Meditazione del giorno: C’E’ UN TEMPO


by GARY WILKERSON  –   C’è un tempo! Sto parlando del tempo in cui si prende una posizione e si agisce. Un tempo in cui è giusto dire: “Credo che Dio mi stia chiamando per essere una risposta nell’aiutare a salvare le persone ferite”.

C’è un tempo in cui senti di una chiesa che va al campo di missione, un tempo per dire: “Dio li benedica”. C’è un tempo per impegnarsi in una fede impregnata di preghiera, e poi c’è un tempo in cui devi alzarti e andare. È tempo di alzarsi per agire!

In Genesi 14:14-16, Abrahamo fece esattamente questo quando sentì che il nipote Lot era stato reso prigioniero. Si alzò, armò i suoi trecento diciotto uomini e li prese con sé. Era numericamente inferiore di decine di migliaia di uomini, essendo solo poche centinaia, ma Dio gli diede un piano. Abrahamo disse: “Ci divideremo in due truppe e irromperemo di notte”.
Riesci a vedere cosa sta facendo? Si stava rivestendo della mente di Cristo per il piano di battaglia.

Alcuni di noi sono come Lot quando ci adiriamo o ci sdegniamo, nonostante sappiamo  che le sue azioni lo misero nei guai. Diciamo: “Mi alzerò ma agirò con le mie forze”, invece di ascoltare il Signore. Ma io non sto parlando di un agire carnale o di portare qualcosa a termine perché sei un newyorkese o perché le tue convinzioni politiche sono diverse da quelle degli altri. Sto parlando di portare qualcosa a termine perché sei un seguace di Gesù Cristo.

Ti muovi nello Spirito, cammini nello Spirito, e ascolti lo Spirito parlarti. Da ciò scaturisce fiducia, una fede di preghiera, ma anche una vita attiva, impegnata, d’azione, vibrante in cui diventi un testimone, un servo. Ti impegni in un ministero che fa la differenza nella vita delle persone. Ovunque tu sia coinvolto, se i tuoi adolescenti sono nei guai o tua moglie o tuo marito sono lontani da Dio, sei impegnato a parlare alle loro vite. Stai modellando qualcosa di diverso da quanto il mondo ha da offrire.
Mogli vincono i loro mariti al Signore attraverso la loro umiltà; attraverso il loro amore; attraverso il loro servizio. Uomini vedono le loro famiglie venire a Gesù Cristo quando smettono di comportarsi come orchi e iniziano davvero a servire e amare e mettere gli altri prima di sé stessi.
Il tipo di fede al quale lo Spirito Santo ci sta chiamando dice: “Dio, ho bisogno di Te e Tu vuoi che io mi coinvolga”.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Roberto Bracco - Sermone

​ Sermone di Roberto Bracco – Isaia 40:1-11 “Una Parola di Consolazione” …
Leggi Tutto

DAI NOSTRI CULTI: "UN DIADEMA AL POSTO DELLA CENERE".

Pastore Agostino Masdea  –  Predicazione di Domenica 6 Aprile 2014  –  (ISAIA 61:1-3)                                    Gesù Cristo è pronto a sostituire la tua cenere con un diadema, il tuo cordoglio e il tuo il lutto, con “olio di letizia”, le tenebre della tua vita con la luce meravigliosa della sua presenza, la condizione di …
Leggi Tutto

Roberto Bracco: Vorremmo vedere Gesù

Sermone di Roberto Bracco –  “Or tra quelli che erano saliti ad adorare a durante la festa c’ erano alcuni Greci. Costoro dunque, accostatisi a Filippo, che era di Betsaida di Galilea, lo pregarono dicendo: “Signore, vorremmo vedere Gesù”. Filippo andò a dirlo ad Andrea; a loro volta, Andrea e Filippo lo dissero a Gesù. Ma Gesù rispose loro, dicendo: “L’ ora è venuta, in cui il Figlio dell’ uomo deve …
Leggi Tutto

RISVEGLIATI ….

da un sermone predicato dal past. Agostino Masdea  nella chiesa di via Anacapri nel 1998. i) E’ un appello che lo Spirito rivolge oggi alla Chiesa. E’ un appello per questo tempo indirizzato a ogni singolo credente. E’ una necessità impellente per il popolo di Dio, ed è una esigenza improrogabile per la vita della chiesa. E la parola dell’Eterno fu rivolta a Giona, figlio di Amittai, dicendo: “Lèvati …
Leggi Tutto

IL SERMONE

di ROBERTO BRACCO   –   Come si prepara un sermone? Preparando la propria vita!  Se noi crediamo che il ministro rappresenta soltanto il canale attraverso il quale deve fluire la gloria di Dio, ci dobbiamo preoccupare che questo canale sia completamente libero per far passare lo Spirito di Dio. La lettura, la meditazione, la preghiera unite alla santità della vita sono gli elementi più preziosi per preparare un sermone …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: I MIEI ANGELI SONO ACCAMPATI INTORNO A COLORO CHE MI TEMONO.

Ci sono molti riferimenti nella Bibbia che parlano di angeli e del loro rapporto con il popolo di Dio. Nel Salmo 91:11 leggiamo che Dio comanda ai suoi angeli di prendersi cura di noi. In Ebrei 1:14 angeli sono chiamati “spiriti servitori” per ministrare coloro che sono “eredi della salvezza”. Nella promessa di oggi dal Salmo 34: 7, leggiamo che “l’Angelo del Signore si accampa intorno a coloro che lo temono …
Leggi Tutto

R.A.Torrey

 di  R.A. TORREY    –   “La potenza appartiene a Dio”. Pertanto è a disposizione dell’uomo. Vi è una cosa che crea la separazione tra Dio e l’uomo: il peccato. Leggiamo in Isaia: “Ecco, la mano del Signore non è troppo corta per salvare, né il suo orecchio troppo duro per udire; ma sono le nostre iniquità quelle che han posto una barriera fra voi e il vostro Dio; sono i vostri peccati quelli …
Leggi Tutto

Uganda: il padre di un martire racconta il proprio cammino di fede

UGANDA  –   William Masolo, padre di Francis Namokubalu (un credente ex-musulmano ucciso a causa della sua fede), ci testimonia del risultato della campagna di lettere organizzata da Porte Aperte, che ha permesso alla sua famiglia di rimanere salda e unita nonostante la perdita del figlio. William ha inoltre condiviso con noi il suo personale cammino di fede. La storia della conversione di William risale agli inizi degli …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti