FAME DELLA PAROLA DI DIO

Cymbala

di JIM CYMBALA   –   Come già sappiamo, la Chiesa nacque quando lo Spirito Santo scese si riversò sui cristiani. In modo meraviglioso, nelle ore successive, migliaia di persone si convertirono alla fede e i nuovi credenti cominciarono a vivere una vita congregazionale nuova ed ispirata. “Ed erano perseveranti nell’ascoltare l’insegnamento degli apostoli e nella comunione fraterna, nel rompere il pane e nelle preghiere” (Acts 2:42).

All’inizio, la dottrina Cristiana veniva trasmessa oralmente dato che non esisteva un Nuovo Testamento scritto. Gli apostoli predicavano il Vangelo e gli insegnamenti ad esso associati che avevano ascoltato da Gesù. Questa fu la Parola di Dio alla quale i primi credenti “erano devoti”.

Questo tipo di dedizione alla Parola di Dio è sempre un segno vitale che lo Spirito Santo si sta muovendo nella vita di una persona o una Chiesa. I credenti hanno fame di udire, leggere, studiare ed in particolare saperne di più sulla Parola di Dio.

Questo ha senso, ovviamente, dato che lo Spirito Santo fu l’unico che inspirò la Bibbia. Fu Lui l’autore che inspirò gli scrittori. La Bibbia è il Suo libro. I cristiani controllati dallo Spirito di solito non devono forzarsi a leggere la Bibbia; lo Spirito dona loro un santo appetito per essa.

Lo Spirito Santo è lo Spirito di verità, dunque, Egli ci guiderà sempre verso la verità di Dio. Quando una persona ha poco interesse per la Parola, o quando la Scrittura sembra noiosa e monotona per una chiesa, questo è un segno che qualcosa è seriamente fuori sincrono. Quando non abbiamo rispetto e riverenza per la Sua autorità, e quando non ci umiliamo davanti a ciò che Dio ha detto, siamo nel sentiero sbagliato.

So bene che oggi è possibile radunare un gran numero di gente la Domenica senza che venga data forte enfasi sulla Parola. Infatti, molte delle persone che se ne stanno sedute fra i banchi sarebbero contente di non ascoltare con attenzione la predicazione e l’esposizione della Bibbia. Ma quando fuggiamo via dalla Parola, credendo di poter vivere senza di Essa giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, cessiamo di crescere spiritualmente ed ci esponiamo apertamente all’inganno spirituale. L’apostolo Pietro scrisse: “come bambini appena nati, desiderate il puro latte spirituale,perché con esso possiate crescere per la salvezza” (1 Pietro 2:2, frase da me enfatizzata). La Parola di Dio contiene i nutrienti vitali e spirituali di cui abbiamo bisogno, ogni giorno, per crescere in Cristo.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Chiamata al ministerio della Guarigione Divina

  La testimonianza personale di John G. Lake dalla sua chiamata al ministerio della Guarigione Divina sarà, ne siamo certi, di grande benedizione per i visitatori del sito. Il suo ministerio apostolico svolto dal 1908 al 1913, nel sud dell’Africa, fu certamente uno dei più potenti ministeri dai giorni della Chiesa primitiva. Egli ritornò in seguito a Spokane, nello Stato di Washington, dove 100.000 guarigioni furono registrate in …
Leggi Tutto

"DAVANTI AL GOLGOTA"

di ROBERTO BRACCO  –  Torno con la mia mente al Golgota, a quell’immenso cranio di pietra grigia con le sue occhiaie austere e rivivo l’emozione profonda provata davanti a quel monte, fuori di Gerusalemme e separato da questa da una strada brulicante oggi, come forse ieri, di gente frettolosa. Mi sembra che davanti all’immagine anche fisica di quel monte fatale ho potuto rivivere più intensamente il dramma del Golgota; …
Leggi Tutto

Jim Cymbala  -  1 Dicembre 2011

Giovedì 1 Dicembre 2011  –  JIM CYMBALA – Pastore BROOKLYN  TABERNACLE – N.Y …
Leggi Tutto

NON ERANO CHE DEI RAGAZZI

Uno studente dell’Università Yale (Usa), un giorno, intraprese una strenua difesa a favore dell’opera delle missioni al punto che fu espulso dalla sua scuola. Questo giovane si chiamava David Brainerd, grande missionario  e  pioniere  tra  i  Pellirossa.  Il suo diario, pubblicato dopo la sua morte, andò nelle mani di un calzolaio inglese: William Carey, che divenne una “colonna di fuoco”. Dio si usò di lui in India dove …
Leggi Tutto

IL BUON PASTORE

di GEORGE WHITEFIELD  –  Sermone d’addio (L’ultimo sermone predicato a Londra, mercoledì 30 agosto 1769 prima della sua ultima partenza per l’America) “Le mie pecore ascoltano la mia voce, io le conosco ed esse mi seguono; e io do loro la vita eterna e non periranno mai, e nessuno le rapirà dalla mia mano” (Giovanni 10:27-28).   – È un detto comune e, io credo, giusto, quello che …
Leggi Tutto

UNA PROMESSA PER OGGI: "HO PREPARATO COSE STUPENDE PER COLORO CHE MI AMANO"

1 Corinzi 2: 9 – Ma come sta scritto: “Le cose che occhio non ha visto e che orecchio non ha udito e che non sono salite in cuor d’ uomo, sono quelle che Dio ha preparato per quelli che lo amano”. Quando mia moglie ed io ospitiamo una festa di compleanno o un evento speciale per i nostri cari, un prepariamo e pianifichiamo prima un sacco di …
Leggi Tutto

Dai nostri culti

Pastore AGOSTINO MASDEA “Ostacoli nella vita cristiana”  –  Salmo 27  …
Leggi Tutto

INSEGNARE A PREGARE

di E.M.Bounds –  Prima della Pentecoste gli Apostoli ed i discepoli di Gesù avevano solo un’idea generale circa la grande importanza della preghiera. Quando, però, vi fu la straordinaria manifestazione dello Spirito Santo, la preghiera fu elevata a quello stato di preminenza che tuttora occupa nella Chiesa cristiana. Oggi l’appello più urgente che lo Spirito Santo rivolge ai cristiani è come sempre l’appello alla preghiera. Infatti la crescita …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti