Meditazione del Giorno – CAMMINARE CON DIO

rbracco

di ROBERTO BRACCO  –  Un cristiano si riconosce facilmente in qualsiasi luogo ed in qualsiasi ora della giornata.  Egli cammina con Dio, diceva un grande predicatore. Svegliandosi la mattina, dice: “Alleluia”! la sera quando si corica dice ancora: “Alleluia!”. Fra i due “Alleluia c’è tutto un programma che è racchiuso in queste parole: Camminare con Dio. Un cristiano cammina con Dio in ogni ora ed in ogni luogo: la sua religione non ha bisogno del tempio per essere praticata. Egli non aspetta la domenica per muoversi, perché cammina sempre con Dio.

Ha un Compagno al suo fianco e quindi si deve contenere in modo da non allontanarsi mai da Lui: questo Compagno è Dio, ed il cristiano cammina con Lui nel sentiero del bene. I suoi lavori giornalieri vengono compiuti camminando nel sentiero del bene, il solo sentiero nel quale Dio è disposto ed accompagnarsi con gli uomini.  Le sue ore in famiglia trascorrono camminando con Dio; infatti egli le passa pregando insieme ai suoi cari, o le impiega nella lettura e nella conversazione delle Scritture.

Nella sua casa regna pace e concordia; sotto il quo tetto c’è letizia ed edificazione, perché egli cammina con Dio. In mezzo al mondo il cristiano si mantiene vicino al suo Eterno Compagno, non segue i vani ragionamenti terreni, non si piega ai lusinghieri allettamenti della vita e non segue le seduzioni della moda.

Parla per predicare la salute; cammiria guardando ai tesori del cielo; si comporta come un figliolo  di luce. Il cristiano sente sempre la dolcezza dell’intimità col Suo Compagno, e al sorgere  del giorno dice; “Alleluia!”, perché Lo sente vicino: e la sera dice ancora: “Alleluia!” perché quella vicinanza fa vibrare il suo cuore. Egli sente questa dolcezza, e vive in essa: questa è lo comunione con Dio. Sente questa dolcezza, e le cerca sempre più: questa è la preghiera.

Il cristiano vive sempre in comunione con Dio e prega molto: Quelli che non pregano molto, non camminano appieno con Dio. Il cristiano prega non una, due o tre volte e non cinque, dieci o quindici minuti, ma prega MOLTO, perché prega ogni volta che il suo Compagno vuol parlare con lui. Potete immaginare un compagno che vi sia vicino durante un lungo cammino e non vi parli mai? Non sarebbe un pessimo compagno? Ebbene, è un pessimo cristiano quello che non parla frequentemente con Dio in preghiera.

Una chiesa ricca di cristiani che camminano con Dio, è una chiesa ricca di benedizioni. “Una chiesa formata esclusivamente da tali cristiani, è una chiese traboccante di potenza e di gloria, perché essa stessa CAMMINA CON DIO.
R. BRACCO

 

 

 

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

NON SIATE SCHIAVI DELLE ABITUDINI

di OSWALD CHAMBERS  –  «Perché se queste cose si trovano e abbondano in voi, non vi renderanno né oziosi né sterili». 2 Pietro 1:8   –   Quando noi ci accorgiamo di aver preso delle buone abitudini e ci rendiamo conto di diventare migliori, dobbiamo pensare che si tratta solo di una tappa, che, se noi ci fermiamo a questo punto, acquistiamo una mentalità farisaica. Le virtù vanno praticate e …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Io avrò misericordia di coloro che sono misericordiosi verso gli altri.

“Beati i misericordiosi, perché a loro misericordia sarà fatta. (Matteo 5:7)   –   Anche nell’ambiente secolare, viene citato spesso quel verso che riporta le parole di Gesù che chiamiamo la ‘regola d’oro’ … “Fai agli altri quello che vorresti gli altri facessero a te”.  Anche il mondo riconosce che questo è un principio universale. La misericordia funziona allo stesso modo. C’è una promessa di misericordia per coloro …
Leggi Tutto

LA PREGHIERA

di LEONARD RAVENHILL    –   Il Vangelo Della Preghiera  –   Non v’è niente di più trasfigurante della preghiera. Le persone spesso dicono: “Perché insisti tanto sull’argomento della preghiera?”  La risposta è  molto semplice: perché Gesù stesso lo ha fatto. Potresti cambiare il titolo del Vangelo secondo S. Luca in  “Vangelo della Preghiera”. Esso infatti racconta la vita di preghiera di Gesù. Gli altri evangelisti dicono che Gesù era nel …
Leggi Tutto

SINCERITA' E TRASPARENZA

di A. W. TOZER  Se si volesse avere un’immagine abbastanza esatta dell’umanità si potrebbe senz’altro capovolgere il sermone sul monte nel suo contrario e dire: Prego, questa è l’umanità. Perché il contrario del sermone sul monte mostra esattamente le caratteristiche che contraddistinguono la vita e il comportamento umani naturali. Nel mondo di solito non troviamo nessuna delle virtù di cui Gesù parla all’inizio del suo discorso sul monte …
Leggi Tutto

HO FINITO LA CORSA...

di Agostino Masdea   –  Messaggio predicato il 9 Novembre 2000 in occasione del funerale della sorella Anna Bracco, moglie del pastore Roberto Bracco, fondatore della nostra comunità. i) Vogliamo in questo giorno particolare benedire il Signore e siamo qui per dare il nostro ” arrivederci ” alla nostra cara sorella. Vogliamo anche  manifestare il nostro affetto e il nostro sentimento cristiano ai figli, ai parenti tutti. Le nostre …
Leggi Tutto

Come incontrare Gesù

              Sermone di Roberto Bracco – Marco 2:1-12 “Come incontrare Gesù”.  1 Alcuni giorni dopo, egli entrò di nuovo in Capernaum e si venne a sapere che egli si trovava in casa; 2 e subito si radunò tanta gente da non trovare più posto neppure davanti alla porta; ed egli annunziava loro la parola. 3 Allora vennero da lui alcuni a presentargli un paralitico, portato da …
Leggi Tutto

Spingi e basta...!

(anonimo)  Una notte un uomo stava dormendo nella sua capanna, quando all’improvviso la sua stanza si riempì di luce, e Dio apparve. Il Signore disse all’uomo che gli avrebbe dato del lavoro da fare, e gli mostrò una grande roccia di fronte alla sua capanna.  Il Signore spiegò che l’uomo doveva spingere contro la roccia con tutta la sua forza. Così l’uomo fece, giorno dopo giorno. Per molti anni, …
Leggi Tutto

"CARISMATICI"

di Roberto Bracco  –  «Fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno… » (Giovanni 7:38) Con questa potente espressione Gesù ha definito l’esperienza dei credenti ripieni di Spirito Santo; la frase chiarisce in maniera precisa e dettagliata il miracolo annunciato dal Signore ed offre quindi dei riferimenti dottrinali che non possono essere ignorati dalla teologia cristiana. Il « credente» che « riceve » (v. 39) lo Spirito non …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti