Meditazione del giorno: STARE FERMI

di Charles Huddon Spurgeon  –  “Non temete, state fermi, e mirate la liberazione che L’Eterno compirà oggi per voi; poiché gli Egiziani che avete veduti quest’oggi, non li vedrete mai più in perpetuo” (Esodo 14:13)

Queste parole contengono il comandamento di Dio per il credente quando esso si trova nella distretta e attraversa gravi difficoltà. Quando non può recedere, né proseguire, ed è stretto fra due muri ai lati, cosa deve fare? L’esortazione del Maestro per lui è:  “Sta fermo”.  Sarebbe meglio per lui se in simili situazioni ascoltasse soltanto la voce del suo Maestro, poiché gli altri malvagi suggeritori verranno certamente a dare consigli sbagliati.

La disperazione sussurra: “Sdraiati e muori, lascia perdere tutto”. Dio invece ci infonde coraggio, e persino nei momenti peggiori, ci rallegriamo nel Suo amore e nella Sua fedeltà. La codardia dice: “Indietreggia, torna al tuo modo di vivere mondano, non puoi recitare il ruolo di cristiano, è troppo duro. Rinnega i tuoi principi”. Ma, per quanto Satana possa incitarti a seguire il suo consiglio, se sei un figlio di Dio tu non lo seguirai. Il Suo ordine divino ti ha comandato di andare di valore in valore; e così avverrà, e neppure la morte o l’inferno devieranno il tuo corso. Se sei chiamato a stare fermo per un po’, è soltanto per rinnovare la tua forza e per avanzare maggiormente al tempo opportuno. La fretta grida: “Fai qualcosa. Muoviti, star fermi  ed aspettare è soltanto negligenza”. Noi dobbiamo fare qualcosa subito, così pensiamo, invece di guardare al Signore, il Quale non soltanto farà qualcosa, ma ogni cosa.

La presunzione sbotta: “Se il mare fosse davanti a te, t’incammineresti e aspetteresti il miracolo”. Ma la fede non ascolta né la presunzione, né la disperazione, né la codardia, né la fretta, ma ascolta il Signore che dice: “Stai fermo”, e rimani immobile come una roccia. “Resta fermo”, mantieni la posizione di uomo giusto, pronto all’azione, che è in attesa di altri ordini, e aspetta pazientemente e con allegrezza la voce che lo dirige.

Non passerà molto tempo e Dio ti dirà, proprio come Mosè disse al popolo: “Va avanti”.

I commenti sono chiusi.

Meditazione del giorno

  • SOMIGLIANZA CON CRISTO
    In Devotional
    di J. Vernon Mc Gee  –   Ho appena gettato nel cestino una rivista di una cosiddetta organizzazione cristiana, che parlava di tutte le cose che si possono ottenere attraverso la preghiera. L’articolo prometteva che Dio ti farà prosperare, che Egli ti darà la salute e che ti darà ogni cosa. Amico mio, Dio non è un Babbo Natale glorificato! Ma il nostro Dio si sta muovendo in modo molto preciso. Se volete una risposta ai vostri problemi. . . . Dio è la risposta ai vostri problemi. Il profeta Abacuc, nel primo capitolo del suo libro, dice a Dio: “Perché fai queste cose? Perché permetti che io veda il male? Perché non [...continua la lettura]

Post meno Recenti

  • Meditazione del giorno: LA GRANDEZZA DEL VANGELO
    di CORRIE TEN BOOM   –  Molto spesso, l’infelicità nella vita cristiana è causata dalla mancanza di comprensione della grandezza del Vangelo.   Il Vangelo non è un qualcosa di circoscritto, ma comprende la vita intera, la storia intera e tutto il mondo. Parte a raccontare dalla creazione per arrivare al giudizio finale e comprende tutto ciò che vi è in questo intermezzo. È una visione completa della vita intera, includendo ogni situazione che può verificarsi nella nostra esperienza. Il Vangelo è stato concepito per controllare e governare qualsiasi aspetto della nostra vita. Dobbiamo dimorare di più su queste ricchezze. “La parola di Cristo abiti in voi abbondantemente” (Colossesi 3:16). QUANTO GRANDE SEI SIGNORE! GRAZIE, SIGNORE GESÙ PER ESSERE VENUTO A FARCI RICCHI FIGLI DI RE […]
  • ALLATTA IL BAMBINO E AVRAI IL TUO SALARIO
    “Porta via questo bambino… allattalo, e io ti darò il tuo salario” (Esodo 2:9). Jokebed non si rendeva completamente conto del significato della sua fede quando affidava il suo piccolo al Signore, deponendolo dentro una cesta e nascondendolo nel canneto sulla riva del Nilo. Ella non pensava neppure che stava dando un bellissimo esempio a favore di milioni di bambini che, come Mosè, sarebbero stati usati da Dio per le Sue grandi opere. Molte madri, dal tempo di Jokebed a noi, sanno bene di […]
  • COSA VUOL DIRE “ESSERE SALVATO”.
    Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. (Giovanni 3: 16-17 )   –   Gesù pronunciò queste parole in una conversazione con un importante personaggio religioso del suo tempo. Nicodemo era un dottore della legge, un fariseo. Gesù dice a quell’uomo in modo molto chiaro, che Egli è venuto nel mondo per offrire la salvezza a tutti gli uomini. La salvezza è un soggetto di vitale importanza per ogni per ogni uomo che vive sulla faccia della terra, a prescindere dalla religione che professa, dalla razza a cui appartiene, o dal suo stato sociale.  La nostra scelta o decisione […]
  • CONVERSIONE E CORAGGIO DEL VECCHIO ZI PEPPE
    Uno spaccato di testimonianza del clima religioso nell’immediato dopoguerra. La semplicità di un anziano credente vs. la prosopopea e la teologia di un vescovo cattolico.    (Da una lettera di un pastore battista, di Schiavi d’Abruzzo, a Stefano Testa, un ministro di Los Angeles, California.) Caro fratello Testa, il miglior lavoro in Italia viene fatto dai fratelli pentecostali. Essi prendono di mira una persona e non la lasciano finché non l’abbiano condotta ai piedi della Croce, dopo di che la trasformano in un vero missionario, dando esempio di una vita conforme alla vocazione del Vangelo, ripiena di amore per le anime, sacrificio nella evangelizzazione, ospitalità e carità sincera. Tutte le chiese da me visitate sono molto attive e piene d’entusiasmo e benché molti dei membri siano […]
  • L’ORGOGLIO, IL GRANDE PECCATO
    di C.S. Lewis   Tratto dal libro: Mere Christianity. Che posto occupa l’orgoglio nella nostra vita? Sappiamo che è il peccato più subdolo, spesso mascherato sotto forma di umiltà! É indispensabile che il cristiano autentico esamini se stesso e riconosca le proprie lacune prima di poter progredire nella conoscenza di Dio e arrivare ad essere utile agli altri. Riconoscere l’errore in noi stessi spalanca tutte le porte a Dio, che potrà irrompere nella nostra vita portandovi ogni tipo di guarigione – fisica, psichica e spirituale – di cui possiamo avere bisogno. Gli permetteremo di guarirci?  Secondo i maestri cristiani, il vizio più grande, il peggiore dei mali, è l’orgoglio.  Oggi tratterò quella parte della morale cristiana che più acutamente differisce da […]
  • SIA IL VOSTRO PARLARE SI,SI…!
    di ROBERTO BRACCO  –  L’esortazione di Gesù’ vuol ricordare ad ogni cristiano la correttezza che deve caratterizzare i propri rapporti con gli uomini. Non servono giuramenti, promesse solenni, dichiarazioni enfatiche; serve soltanto precisione e fedeltà. Il cristiano deve essere riconosciuto per la propria veracità e per la propria correttezza, e tutte, tutte le sue azioni devono dire che egli é un uomo di parola sano e integro nelle sue relazioni col prossimo.  Il cristiano deve essere preciso e fedele agli appuntamenti; un servo di Dio affermava che fare attendere una persona significa rubarle […]

Prossimi Eventi

Dai nostri Culti