppa sollecitudine e con troppa superficialità. Frequentemente coloro che scendono nelle acque battesimo non hanno una conoscenza precisa del significato e del valore della rito che compiono. Frequentemente questo importantissimo atto cristiano si riduce ad un povero rito di formalismo liturgico… È per questo che desideriamo, nelle pagine che seguono, esprimere alcune considerazioni che potranno aiutare ad esaminare il …
Leggi Tutto

La Storia più bella

di A. Masdea  –  Allora Filippo prese la parola e, cominciando da questa Scrittura, gli annunziò Gesú.  (Atti 8:35) i) A tutti piace sentire delle storie: a) Da bambini ascoltavamo i nonni al focolare…b) Poi leggevamo libri…c) C’erano anche  i cantastorie che musicavano delle storie vere.d) Oggi le storie si raccontano con i films, le commedie, il teatro, romanzi… ecc.- Anche Gesù racconta delle …
Leggi Tutto

UN PIANO PER LA TUA VITA

di  ZAC POONEN  –  Il più grande onore e privilegio che l’uomo possa avere è fare la volontà di Dio. Questo è quanto il Signore Gesù insegnò ai suoi discepoli. Un giorno Egli disse loro che solamente coloro fanno la volontà del Padre Celeste entreranno nel regno dei cieli (Matteo 7 :21 ). Disse anche che i suoi veri fratelli e sorelle sono coloro che fanno la volontà …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti