VAI ANCORA ALLA RIUNIONE DI PREGHIERA?

di Carter Conlon  –  “Con l’inizio del nuovo anno, nel tempo in cui i re vanno a combattere, Davide mandò Joab con i suoi servi e con tutto Israele a devastare il paese dei figli di Ammon e ad assediare Rabbah; ma Davide rimase a Gerusalemme” (2 Samuele 11:1).

Qui iniziò la dissoluzione dell’ordine divino: Davide iniziò a mandare gli altri a combattere mentre lui rimase a casa. Fu come se sentisse di aver combattuto abbastanza; aveva ottenuto abbastanza vittorie. Forse voleva solo fermarsi ad annusare le rose per un po’.

Mi posso certamente identificare con quello che Davide deve aver provato. Ho avuto momenti nella mia vita in cui mi sono chiesto, “Dio, per quanto ancora devo portare questo peso? Combatto da così tanto tempo. Non semplicemente godermi la vita per una stagione?”

Si tratta di un conflitto comune fra il popolo di Dio, soprattutto qui in America. Non posso fare a meno di pensare a quanto abbiamo ampiamente trascurato le riunioni di preghiera e l’opera personale di Dio in noi – la santità personale; l’evangelismo personale. Abbiamo dato i nostri dieci o venti euro al mese per sostenere qualche famiglia missionaria da noi inviata, e quello è diventato il nostro contributo all’opera di Dio. Nel frattempo, abbiamo smesso di andare alla riunione di preghiera. Abbiamo scelto una via più semplice, e abbiamo detto, “Dio, ci hai benedetto e hai ottenuto vittorie meravigliose per noi. Il Tuo nome è ancora onorato; alcune voci ancora parlano per Te, quindi penso che me ne resterò a casa. Mi riposerò un po’ perché ho lavorato sodo tutto il giorno. Perché dovrei uscire per andare a pregare?” Abbiamo presupposto che qualcun altro avrebbe portato avanti la battaglia. Eppure, una volta lasciato l’incontro di preghiera, è iniziato il nostro peggioramento.

La Bibbia prosegue dicendoci cosa accadde dopo che Davide ebbe scelto di restare a casa invece di andare a combattere. “Una sera Davide si alzò dal suo letto e si mise a passeggiare sulla terrazza della reggia. Dalla terrazza (oggi potremmo dire “Da Internet”) vide una donna che faceva il bagno; e la donna era bellissima” (2 Samuele 11:2).

Davide finì per soccombere alla lussuria e all’autoindulgenza – un’altra immagine di quanto accade ai giorni nostri.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

LA BIBBIA

Strappata, condannata, bruciata. Odiata, disprezzata, maledetta. Messa in dubbio, guardata con sospetto, criticata. Condannata dagli atei. Schernita dagli empi. Esagerata dai fanatici. Capita ed interpretata male. Oggetto d’infamia e frenesia. Negata nella sua ispirazione divina. EPPURE VIVE Vive – come una lampada per i nostri piedi. Vive – come una luce per i nostri sentieri. Vive – come la porta per il cielo. Vive – come normativa nella …
Leggi Tutto

COMPRA IL CAMPO

di Mike Brown  –   Questo messaggio dovrebbe edifi­carvi e fortificarvi nella fede. Fino a quando saremo in questo mondo avremo sempre combattimenti di fede, e fino a quando saremo in questo corpo dovremo scegliere di camminare per fede e non per visione. Sono un uomo abbastanza ottimista, ma negli ultimi cinque anni ho affrontato dure prove e grandi pressioni che andavano al di là delle mie forze, e proprio …
Leggi Tutto

NON AMATE IL MONDO

“Ora avviene il giudizio di questo mondo; ora sarà cacciato fuori il principe di questo mondo; e io, quando sarò innalzato dalla terra, trarrò tutti a me” (Giovanni 12:31-32). Il nostro Signore Gesù pronuncia queste parole ad un punto chiave del Suo ministero. Egli è entrato a Gerusalemme festeggiato da folle entusiaste; ma quasi subito ha parlato in termini velati del deporre la Sua vita, e a questo …
Leggi Tutto

New Age e Cristianesimo

di B. E. Underwood   –   Uno dei più famosi “pseudoevangelisti” del mondo è una donna. Il suo nome è Shirley MacLaine. Il suo “vangelo contraffatto” è quello del movimento New Age (o Nuova Era). Guadagna circa quattro milioni di dollari all’anno propagando la sue fede. L’oggetto dei suoi seminari propagandistici è presentare ai partecipanti una persona che secondo la MacLaine è la più importante del mondo. Questa persona …
Leggi Tutto

IMPARATE

di FILIPPO WILES – Il Cristiano è nato perché impari, è salvato ed arruolato per imparare, quindi non è motivo di meraviglia se al cenno dell’invito di Gesù, troviamo questa parola: imparate. Chi fallisce in questo ha perso lo scopo e il significato della sua chiamata in Cristo. Imparare significa apprendere con lo studio o con la pratica, mandare a memoria. Sembra naturale, è vero, che come cristiani …
Leggi Tutto

LUTTO NATALIZIO

di Keith Green  –   Non dimenticherò mai la gioia incredibile del Natale e tutto ciò che mi aspettavo. La nostra casa addobbata, le luci colorate, l’odore particolare. Parenti e amici che venivano a trovarci… tutti con grandi. sorrisi e risate… e tutti con dei doni!! Quel periodo era pieno di vita, calore e voglia di dare. Sono i migliori ricordi della mia infanzia. L’aria, fuori, era fredda e …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti