Meditazione del giorno: Accesso a Dio tramite umiltà e fede.

di BOB HOEKSTRA   –   Dio resiste ai superbi, ma dà grazia agli umili. . . (Giacomo 4:6) … per mezzo del quale (Gesù) abbiamo anche avuto, mediante la fede, l’accesso a questa grazia nella quale stiamo saldi. (Romani 5:2)  –  La grazia di Dio è accessibile attraverso l’umiltà e la fede. Se desideriamo vivere secondo la grazia di Dio, dobbiamo essere disposti a rinunciare all’orgoglio e camminare in umiltà. “Dio resiste ai superbi, ma dà grazia agli umili.” Il Signore si oppone al percorso dell’autosufficienza.

Quando supponiamo orgogliosamente che siamo in grado di produrre il tipo di vita che Dio ci chiama a vivere, il progresso spirituale è ostacolato. L’umiltà implica l’accordo con le affermazioni di Dio concernenti la nostra inadeguatezza. ” Non già che da noi stessi siamo capaci di pensare alcuna cosa come proveniente da noi stessi…,” (2 Corinzi 3:5). La persona che è disposta a camminare umilmente davanti al Signore ha una comprensione esatta del bisogno assoluto che il Signore lavori nella e attraverso la nostra vita. “Senza di me non potete far nulla” (Giovanni 15:5).

Insieme all’umiltà che riguarda noi, Dio vuole che camminiamo nella fede riguardo Lui. Il Signore vuole lavorare nella nostra vita con la sua grazia incomparabile. La fede accede alla grazia: “per mezzo del quale abbiamo anche avuto, mediante la fede, l’accesso a questa grazia nella quale stiamo saldi”.  Il Signore si compiace del sentiero della “Cristo-dipendenza.”

Ogni volta che ci troviamo ad affrontare qualsiasi questione della vita per mezzo della fede in Gesù Cristo, stiamo attingendo alla grazia abbondante del Signore. Quando accettiamo il fatto che solo Dio può produrre in noi il tipo di vita che Egli ci chiama a vivere, il progresso spirituale è assicurato. La fede comporta accordo con le dichiarazioni di Dio che lo riguardano, essendo Egli la nostra completezza: “ma la nostra capacità viene da Dio” (2 Corinzi 3:5). La persona che è disposta a camminare in fede con il Signore ha una comprensione accurata della Sua assoluta capacità di operare nella nostra vita e tramite essa. “Colui che dimora in me … porta molto frutto” (Giovanni 15:5).

Inoltre, come osservato in precedenza, l’umiltà e la fede sono realtà relazionali. Non possiamo produrle noi. Esse non sono il risultato dell’opera dell’uomo. Possono solo svilupparsi come una crescente realtà attraverso un crescente rapporto con il Signore Gesù.

Caro Signore, umilmente ammetto la mia  insufficienza a produrre la vita che vuoi che io viva. Tuttavia, confesso con fiducia la tua grazia come mia risorsa sufficiente per un frutto abbondante. Signore, voglio conoscerti meglio, che l’umiltà e la fede possano essere sempre più reali nella mia vita, Amen.

 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Promessa per oggi: La mia Parola non tornerà a me a vuoto.

Come infatti la pioggia e la neve scendono dal cielo e non vi ritornano senza avere annaffiato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, in modo da dare il seme al seminatore e pane da mangiare, 11 così sarà la mia parola, uscita dalla mia bocca: essa non ritornerà a me a vuoto, senza avere compiuto ciò che desidero e realizzato pienamente ciò per cui l’ho mandata. (Isaia 55:10-11) …
Leggi Tutto

Giornata di preghiera PER LA NAZIONE

DOMENICA 14 APRILE 2013  –  PAUL SCHAFER: PREGHIERA PER LA NAZIONE …
Leggi Tutto

IL PANE DELLA VITA

31 Meditazioni sulle verità Evangeliche, Una per ogni giorno del mese Primo giorno – Tutti… Secondo giorno – Il tuo problema Terzo giorno – Sei morto Quarto giorno – Un Salvatore per te Quinto giorno – Che devi fare? Sesto giorno – Assolto Settimo giorno – Nuova nascita Ottavo giorno  – Abbondanza Nono giorno  – Un Salvatore Onnipotente  Decimo giorno – Comunione Undicesimo giorno – La Pace di …
Leggi Tutto

SOPPORTATEVI

di  ROBERTO BRACCO   –   Sopportatevi gli uni gli altri e perdonatevi a vicenda, se uno ha di che dolersi di un altro. Come il Signore vi ha perdonati, così fate anche voi.   (Colossesi 3:13)    –      La legge dell’amore c’insegna a sopportarci vicendevolmente. Quest’insegnamento rappresenta anche una rivelazione della personalità umana: della nostra personalità e della personalità degli altri.   Dobbiamo sopportarci, quindi abbiamo …
Leggi Tutto

Grandi inni: "What a Friend we have in Jesus"

QUALE AMICO IN CRISTO ABBIAMO –  di  Joseph Scriven (10 September 1819 – 10 August 1886) –  Joseph Scriven nacque nel 1819 a Dublino, Irlanda,  da genitori benestanti. Si laureò al Trinity College di Dublino.  Da giovane voleva seguire le orme del padre nella Royal Marine, ma la sua salute cagionevole non gli e lo permise.  All’età di venticinque anni, decise di lasciare il suo paese natale ed …
Leggi Tutto

UN MOTIVO PER RALLEGRARSI

di R. Carmicheal   –   Il Signore ha dei piani meravigliosi per il vostro futuro. Forse voi vi chiedete come io possa affermare una cosa del genere giacché probabilmente non ci siamo mai incontrati. Beh, quest’affermazione la poggio non tanto sulla conoscenza della vostra (o della mia) persona, ma sulla conoscenza del Signore. Non importa in quale situazione vi troviate – che sia meravigliosa o terribile. Il Signore ha …
Leggi Tutto

COSA SIGNIFICA ESSERE UN SERVO

di Brian L. Harbour – Dopo la conversione, molti credenti si chiedono: “E adesso? Ora che sono stato riscattato dalla schiavitù di Satana e liberato dal peso dei miei peccati, cosa devo fare?”. Nell’introduzione della sua epistola a Tito, Paolo dà una risposta a questo interrogativo coll’appellativo che applicava a sé stesso. Lui si definiva: “Servo di Gesù Cristo”. Diverse parole greche hanno il significato di servo. “Diaconos” …
Leggi Tutto

COMUNIONE CON DIO

di George Muller  –  Il Signore mi ha insegnato la verità, che per parecchi anni mi è stata utilissima per la mia vita cristiana. Ad un certo momento della mia vita m’accorsi che era di capitale importanza che io mi mantenessi in continua comunione col Signore, per nutrire il mio spirito. Infatti — pensai — io potrei proporre la verità ai non cristiani, potrei aiutare spiritualmente i credenti, …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti