L’Unità Spirituale non è automatica.

15di  Theodore Epp   –   Efesini 4:3-7  “sforzandovi di conservare l’unità dello Spirito con il vincolo della pace. (4:3)  –   L’unità a cui la Scrittura fa riferimento è un’unità spirituale di tutti coloro che sono nel Corpo di Cristo, cioè, tutti coloro che lo hanno ricevuto come personale Salvatore. Questo significa che la nostra unità deve essere sempre basata sulla verità delle Scritture, che dicono chi è Cristo e ciò che siamo in Lui. Ogni tipo di unità che compromette l’insegnamento delle Scritture, riguardo a Gesù Cristo non è una unità che ha l’approvazione di Dio.

Tuttavia, l’ecumenismo dei nostri giorni sembra molto più preoccupato dell’unità per l’amor dell’unità, di quanto lo sia di aderire alla verità delle Scritture. Infatti, l’insegnamento delle Scritture è a volte de-enfatizzato a tal punto che per il bene dell’unità alcuni gruppi non hanno nemmeno uno statuto dottrinale.

Tali gruppi tendono a sottolineare l’amore di Dio e la necessità di lavorare in armonia con coloro con i quali si è in disaccordo. E’ ingenuo, però, enfatizzare l’amore a scapito della verità – enfatizzare l’amore di Dio, ma non i suoi standard di santità  e di giustizia. L’unità organizzativa non è necessariamente sbagliata se solo i credenti sono coinvolti. Tuttavia, è sbagliato – non importa quanto buona la causa può essere – per i credenti compromettere il loro messaggio per lavorare con i non credenti.

Quando Paolo usa l’espressione “sforzandovi di conservare l’unità dello Spirito”, la parola che usa per “sforzarsi” era una parola che in origine significava “affrettarsi” e poi è diventata “essere zelante o sollecito, impegnarsi”.  Ogni credente deve usare massima attenzione per controllare che l’armonia sia conservata all’interno del Corpo di Cristo. Si tratta di una unità spirituale, o unicità, che esiste tra tutti coloro che conoscono Cristo come Salvatore, ma può essere mantenuta solo se camminiamo in comunione con Lui.

Ecco, quanto è buono e quanto è piacevole, che i fratelli dimorino assieme nell’Unità!  (Salmo 133:1).

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

FATE VOSTRA LA VITTORIA DI CRISTO

di  F. J. Huegel  –  Partecipiamo alla Sua vittoria riconoscendo interamente, e facendo nostra, la Sua opera completa del Calvario.  Il cristiano vittorioso deve essere fermo e irremovibile come il Salvatore quando disse:  ”Viene il principe di questo mondo e non ha nulla in me” (Giov. 14:30). Quali sforzi fece il nemico perché Gesù gli desse qualche appiglio sul quale egli potesse lavorare contro di Lui! Dietro gli scherni, …
Leggi Tutto

PERDERE, PER GUADAGNARE

Dr. M.R. de Haan  –  Chi avrà perduto la sua vita per amor mio, la troverà»  Mat. 16:25 .  –  Quale debba essere la meta d’un atleta professionista ce lo dice Vince Lombardi: «Vincere non significa essere il primo in tutte le gare — ciò che conta è la vittoria finale!» Una squadra può aver vinto la maggior parte delle partite di qualificazione, ma se perde la partita finale, …
Leggi Tutto

ADAMO DOVE SEI? (Genesi 3:10)

Ma l’uomo era nascosto!     Nel luogo degli incontri abituali non si udiva la voce dei coniugi amici di Dio e forse il silenzio era reso ancora più cupo dal peccato consumato, ormai entrato come un’ombra triste nella natura. E’ il dramma! …
Leggi Tutto

QUESTO E' IL TEMPO

– di Agostino Masdea –  E questo tanto più dobbiamo fare, conoscendo il tempo, perché è ormai ora che ci svegliamo dal sonno, poiché la salvezza ci è ora più vicina di quando credemmo. La notte è avanzata e il giorno è vicino; gettiamo dunque via le opere delle tenebre e indossiamo le armi della luce. (Romani 13:11-12) Questo è il tempo, per ogni credente di alzarsi e annunciare l’Evangelo …
Leggi Tutto

UNA PERSONA CHE DOVRESTI CONOSCERE

di R.A. Torrey  –  Prima di poter capire correttamente l’opera dello Spirito Santo, bisogna conoscere lo Spirito Santo stesso. Una frequente sorgente di errori e di fanatismo, circa l’opera dello Spirito Santo, è costituita dallo studiare e comprendere l’opera dello Spirito senza prima conoscere lo Spirito come persona. E’ della massima importanza, per quanto concerne l’adorazione, che decidiamo se lo Spirito Santo è una persona divina, atta a …
Leggi Tutto

CHIESI A DIO

Chiesi a Dio la forza Per compiere qualcosa; fui reso debole per ubbidire umilmente. Chiesi a Dio la salute per fare cose maggiori; ricevetti infermità per fare cose migliori. Chiesi la ricchezza per diventare felice; Ricevetti povertà per acquistare sapienza. Chiesi la potenza per essere onorato dagli uomini; Ricevetti debolezza per riconoscere la mia dipendenza da Dio. Chiesi ogni cosa per godere la vita; ricevetti la vita per …
Leggi Tutto

UN UOMO SPIRITUALE: SIMEONE

di Roberto Bracco –  Luca 2:25-35  –   La figura di Simeone, il vegliardo in attesa della consolazione d’Israele, è una delle più luminose della Bibbia e può essere presa in simbolo della vera spiritualità. Purtroppo nel seno della cristianità il termine spiritualità non possiede sempre il significato che gli viene attribuito dalla Scrittura e perciò è utile considerare l’esempio di un uomo che può illuminarci intorno a questo …
Leggi Tutto

Perseverare nella Parola di Dio

di Roberto Bracco  –  “Se perseverate nella mia Parola…” (Giovanni 8:31)  –  Questo passo dell’Evangelo di Giovanni ci fa comprendere tre cose di grande importanza : – Per essere veramente discepoli di Gesù bisogna perseverare nella sua parola. – Mediante la perseveranza nella sua parola si giunge alla conoscenza della verità. – La conoscenza della verità produce la conquista della libertà. La prima cosa ci dice chiaramente che …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti