Meditazione del giorno: FEDE CONTAGIOSA

speaker-claude-houde-sm

di Claude Houde  –   Per troppo tempo in molte chiese evangeliche, una patetica e sdolcinata attitudine di falsa umiltà ha scusato, giustificato ed incoraggiato i cristiani a dire: “non guardare a me! Non guardare all’uomo, ma guarda a Dio solo!” Lascia che mi spieghi. È giusto, sano e scritturale focalizzarci su Dio, essere devoti a Lui ed in fine affidarci a Dio e Dio solo. Gli uomini sono sempre fallaci ed imperfetti; possono deluderci e ferirci. L’apostolo Paolo ci ricorda che i tesori eterni e perfetti del Regno di Dio vivono e vengono trasportati da vasi di terra, umanità, fragilità umana e imperfezioni (leggi 2 Corinzi 4:7).

Tuttavia, verrà il momento in cui dovremo farla finita d’ignorare le nostre responsabilità, girare le spalle alla suprema chiamata biblica che consiste nel trasmettere fede ai nostri figli e a coloro che amiamo, ma anche amore, perdono, purezza, generosità ed un cuore appassionato per Dio e la Sua casa. Senza arroganza o pretese, ma piuttosto mediante la consapevolezza di possedere un senso di dipendenza spirituale interiore ed acuto per Dio, l’apostolo Paolo invitava appassionatamente i giovani credenti che lo circondavano: “Siate miei imitatori, come anch’io lo sono di Cristo” (1 Corinzi 11:1). Più tardi Paolo disse a Timoteo: “e le cose che hai udite da me… affidale a uomini fedeli, che siano capaci di insegnarle anche ad altri” (2 Timoteo 2:2).

Dobbiamo cominciare a vedere noi stessi in questo senso. Quando ci rendiamo conto e cominciamo a comprendere l’importanza delle nostre vite, l’immensa possibilità d’influenza che abbiamo dentro di noi, un grido sale dal profondo delle nostre anime verso Dio: “Oh Signore, aumenta la nostra fede!” Caro lettore, lasciamelo dire in questo modo: ognuno di noi deve essere contagioso!

Permettimi di farti una domanda: cosa trasmettono i tuoi valori, le tue passioni e priorità a tutti coloro che guardano alla tua vita di ogni giorno? Voglio andare dritto al punto, se io ti sto attorno, imparo da te e ti imito, cosa ne “trarrò”? Sai bene come me quanto sia comunicativa la fede, l’amore e la gioia di alcuni uomini e donne. Stare vicino a loro ci fa bene, ci ispira, ci risana e ci riconcilia con la razza umana! Amiamo stare intorno a loro e grazie a Dio per la loro fede che produce in noi speranza e ci spinge verso nuove mete, impegni e possibilità in Dio.

I commenti sono chiusi.

Post meno recenti

IL MIRACOLO DI ALMOLONGA

Fino ad alcuni anni fa questa città del Guatemala era dominata da paganesimo e povertà. Oggi più del 90 percento delle persone sono Cristiani evangelici. E’ la sorprendente storia di come la preghiera porta trasformazione …
Leggi Tutto

IL BATTESIMO (ISTRUZIONI PER CATECUMENI)

 Introduzione   Frequentemente il battesimo cristiano viene amministrato con troppa sollecitudine e con troppa superficialità. Frequentemente coloro che scendono nelle acque battesimo non hanno una conoscenza precisa del significato e del valore della rito che compiono. Frequentemente questo importantissimo atto cristiano si riduce ad un povero rito di formalismo liturgico… È per questo che desideriamo, nelle pagine che seguono, esprimere alcune considerazioni che potranno aiutare ad esaminare il …
Leggi Tutto

CHI E' COSTUI?

di ROBERTO BRACCO – Coloro che avevano risposto all’appello del Maestro divino, che lo avevano seguito, che erano entrati nelle file dei suoi discepoli, avevano avuta la possibilità più degli altri di vedere le opere, di udire le parole di Cristo. La potenza soprannaturale del Redentore era stata messa in azione davanti a loro attraverso molteplici circostanze ed essi avevano veduto miracoli, guarigioni, liberazioni. Erano passati di meraviglia …
Leggi Tutto

CASA TUA!

di FILIPPO WILES   –   Quanti sermoni il lettore avrà ascol­tato sulla parola che Gesù rivolse a Zaccheo: «Scendi presto, perché oggi debbo albergare in casa tua».  Credo di non sbagliarmi quando di­co che l’interpretazione data a queste parole è, nella maggioranza dei casi, spirituale, cioè una interpretazione fi­gurativa, essendo la casa  paragonata alla nostra vita. Poche sono le volte quando sono prese alla lettera. Ebbene il messaggio che …
Leggi Tutto

Una promessa per oggi: Niente sarà impossibile per chi ha una fede anche piccola

E Gesù disse loro: «… io vi dico in verità che, se avete fede quanto un granel di senape, direte a questo monte: “Spostati da qui a là”, ed esso si sposterà; e niente vi sarà impossibile. (Matt. 17:20) In questa promessa, Gesù ci dice che, anche se la nostra fede è piccola come un granello di senape, siamo in grado di dire ad una montagna di spostarsi e …
Leggi Tutto

PICCOLI CRISTIANI E CRISTIANI

di Roberto Bracco.   –   Qualche volta riferendoci ad alcuni ser­vitori di Dio del passato o del presente, diciamo: «Essi sono, o sono stati gran­di cristiani». Questa frase contiene un errore: non ci sono «grandi cristiani», perché chi è veramente cristiano, senza l’aggiunta di aggettivi, ha raggiun­to il massimo della grandezza consentita ad un uomo finito. Non ci sono «grandi cristiani», ma solo «cristiani» e «piccoli cristiani ». I …
Leggi Tutto

Un vaso al servizio del Maestro

di Charles E. Greenaway  –   “La parola che fu rivolta a Geremia da parte dell’Eterno, in questi termini: “Levati, scendi in casa del vasaio, e quivi ti farò udire le mie parole”. Allora io scesi in casa del vasaio, ed ecco egli stava lavorando alla ruota; e il vaso che faceva si guastò, come succede all’argilla in man del vasaio, ed egli da capo ne fece un altro …
Leggi Tutto

 IO SUPPLIRÒ QUALSIASI TUO BISOGNO, TRAMITE  LE MIE ETERNE RICCHEZZE IN GESÙ CRISTO.

Ora il mio Dio supplirà ad ogni vostro bisogno secondo le sue ricchezze in gloria, in Cristo Gesù. (Filippesi 4:19) Il nostro Dio e Padre ha promesso di soddisfare ogni nostro bisogno in base alle immense ricchezze del deposito glorioso celeste che è in Gesù Cristo.  Il nostro Dio sa di che cosa abbiamo bisogno prima ancora che abbiamo quel bisogno e si diletta a provvederci ciò che ci …
Leggi Tutto

Dai nostri Culti