MEDITAZIONE DEL GIORNO: SANTA DISPERAZIONE

Colon Carter

di  Carter Conlon  –   Te ed io viviamo in ciò che io chiamo “l’ora della santa disperazione”.    La nostra società sta degenerando molto rapidamente e si verificano crimini terribili così spesso che ormai ci siamo abituati a tutto questo. L’anormale sta diventando normale; ciò che è male sta diventando bene. Se ti guardi intorno forse ti chiederai, “come posso adattarmi ai tempi? Cosa può fare Dio attraverso la mia vita? E poiché sono queste le mie preghiere e so anche che esse sono nella Sua volontà, se Lui ha intenzione di operare, perché non mi ha ancora risposto?

Per affrontare alcune di queste domande, diamo uno sguardo al passato quando in un altro periodo della storia giunse su una nazione un periodo di disperazione. In Primo Samuele si parla di una stagione in cui mancava una parola chiara o una visione. Il sacerdote che si supponeva rappresentasse Dio era profondamente compromesso (leggere 1 Samuele 2:22-24, 3:1). Il carattere di Dio, lo scopo ed il pensiero erano nascosti alla gente, lasciandoli così senza risposte alle domande dei loro cuori: “cosa sta accadendo alla nostra società? Dove stiamo andando?”Questa situazione era molto simile ai giorni che stiamo vivendo oggi, giorni in cui sembra che la presenza di Dio—il Suo potere ed il Suo aiuto, che abbiamo conosciuto attraverso la storia—sia improvvisamente svanito. Sembra che i nemici di Dio stiano prevalendo, imponendoci quando possiamo pregare, cosa possiamo insegnare ai nostri bambini, cos’è giusto e cos’è sbagliato.

E come risultato, un profondo grido si comincia a formare nel cuore della gente.Il salmo 107 parla di queste stagioni di santa disperazione che si sono verificate nella storia. Il salmista descrive la gente che andava errando, affamata e senza forze. Fu un periodo segnato dall’insensata manipolazione della verità di Dio. Ma è in questi momenti di disperazione che tutta la popolazione comincia a gridare a Dio, così come sta per succedere ai giorni nostri. C’è un grido che si eleva in questa generazione—un grido che non necessariamente viene udito dall’orecchio naturale, ma che l’orecchio di Dio può sentire. Come successe al tempo di Mosè, quando disse: “Ho udito il grido del Mio popolo e sono sceso per liberarlo” (leggere Esodo 3:7-8). In altre parole, Io ho udito i loro lamenti di disperazione. Oggi il Signore è in grado di udire il grido di coloro ai quali sono stati infranti i sogni, il grido dei genitori che hanno visto i loro figli perdersi, il grido di coloro che si chiedono: “cosa ci sta succedendo?”

“Ho certamente visto l’afflizione del mio popolo… e ho udito il suo grido” (Esodo 3:7).

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

Sermone: RESA INCONDIZIONATA

“RESA INCONDIZIONATA”  …
Leggi Tutto

La Religione chi il diavolo ti vuole dare

“E Faraone chiamò Mosè e disse: Andate, servite al Signore; solo le vostre greggi e i vostri armenti saranno fatti restare; le vostre famiglie anche andranno con voi” (Esodo 10:24).  Presentazione Capitolo 1 – Il diavolo non ti impedirà di avere una religione Capitolo 2 –   Una religione nel mondo Capitolo 3 – Una religione vicina al mondo Capitolo 4 – Una religione con gli affetti del mondo Capitolo 5 – Una religione con i beni del mondo Capitolo …
Leggi Tutto

Grandi inni: "What a Friend we have in Jesus"

QUALE AMICO IN CRISTO ABBIAMO –  di  Joseph Scriven (10 September 1819 – 10 August 1886) –  Joseph Scriven nacque nel 1819 a Dublino, Irlanda,  da genitori benestanti. Si laureò al Trinity College di Dublino.  Da giovane voleva seguire le orme del padre nella Royal Marine, ma la sua salute cagionevole non gli e lo permise.  All’età di venticinque anni, decise di lasciare il suo paese natale ed …
Leggi Tutto

LA POTENZA DELLO SPIRITO SANTO

Il Risveglio della Pentecoste è la risposta di Dio ai bisogni degli ultimi giorni. Noi viviamo in giorni di grande potenza : potenza politica, meccanica, nucleare e potenza demoniaca. La violenza s’accresce ogni giorno nel mondo. La potenza dello Spirito Santo è per noi, essa ci appartiene. Sta a noi che abbiamo ricevuto il battesimo dello Spirito Santo di utilizzare questa potenza di Dio, fino al suo pieno …
Leggi Tutto

CULTI FREQUENTI E VIVI

–   di Roberto Bracco.   –    È triste la vita di quei fedeli i quali, a causa di circostanze particolari, sono costretti a vivere soli, lontani da altri fedeli, privi del conforto che si riceve nella comunione fraterna e nella celebrazione dei culti. Molto più triste, però, è la vita di quei fedeli che pure non essendo soli, vivono come se lo fossero. Mi riferisco qui a coloro che trascurano …
Leggi Tutto

Abraham-Lincoln

Proclama del Presidente Abramo Lincoln per una giornata di umiliazione nazionale, digiuno e preghiera – 1863Da Sua Eccellenza, Abraham Lincoln, presidente degli Stati Uniti. Considerando che, il Senato degli Stati Uniti, devotamente riconoscendo la Suprema l’autorità e il governo dell’Iddio Onnipotente in tutti gli eventi degli uomini e delle nazioni, con una risoluzione ha chiesto al Presidente di stabilire e dedicare una giornata di preghiera e umiliazione nazionale. Considerando …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Il mio Spirito riposa si di te quando soffri per amor di Cristo.

Se siete vituperati per il nome di Cristo, beati voi, poiché lo Spirito di gloria e lo Spirito di Dio riposa su di voi. (1 Pietro 4:14) La Bibbia dice che coloro che vogliono vivere una vita pia saranno perseguitati. Viviamo in un mondo orfano con valori orfani. Gesù ha detto che se le persone hanno rifiutato Lui, avrebbero rifiutato anche noi. Prima o poi nella nostra vita, tutti …
Leggi Tutto

Ostacolo o benedizione?

Si racconta di un re che pose una pesante pietra in mezzo alla strada maestra e si nascose per osservare chi l’avrebbe rimossa.  Persone di varie classi sociali passarono e raggirarono l’ostacolo, continuando il loro cammino, alcuni biasimando il re per non tener sgombra la strada maestra, ma tutti schivando il lavoro di rimuovere la pietra dalla strada. Finalmente un povero contadino, incamminato verso la città con il …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti