Meditazione del giorno: AMARE GESU’

bounds

di  E. M. Bounds  –  Amare Gesù significa stare con lui. Amare Gesù vuol dire pensare a lui. Amare Gesù è ubbidire a Lui, ubbidire a Lui volentieri e in modo assoluto, non debolmente e con riluttanza. La certezza del cielo è assicurata quando teniamo Gesù al centro dei nostri cuori, nel centro della nostra vita. Egli deve essere l’artefice dell’impulso e del desiderio, dell’impegno e dell’azione. “E qualunque cosa facciate, in parola o in opera, fate ogni cosa nel nome del Signore Gesù”.  Arriverai nel cielo? Chi è Gesù per te? Ti affascina? Ti trasporterà verso il cielo? E per stare con Lui che cerchi il cielo? E’ Lui il più bel fiore in tutto il giardino? È Lui il più raro e più prezioso di tutti i  gioielli? E’ Lui il più dolce di tutti i cantici? E’ Lui che genera il desiderio delle beate dimore? Il desiderio di vederlo e di stare con Lui ispira le più profonde ambizioni della tua anima? Gesù e il cielo sono legati insieme.

Amarlo con una incalcolabile e appassionata devozione è l’inizio del cielo, la continuazione del cielo, la fine del cielo. Paolo dice: “quanto a me, sto per essere offerto in libagione, e il tempo della mia dipartita è vicino. Ho combattuto il buon combattimento, ho finito la corsa, ho serbato la fede. Per il resto, mi è riservata la corona di giustizia che il Signore, il giusto Giudice, mi assegnerà in quel giorno, e non solo a me, ma anche a tutti quelli che hanno amato la sua apparizione”. (2Tim 4:6-8)

La corona non è solo per Paolo, ma per tutti, ed è limitata “a tutti coloro che amano la sua apparizione.” Qui non si parla semplicemente dell’amore personale per Gesù, ma di quello per il grande avvenimento in cui l’immensa gloria di Gesù culmina. “Amare la sua apparizione” è assolutamente necessario per amare la sua Persona. Amare la Sua venuta è la prova che amiamo la sua Persona. Amiamo l’avvenimento perché amiamo la persona. Non dobbiamo amare ogni teoria o parere sul modo della sua venuta, o sul tempo, ma dobbiamo amare il fatto in se.  Che Egli ritorni quando vuole, come Egli vuole, e per lo scopo che Egli vuole. Noi amiamo la sua venuta, perché  amiamo Lui. sì, vieni, Signore Gesù,” e portaci nel cielo con Te.